Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : Assisi Romana

Assisi in un giorno

ASSISI IN UN GIORNO: COSA VEDERE?

Inauguriamo una serie di articoli dedicati non solo a chi abita in Umbria, ma anche a chi da fuori vorrebbe scoprirla. Cosa vedere con la famiglia avendo a disposizione una sola giornata? Iniziamo con Assisi, una delle cittadine più note della nostra regione. Visitabile in modo ottimale in due giorni, cercheremo di darvi consigli utili per visistare Assisi in un giorno.

Assisi in un giorno: cosa vedere?

La visita ad Assisi di solito è incentrata sui luoghi di San Francesco. La storia del Santo è intimamente legata alla città ed è possibile ripercorrerla in tutte le sue tappe. Vi proponiamo qui tre itinerari diversi: due itinerari francescani, ed un itinerario alternativo, romano, per chi conosce già un po’ Assisi e vorrebbe scoprire luoghi nuovi. Per tutti gli itinerari tenete in considerazione che le pendenze della città di Assisi rendono la visita con i passeggini piuttosto faticosa. Inoltre, essendo una città turistica, troverete prezzi della ristorazione in linea con quelli di città quali Roma o Firenze se vi rivolgete agli esercizi più vicini ai luoghi francescani.

Itinerario Francescano/1

Questo è un percorso light: non è onnicomprensivo, ma fattibile con i bambini. Iniziamo la visita dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli. Al suo interno è contenuta la Porziuncola, la chiesetta in cui San Francesco comprese la sua vocazione e accolse santa Chiara e i primi frati. L’ampio piazzale antistante la Basilica e il vicino parco giochi permettono di far sgranchire i bambini dopo il viaggio o di effettuare una breve sosta merenda. Considerate almeno 30 minuti per la visita.

A questo punto Assisi può essere raggiunta dalla Basilica con la linea C del bus o in auto. La fermata Piazza Unità d’Italia è proprio sotto la Basilica di San Francesco. Divisa in inferiore e superiore, la visita alla Basilica con i passeggini non è agevole. La cripta dove sono contenuti i resti del Santo ha un accesso piuttosto ripido così come il collegamento tra le due chiese. Usciti dal portale delle Basilica superiore è possibile godere del bel paesaggio della valle. Vi consigliamo a questo punto di visitare il vicinissimo Bosco di San Francesco, dopo potrete anche fare un pic nic. Terminata la visita al bosco vi rimarrà un po’ di tempo per girovagare per le limitrofe stradine.

Itinerario Francescano/2

Usciti dalla Basilica, se si hanno bambini più grandi, intorno ai 10 anni, è possibile rendere un po’ più ricca la visita ai luoghi francescani. Raggiungendo via Santa Chiara è possibile visitare prima la Chiesa dedicata alla santa e proseguendo si arriva a San Rufino, la cattedrale della città. Volendo si può fare una rapida deviazione verso la Chiesa Nuova che è posta vicino alla casa natale di San Francesco. Davanti alla Chiesa di Santa Chiara c’è un ampia piazza in cui si può sostare per un rapido pasto. La visita alle due Chiese occupa circa un paio di ore. Vi consigliamo, per terminare il pomeriggio, di salire oltre San Rufino, fino a Piazza Matteotti. Da qui raggiungete per una pausa di relax i Giardini Regina Margherita. Poi potete scendere nuovamente a Santa Maria degli Angeli utilizzando sempre la linea C.

Itinerario Romano

Se si conosce già Assisi e i suoi luoghi Francescani potrete essere interessati ad un itinerario alternativo: quello romano, meno noto ma molto ricco. A causa delle costruzioni di età comunale sovrastanti quelle romane, buona parte dei resti si trova sotto terra. Il Foro Romano si presenta come un sotterraneo dell’attuale piazza medievale, per esempio. Solo il Tempio di Minerva con la sua facciata a sei colonne e convertito in chiesa, è visibile dalla piazza. La visita al foro è possibile in combinazione all’ingresso al Museo Archeologico di Assisi. Dalla stessa piazza, partono i tour guidati organizzati da Sistema Museo alle Domus Romane, anch’esse sotterranee.

