Tag Archives : benessere femminile

haloterapia

CURARSI CON L’HALOTERAPIA: LA CLINICA DEL SALE A PERUGIA

In vista dell’inverno, delle influenze, delle allergie e dei problemi respiratori che caratterizzano la stagione fredda e che sono il cruccio di genitori e bambini, oggi parliamo della Terapia del sale. Ormai praticata in moltissimi centri, è una terapia di successo per combattere i malanni di stagione ed aiutare i nostri piccoli a star meglio nei periodi più freddi. Un alleato sicuro contro raffreddori, influenze e il tanto temuto broncospasmo, utilissimo come coadiuvante per le tonsilliti e per i bambini che soffrono di adenoidi.

Ci siamo informati, abbiamo parlato con chi ne sa più di noi: personale competente, pediatri, otorini, istituti di allergologia ed anche con chi questa tecnica la pratica e la offre con successo, da anni. Siamo andati a visitare la Clinica del Sale di Perugia ed abbiamo fatto una chiacchierata con la titolare, Daniela Rossi: ecco cosa abbiamo scoperto.

L’Haloterapia a Perugia

Partiamo dalla base: l’Haloterapia che cos’è?

E’ un trattamento naturale che sfrutta le proprietà benefiche del sale, attraverso il quale vengono inalate le particelle di cloruro di sodio con un effetto estremamente benefico per l’apparato respiratorio perché, una volta inalato, il sale favorisce l’idratazione delle mucose e la fluidificazione del muco. E’ un pò come portare i benefici del mare in una stanza. Importantissimo, specialmente per chi come noi, vive in una regione dove il mare non c’è.

Quando e a chi è consigliato ricorrere a delle sedute di Haloterapia?

Questo trattamento è perfetto in presenza di bronchiti, sinusiti, ma può aiutare moltissimo anche in caso di asma e allergie e inoltre ha un effetto depurativo e benefico per la pelle, tanto che è molto consigliata per trattare l’acne giovanile.

Qual’è il periodo migliore per praticare questo trattamento?

Di sicuro il periodo autunnale è il più indicato per “prevenire”, ma l’utilizzo del trattamento nella stagione invernale, è di certo un grande alleato per “combattere” tutte le patologie legate a questo periodo e a cui specialmente i bambini sono molto esposti.

Quali benefici ci si devono aspettare da una seduta di Haloterapia?

L’Haloterapia porta ad un miglior funzionamento dei bronchi e dei polmoni, porta alla riduzione delle infiammazioni delle vie respiratorie e alla purificazione dei seni nasali e della pelle, soprattutto se praticata con costanza. Io consiglio sempre un ciclo di 10/12 sedute e spesso chi lo prova si porta dietro i benefici per tutto l’inverno.

Come si svolge una seduta di Haloterapia?

In realtà è un momento molto piacevole, perché il trattamento consiste semplicemente nell’entrare in una stanza completamente ricoperta di sale e lì rilassarsi per 30 minuti.
E’ di sicuro anche un’ottima occasione per stare insieme ai propri bambini e passare con loro del tempo di qualità e per di più salutare. La nostra struttura è pensata per accogliere tutti e dentro la nostra stanza, i più piccoli avranno a disposizione secchielli e palette per giocare proprio come se fossero su una spiaggia o guardare un cartone animato. Oppure si potrà leggere un bel libro o semplicemente chiudere gli occhi e godere dei benefici del mare, comodamente sdraiati nelle nostre poltrone ergonomiche.
Il relax e la privacy è inoltre garantita da un accesso limitato di persone a ogni seduta, in modo che ci sia posto sufficiente per tutti e che tutti possano godere della mezz’ora in perfetta comodità.

L’Haloterapia è un trattamento medico?

L’Haloterapia è un trattamento che non sostituisce la medicina convenzionale, ma è complementare ad essa. Possiamo dire che a oggi è una terapia che avvicina molti medici, soprattutto dopo che in molti congressi pediatrici è stato portato il risultato dell’unica sperimentazione italiana su bambini, effettuata presso il policlinico di Bari su l’haloterapia. Una sperimentazione effettuata proprio con il nostro dispositivo e la nostra cabina Aerosal che è un dispositivo medico secondo le direttive Europee 93/42 CEE. A tal proposito l’autorevole rivista scientifica International Jornal of Pediatric Otorhinolaryngology ha pubblicato tale studio proprio in virtù dei risultati ottenuti e cioè riduzione dell’ipoacusia e anche l’ipertrofia adenotonsillare. Visitando il nostro sito potrete trovare tutti i documenti che riguardano questi studi.

