Tag Archives : #BedInItaly

Outfit per una mamma

OUTFIT PER UNA MAMMA… COME TE!

Spesso vi suggeriamo mete e luoghi da visitare tutti insieme, con la famiglia. Oggi diamo sfogo alla nostra vena più fashion per parlarvi invece di cosa indossare nelle gite che vi suggeriamo! Giochiamo con voi a fare le Ferragni della situazione insomma: giocate con noi!

Outfit per una mamma sporty

Iniziamo con un look molto comodo e sportivo: leggings & t-shirt. Un look che probabilmente molte di noi indossano quando sfrecciamo da un posto all’altro nella versione mamma-autista/accompagnatrice. Ai leggings in cotone abbiamo abbinato una maglietta furba: la parte posteriore è più lunga dell’anteriore, giusto per non dimenticarci che i leggings non sono pantoloni! Un tocco trendy lo diamo con le stelle, presenti sulla maglia, ma anche sulle sneakers. Comode e cosparse di Star Dust! Questo abbigliamento, targato Esprit, può andare bene per praticamente qualsiasi gita, dal picnic, alla passeggiata su terreno piano.

Outfit per una mamma trendy

Una gita al lago? Allora c’è bisogno di star comode, ma senza rinunciare ad un pizzico di vanità. Vi sarete accorte che quest’anno le righe vanno su tutto. Noi le abbiamo abbinate ai Denim casul da risvoltare con stretch per essere più comode (proprio queste qui). Visto che andiamo verso il caldo vi proponiamo anche l’abbinamento con il pantaloncino corto. Sandalo aperto blu con il maglioncino abbinato (che non si sa mai!) a completare il look.

Outfit per una mamma posh

Diciamolo: ogni tanto è bello anche sentirsi un po’ più eleganti e più belle, magari con un vestito. Visto che le righe sono uno dei must di questa stagione ecco la nostra proposta. Un abito svasato 100% lino, fresco come solo il lino sa essere. La gonna ondulata con le due pieghe e la cinta in vita rende il taglio particolarmente adatto alle classiche forme mediterranee. Lo abbiamo abbinato con un paio di espadrillas super comode (perché una mamma anche con un vestitino deve correre) e la borsa in tema. Una borsa piccola, per cui non dimenticate a casa quella del cambio!


Continue Reading

DOLCE DORMIRE CON DORELAN

Siate sincere: quando è stata l’ultima volta che avete dormito come si deve? Che vi siete alzate riposate, stiracchiando appena, appena la schiena? Millenni fa, suppongo. Certo il fatto di avere dei bambini piccoli, con i loro numerosi risvegli, rende il sonno per ovvi motivi sempre troppo poco. Ma sarebbe importante che almeno quel poco fosse di qualità. Dormire bene, per vivere meglio insomma!

Una visita in Dorelan

Come mamme ci sentiamo particolarmente interessate dalla questione buon riposo, per cui quando abbiamo avuto modo di visitare il negozio DorelanBed di Ponte San Giovanni abbiamo colto l’occasione al volo! Le due consulenti del riposo Francesca e Patrizia, ci hanno fatto conoscere meglio il mondo Dorelan. Un mondo fatto di qualità e cura per i prodotti, un mondo tutto made in Italy. Ma sul serio: tutto ciò che compone i materassi della Dorelan è realizzato in Italia, a partire dal MyForm con cui sono prodotti. Lo studio che c’è dietro ai singoli prodotti è veramente incredibile, ed anche solo visitando il negozio si percepisce la cura per il singolo dettaglio. I materassi Dorelan sono solo di due tipi: a molle insacchettate o in MyForm. In questo modo riescono a sostenere in modo corretto il corpo senza costringerlo in scomode posizione. Inoltre, a differenza di altri materiali, viene garantita la perfetta areazione del materasso evitando l’accumulo di umidità.

Di tutti i prodotti, ci ha colpito Flip, un materasso pensato per i bambini che crescono. Nella nostra esperienza, i materassi per bambini, superata la fase culla, non sono pensati apposta per sostenere un fisico in veloce e costante crescita. Flip, invece, fa proprio questo: è un materasso che cambia con il bambino, accompagnandolo dai 3 ai 13-14 anni circa. Basta girarlo e posizionarlo in modo corretto, così da sfruttare le sue quattro modalità di utilizzo. In questo modo si evita di iniziare a creare o peggiorare problemi di schiena.


Questo post nasce da una vera conversazione e collaborazione con Dorelan su own your conversation

Continue Reading