Proseguendo fino a San Rufino è possibile visitare la cisterna romana. Utilizzata come basamento per il campanile, la cisterna del II secolo a.C. è visibile da dentro la cattedrale. Poco lontano, in zona Porta Perlici sono visibili i resti dell’anfiteatro e del teatro romano. Del primo resta un arco in cunei di travertino, mentre l’arena è oggi un giardino. Del secondo sono visibili solo tre arcate di secondo ordine. Tutto l’itinerario dura circa 6/8 ore incluse le visite guidate alle domus, al foro e al museo.


Continue Reading
assisi-visitare-la-piccola-pompei

ASSISI: VISITARE LA PICCOLA POMPEI

Per chi ha deciso di visitare Assisi c’è un appuntamento da segnare in agenda oltre i normali itinerari legati al turismo religioso e storico: le visite domenicali alla “piccola Pompei” di Assisi. Sotto la città medievale, infatti, si nasconde l’antica città romana, di cui sono stati ritrovati alcuni resti. Tra questi le più importanti sono la Domus di Properzio e la Domus del Lararium, visitabili le domeniche e nei festivi con tour guidati. Le due Domus non sono luoghi musealizzati e solitamente non sono aperti al pubblico: visitarli tramite i tour è perciò un’occasione da cogliere al volo. Esiste anche la possibilità di prenotare tour per due persone su appuntamento.

Assisi: visitare la piccola Pompei

La particolarità delle due domus, da cui il nome di “Piccola Pompei” di Assisi, è la presenza di decorazioni e pavimentazioni originali, con marmi e mosaici, ma soprattutto la permanenza di affreschi estesi fino ad un’altezza di 4 metri. Non esistono, infatti, ritrovamenti a nord di Roma con esempi di pittura parietale romana intatti come questi.

La Domus di Properzio è stata portata alla luce nell’Ottocento e negli anni ’50 del Novecento. Sono visitabili tre locali ed un portico coperto (cripto portico) e riccamente affrescato. La Domus del Lararium è stata invece scoperta a seguito dei lavori di ristrutturazione a carico del sovrastante palazzo Giampè eseguiti dopo il terremoto del 1997.

La prenotazione della visita è obbligatoria (Call Center Sistema Museo 199.151.123 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 15:00) – callcenter@sistemamuseo.it; IAT Assisi tel. 075.8138680 – assisi@sistemamuseo.it). La partenza è alle ore 15:00 dallo IAT di Assisi, in piazza del Comune, 22. Il costo è di € 8,00  a persona; biglietto ridotto di € 4,00  dai 7 ai 14 anni e gratuito sotto i 7 anni.

La visita con i bambini:

Consigliamo di visitare le domus con bambini di età almeno pari a 6/7 anni. In questo modo potranno affrontare senza fatica l’ora e mezza necessaria alla visita del circuito. Saranno anche più facilmente coinvolgibili dal fascino di visitare luoghi nascosti, giocando anche un po’ a fare l’archeologo. La visita è possibile anche con bambini piccoli, sotto i due anni, ma solo con fascia o marsupio ergonomico. L’uso del passeggino è difficoltoso, sia per raggiungere dal punto di ritrovo la prima domus, che nell’accesso alle aree archeologiche. L’uso del passeggino, in realtà, è sconsigliato per la visita in generale di Assisi, in quanto caratterizzata da numerose salite e discese ripide e faticose da afforntare, con scale e scalette che spuntano a sorpresa tra i vicoli della città. L’uso di fasce o marsupio rende invece molto agevole la visita  a questo borgo patrimonio dell’umanità. Con bambini dai 3 ai 5 anni ci sentiamo di sconsigliare la visita per motivi di sicurezza. L’accesso ai luoghi può essere difficoltoso con bambini particolarmente vivaci che quindi possono sfuggire di mano. In particolare nella Domus del Lararium la sistemazione è in sicurezza ma non a sufficienza per visitatori così giovani.


Continue Reading