L’Haloterapia è sicura?

Assolutamente sì se effettuata in centri con certe caratteristiche. Nella nostra struttura impieghiamo un erogatore salino a secco, Aerosalmed, che è un dispositivo medico riconosciuto, registrato e conforme alle normative. Il suo utilizzo, insieme alla camera salina (ovvero alla stanza dove parete e pavimento sono completamente coperte di sale), ha poteri disinfettati, purificanti e fluidificanti. L’utilizzo di queste due tecniche abbinate, inoltre, fa sì che i nostri trattamenti siano svolti in un ambiente secco e non con erogatori nebulizzanti che possono generare muffe e portare al prolificare dei batteri. Solo in caso di certe patologie, che noi elenchiamo sempre ai nostri clienti, c’è la necessità di informarsi dal proprio medico prima di iniziare i trattamenti. Oltre a questo possiamo affermare con totale sicurezza che le sedute di Haloterapia del nostro centro sono del tutto sicure e possono essere praticate per questo da tutti.

Ecco, da mamma vi dico che, in vista dell’inverno e di tutti i problemi che questo porta con se, un ciclo di Haloterapia per noi e per i nostri bambini, non può che farci bene e la Clinica del Sale è il posto giusto e sicuro dove praticarla.
Visitate il loro sito per avere tutte le informazioni che vi servono e contattateli per conoscere i convenienti pacchetti e tutte le promozioni in atto.

 

Clinica del Sale di Perugia
Il Mare in una stanza
Via Campo di Marte 8/p/4
Perugia
Tel. 075/3723379
mail: info@clinicadelsaleperugia.it

Continue Reading

TRATTAMENTI ESTETICI A PROVA DI GRAVIDANZA

Nessun altro periodo, come i nove mesi di gravidanza, mette così a dura prova l’autostima della donna sulla sua bellezza e femminilità e più in generale, sul suo aspetto fisico.

Il corpo subisce così tanti cambiamenti che, nonostante la felicità per quel che si sta vivendo, spesso si finisce per guardarsi allo specchio e non riconoscersi più. Non è solo il peso che aumenta, a trasformare la figura della donna, ma anche la consistenza della pelle che cambia, le smagliature che possono comparire nei punti critici, i seni che diventano pesanti e modificano la propria forma, le gambe gonfie e la circolazione che rallenta: insomma, di motivi per non sentirsi più belle e attraenti, nonostante la femminilità che una donna in attesa possa trasmettere, sono tanti.

Cambiamenti durante la gravidanza

Prima di tutto è importante sapere che nessuno di questi cambiamenti è, o resterà, definitivo. Una volta che il parto sarà avvenuto, anche se ci vorrà del tempo, ci riapproprieremo del nostro corpo e molte cose si aggiusteranno.  Il peso tornerà a scendere, la circolazione riprenderà i suoi ritmi, le gambe si sgonfieranno e noi torneremo a sfoggiare il nostro corpo con soddisfazione e orgoglio e in più lo faremo con un piccolo tra le braccia.

Oltre a questo, è altrettanto importante tenere a mente che la cura del nostro corpo non deve assolutamente essere abbandonata perché siamo in attesa; anzi, forse proprio per questo, e in vista dei grandi cambiamenti che ci attendono, va curata ancor di più e con rimedi efficaci per tenere a bada quegli antipatici “effetti collaterali” di cui parlavamo sopra. L’importante è farlo tenendo a mente qualche suggerimento e magari seguire i consigli di un esperto di bellezza che saprà guidarvi, non solo verso i trattamenti più efficaci, ma anche verso quelli più sicuri per voi e per il vostro bambino.

I consigli di Sonia

Abbiamo fatto una chiacchierata con Sonia, esperta di bellezza che gestisce da 16 anni il Centro Estetico Eternity che ci ha spiegato bene il perché è così importante prendersi cura del proprio corpo anche in gravidanza e di come sia possibile farlo in totale sicurezza.

