Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : baby sitter

tata

RITORNA MARY POPPINS: MA TU HAI TROVATO LA TATA PERFETTA?

Torna al cinema la tata più amata dai bambini: Mary Poppins! Molto magica, a volte severa, a volte leggera come una piuma, è la tata ideale non solo per i bambini, ma per sistemare l’intera famiglia. Ma voi, la vostra tata perfetta l’avete trovata?

LA TATA PERFETTA

Per le mamme che lavorano la tata è una figura fondamentale: è la persona di cui si fidano e a cui affidare per tante ore al giorno i propri bambini. Diventano parte della famiglia, pur essendo comunque un rapporto lavorativo. Per questo è bene stabilire alcune regole da condividerle da subito, perchè il rapporto sia sereno e proficuo per tutti, soprattutto per i nostri figli.

I ritmi

Quando la baby-sitter passa la maggior parte del tempo con i bambini, perchè non vanno a scuola, magari, è bene pianificare insieme la sua giornata. Stabilire quando mangiare o fare i riposini non è un fatto secondario: permette alla mamma di avere un bambino non stanco al suo rientro e con cui potrà condivire del tempo ad esempio.

La sicurezza fuori casa

In caso di bambini più grandi capiterà che saranno accompagnati dalla baby-sitter a diverse attività quotidiane. Il rispetto da parte della tata delle norme di sicurezza essenziali (cinture allacciate, non si fa scendere il bambino da solo in un parcheggio, ecc…) deve essere più che chiaro. Così come devono esserci regole chiare su quali tipi di attività all’aperto possono essere fatte e dove.

La sicurezza dentro casa

Soprattutto con bambini intorno all’anno, deve essere richiesta un’attenzione particolare per la sicurezza domestica. Se è vero che la casa deve essere predisposta dal genitore in modo corretto, è vero che dobbiamo pretendere un controllo accorto da parte della baby-sitter.

Cosa si mangia?

A parte i casi di intollerenze dove il rispetto delle regole è più che ovvio, anche per i bambini senza particolari problemi alimentari vanno stabilite delle regole. Quando e quanti biscotti si possono concedere? Che tipo di merenda? Sono previsti piccole eccezioni o no? In ogni caso, dobbiamo noi per prima cosa mettere la tata nelle condizioni di poter dare il cibo corretto, ma è bene anche decidere e prevedere delle eccezioni che comunque reputiamo tollerabili.

Tecnologia: si o no?

Può la tata far vedere un video sul cellulare o far usare un tablet? La percezione della tecnologia e soprattutto della sua fruizione può essere diversa tra genitore e babysitter. Per questo è importante stabilire prima come e quando è possibile usarla, se lo si ritiene opportuno, soprattutto quando si hanno bambini più grandi!

I “no” che sono “no per davvero”

Fate una lista breve (quattro, cinque punti non di più) di cose che assolutamente sono vietate a casa vostra. Ma anche di cose che sapete possono essere concesse in condizioni di stress particolare del bambino. Il ciuccio fuori orario nanna, un biscottino, un certo cartone: nessuno conosce meglio di noi i nostri bambini e soprattutto all’inizio possiamo dare qualche strumento in più alla tata per riuscire a gestire situazioni di tensione particolare per il bambino.

Ora, se vi abbiamo un po’ chiarito le idee, non vi resta che cercare la vostra tata perfetta, magari facendovi aiutare dalla rete!


Continue Reading
baby sitter

BABY SITTER: LA SOLUZIONE SU MISURA

Ci siamo, ormai sono chiuse anche le scuole dell’infanzia e molti nidi comunali: i bambini più grandi sono a casa già da un bel po’. Come fare a tamponare fino alla fine dell’estate? Il problema oltre alla pianificazione costante, diventa anche la gestione delle emergenze: quando hai bisogno di un aiuto all’ultimo momento perché il nonno incaricato non può, o perché il campus con le sue mille attività diverte, ma alla lunga stanca troppo.

La soluzione potrebbe essere una baby sitter, ma durante il periodo estivo può essere a volte molto difficile. Incastrare vacanze proprie e altrui può essere fonte di stress. Alle tante mamme che lavorano, ma anche a quelle che stanno a casa e che magari devono affrontare da sole un periodo di vacanza al mare o in montagna con i bambini, viene in soccorso il portale Sitter-Italia.it.

Nato nel 2009 dall’idea di un papà olandese in difficoltà per la gestione dei propri due figli durante il lavoro, il primo portale dedicato al baby sittering nasce proprio per aiutare tutti i genitori a trovare rapidamente, in modo comodo ed economico, la baby sitter perfetta. Oramai ci affidiamo al web per risolvere piccoli e grandi problemi quotidiani, perché non farci aiutare nella ricerca di un aiuto per i nostri ragazzi? Il successo di questa semplice ma geniale idea è tale da diffondersi velocemente in altri Paesi europei, tra cui l’Italia. In soli due anni Sitter-Italia.it è diventato il più grande sito tra i partner europei con 172.000 iscritti fino ad oggi, tra baby sitter e genitori.

Il successo del portale è dovuto alla grande  flessibilità nella ricerca, finalizzata all’individuazione di una baby sitter ‘proprio come la vuoi tu’ (per orari, disponibilità e caratteristiche). E per la possibilità di selezionare una persona fidata nella medesima zona abitativa della famiglia.

Ma come funziona sitter-italia.it?

Il sistema è semplice: i genitori possono registrarsi gratuitamente e andare alla ricerca della baby sitter nella zona di riferimento, visionandone la foto, il curriculum, la disponibilità, le lingue parlate, le eventuali referenze, le mansioni per le quali si propone. Per un approccio più che mai concreto, la baby sitter è invitata a pubblicare inoltre una propria breve intervista in cui racconta il suo modo di approcciarsi ai bambini e all’attività. Allo stesso tempo, i genitori possono inserire il proprio annuncio di lavoro all’interno del portale. Per genitori e babysitter la registrazione è gratuita, così come la risposta alle domande e alle offerte di lavoro. Non vi resta che collegarvi al portale e cercare la baby sitter più adatta per voi!

Vi segnaliamo, inoltre, la presenza nel portale della sezione Genitori in contatto, un ulteriore servizio offerto che dà la possibilità alle famiglie di valutare la condivisione della baby sitter, l’organizzazione congiunta del dopo scuola e tanto altro, per il supporto alla quotidianità e al risparmio nella famiglia.


Continue Reading