La gravidanza è di sicuro il momento più delicato della vita di una donna e la cura del proprio corpo è uno dei passi da compiere per un benessere psicologico che duri per tutti i nove mesi. Non tutti i trattamenti estetici sono consigliabili in gravidanza perché, nonostante non sia mai stato dimostrato la loro nocività per il feto, richiedono prodotti che, in via precauzionale, è preferibile evitare. 

Tra i trattamenti da preferire in gravidanza ci sono senza dubbio i massaggi, perché oltre all’effetto benefico sul fisico, si ripercuotono su tutta la persona, creando una sensazione di benessere importantissima in un periodo così delicato.

Nessuna controindicazione per i MASSAGGI DRENANTI, perché grazie a degli sfioramenti ritmici e leggere pressioni si migliora la circolazione linfatica e il microcircolo, favorendo il drenaggio dei liquidi e l’azione detossinante.

Perfetto come coadiuvante per evitare la comparsa delle smagliature è invece il MASSAGGIO ALL’OLIO D’OLIVA. Un dono della natura, prezioso e insostituibile per le sue elevate proprietà emollienti e ammorbidenti e per la sua capacità di portare nutrimento alla cute, regalando una pelle luminosa e dall’aspetto rilassato.

Tra i trattamenti estetici veri e propri, consiglio invece il PRESSOMASSAGGIO, una sorta di massaggio meccanico che genera una pressione sulle parti del corpo da trattare e favorisce lo scorrimento dei liquidi. E’ utilissimo per combattere la ritenzione idrica e la comparsa di cellulite, aiuta nel caso di pesantezza delle gambe e può essere praticato in assoluta sicurezza

Nella parte finale della gravidanza, la pancia molto ingombrante potrebbe rendere poco agevole, l’esecuzione dei trattamenti estetici. Nel nostro centro sono disponibili per questo, dei lettini e degli accessori a tale scopo, che permettono alla futura mamma di restare sdraiata e al tempo stesso comoda. 

Oltre al corpo, può essere trattato anche il viso che, a causa degli ormoni, può risultare grasso e con la tendenza a brufoli e punti neri. Una PULIZIA DEL VISO fatta da mani esperte e con prodotti naturali, può ridurre di molto il problema. 

Nessuna controindicazione per MANICURE e PEDICURE, anzi consigliate per essere in ordine subito dopo il parto, quando prendersi cura di se, sarà di certo più difficile. Sono assolutamente vietate, invece, le sedute di solarium perché gli ormoni della gravidanza possono, in seguito al loro utilizzo, creare delle macchie scure sulla pelle. 

Oltre a questo consiglio sempre di utilizzare un idratante e una crema o olio specifico per smagliature, durante tutti i nove mesi, fare un po’ di movimento, leggero ma costante, e affidarsi sempre alle mani esperte di professionisti.

Volete provare i trattamenti della nostra esperta? Ecco tutti i recapiti!

Centro Estetico Eternity
Via Villa Pitignano 2/B/3 – 06134 Villa Pitignano, Perugia
Tel. 075 5913944 – Cell. 338 8418686
www.centroesteticoeternity.com – soniaeternity@libero.it


Continue Reading
indispensabili per il mare

GLI INDISPENSABILI PER IL MARE

Cosa mettere in valigia prima di partire per le vacanze? Oltre a costumi e parei ci sono oggetti che, in vacanza, potrebbero semplificarvi la vita e per cui vale la pena trovare un posticino.

Gli indispensabili per il mare

PER ESSERE SEMPRE AL TOP!

State per uscire, avete appena completato il look, siete strepitose e pronte a godervi la vostra giornata al mare o la vostra serata d’estate? E poi spunta lui, un pelo, là proprio dove non dovrebbe esserci e si vede così bene da rovinarvi l’umore. Niente panico VEET SENSITIVE PRECISION fa al caso vostro. Ritocca e definisce le parti più sensibili del corpo, in una sola passata. Veloce e delicato, è proprio quello che ci vuole in estate per i ritocchi veloci, ma è così piccolo che si può portare ovunque, persino in borsetta.

PER ESSERE SICURI IN ACQUA

Una novità assoluta per quest’estate e perfetto per mare, lago e piscina: BRACCIALETTO ANTI ANNEGAMENTO. Per i ragazzi che fanno le loro prime esperienze in autonomia in sport acquatici, per i “nuovi” nuotatori, o semplicemente per chi in acqua non si sente sicuro. Si tratta di un semplice braccialetto da mettere al polso il cui funzionamento è molto semplice. All’occorrenza, un piccolo gesto attiverà la boa di galleggiamento rendendo la permanenza in acqua molto sicura.

PER LA TUA COMODITÀ

In spiaggia stendiamo il telo, per poi trovarlo dopo neanche un minuto pieno di sabbia; così ci rialziamo lo puliamo e lo stendiamo di nuovo. Dopo neanche un minuto siamo al punto di partenza e specialmente se abbiamo bambini, alzarsi per pulirlo di nuovo è del tutto inutile. Il TELO ANTISABBIA è di un tessuto “setaccio” che spazzerà via la sabbia senza che ve ne accorgiate. Nel caso in cui la quantità di sabbia fosse elevata, basterà semplicemente una passata della mano e il telo tornerà pulito.

E perché non regalarci anche la comodità di un LETTINO GONFIABILE? Poco ingombrante e leggero, sta in una semplice sacca zaino e all’occorrenza diventa un divano, un lettino per la spiaggia e anche un materassino galleggiante per il mare.

PER DIVERTIRSI

Sotto l’ombrellone, nelle ore più calde, che ne dite di una partita a UNO? Gioco divertentissimo che piace a tutti e adatto ai bambini dai 6 anni in su. Per il mare e la piscina esiste anche la versione impermeabile del gioco, UNO H2O.


Continue Reading
ciliegia

LA CILIEGIA E’ IL FRUTTO DI MAGGIO

Basta guardarsi intorno, le numerose sagre e feste paesane che ci sono in questo periodo in suo onore, la dicono lunga: la ciliegia è il frutto per eccellenza del mese di maggio e di questa tarda primavera. Golosa, dolce, succosa e poco calorica, è l’ideale per tutti e si può gustare in mille modi.

La maniera migliore per assaporare le ciliegie sarebbe di certo seduti sopra il ramo di un albero, ma purtroppo è roba di altri tempi; nessuno lo fa più e non è nemmeno così semplice trovare un ciliegio in giardino, quindi spesso ci si deve accontentare di quelle in commercio che hanno comunque un sapore che accontenta tutti.

La ciliegia è inoltre un frutto che si presta a tante preparazioni diverse: dalla classica torta, allo sciroppo, ai cioccolatini e le mousse. Si presta ad abbinamenti classici ed insoliti, a quelli dolci e, per i più audaci di palato, salati. Con il frutto per eccellenza di maggio, vi potete veramente sbizzarrire.

Alcune idee su come gustare la ciliegia:

TORTA ALLA CILIEGIA

Cosa serve:

  • 500 gr di ciliegie
  • 80 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 3 uova
  • 100 ml di panna
  • 90 gr di farina

Come si fa:

Lavare le ciliegie, asciugarle e dividerle a metà privandole del nocciolo.
Sciogliere il burro.
In una ciotola mescolare bene uova, farina e zucchero, aggiungere il burro e la panna.
Amalgamate fino ad ottenere un impasto privo di grumi.
Imburrate una tortiera e disponete parte delle ciliegie sul fondo a testa in giù.
Versate il composto sopra in modo da ricoprirle tutte.
Aggiungete le restanti ciliegie ed infornare per 40 minuti circa in forno preriscaldato a 190 gradi.

Lasciate raffreddare la torta e spolverizzate con zucchero a velo.

BICCHIERINI RIPIENI

Cosa serve:

  • 500 gr. di ciliegie
  • 250 gr di yogurt o formaggio fresco

Come si fa:

Lavare e snocciolare le ciliegie.
Metterle in un pentolino con 60 gr. di zucchero e lasciarle cuocere a fuoco lento coperte.
Nel caso abbiate deciso di usare un formaggio (es. ricotta), frullatelo per ottenere una mousse. Nel caso in cui utilizzate yogurt, che è già di per se cremoso, questo procedimento non serve.
Disponete sul fondo dei bicchierini una cucchiaiata di sciroppo di ciliegia ottenuto precedentemente. Coprite con uno strato di formaggio e ricoprite con un ulteriore strato di ciliegie.
Per decorare potrete usare a seconda del gusto, zucchero a velo, di canna, cacao, cannella, frutta secca o delle semplici foglie di menta.

FRULLATO DI CILIEGIA

Semplicissimo da fare perché gli unici ingredienti necessari saranno le ciliegie e un pò di acqua. Occorre solo avere la pazienza per togliere il nocciolo a tutte, metterle nel frullatore, aggiungere un pò d’acqua (o di latte, nel caso qui vorreste un frappè) e frullare fino a raggiungere la consistenza desiderata. Il frullato di ciliegia non è solo buono, ma è anche una sana bevanda, è antiossidante, è depurativo e antinfiammatorio: un toccasana su tutti i fronti che non può mancare nelle merende di primavera.

Queste ricette sono semplici da realizzare e facili da fare anche con l’aiuto dei bambini: buona merenda di maggio a tutti!


Continue Reading
orto sul terrazzo

L’ORTO SUL TERRAZZO

Coltivare un orto è il sogno di molti che però spesso non viene esaudito perché si hanno, o meglio si crede di avere, delle difficoltà oggettive che ne impediscono la realizzazione, primo tra tutti lo spazio esterno. In realtà anche un balcone o un piccolo giardino si prestano bene per la coltivazione di alcuni tipi di piante, fiori e ortaggi. Quello che serve è scegliere cosa coltivare, farlo nel giusto modo e con un pò di pazienza aspettare i primi germogli. Coinvolgere  i bambini nella realizzazione dell’orto poi è di sicuro un ottimo modo per passare del tempo con loro, che gli permetterà di essere più consapevoli di cosa mangiano e da dove arrivano le verdure.

LE PIANTE GIUSTE PER IL NOSTRO ORTO!

Di sicuro le piante aromatiche come il basilico, prezzemolo, salvia, si prestano benissimo a coltivazioni da terrazzo. Ma potete cimentarvi anche con alcune tipologie di insalate, con i pomodori e le zucchine. Tra i frutti, le fragole sono senza dubbio le più adatte per la coltivazione in vaso. Esistono anche dei veri e propri Kit ortaggi stravaganti da coltivare in vaso.

I VASI GIUSTI

Di sicuro i migliori sono in terracotta, ma se siete alle prime armi, potete provare anche con quelli di plastica, purché abbiano dei fori sul fondo per far scorrere l’acqua ed evitare che ristagni. Scegliamoli  della misura giusta e con la profondità adeguata al tipo di pianta. Volendo, praticando dei fori, è possibile anche utilizzare i sacchi del terriccio come vasi. Se avete poco spazio, invece, potreste pensare ad usare un Kit per orti verticali.

UTILIZZATE UN BUON TERRICCIO

Non lasciatevi incantare dei prodotti a basso costo perché, per le coltivazioni in vaso, la qualità del terriccio è fondamentale se si vuole una buona riuscita. Sul fondo del vaso potete aggiungere anche un pò di sabbia grossa, per aiutare il drenaggio dell’acqua e insieme al terriccio unite un pò di concime naturale: vanno benissimo i fondi del caffè.

QUANDO PIANTARE?

Ogni pianta ha il suo periodo, ma per gli orti in vaso, l’inizio della primavera è di sicuro un ottimo momento. Per programmare le semine può essere utile documentarsi. Volendo potete anche attrezzarvi con una mini serra da usare come semenzaio.

LA POSIZIONE GIUSTA

Il vostro orto dovrà essere esposto alla luce solare per gran parte del giorno, 6 ore circa e procedete all’annaffiamento al tramonto, versando l’acqua ai bordi del vaso e mai a pioggia sulle piante. Questa è una regola generale ovviamente: alcune specie preferiscono il mezzo sole; chiedete sempre al momento dell’acquisto!

Questi i consigli per iniziare nel migliore dei modi a coltivare un orto sul balcone. Per il resto, a parte un pò di pazienza, non serve granché e vedrete che i benefici ricavati saranno molteplici: il contatto con la natura, una potente attività antistress, la soddisfazione di qualcosa che nasce dalle nostre mani e il gusto di sapori veri a km.

(Su alcuni dei link dell’articolo, Umbria for Mummy ha un’affiliazione e ottiene una piccolissima quota dei ricavi, senza variazioni di prezzo per te. Comprando attraverso di essi ci aiuti a portare avanti il nostro progetto).


Continue Reading
9 mesi

“9 MESI” DIARIO SEMISERIO DI UNA GRAVIDANZA

La gravidanza, con i suoi nove mesi, è un momento molto delicato nella vita di una donna. Il corpo si trasforma, gli ormoni impazziscono dentro di noi, le ansie e le paure prendono il sopravvento, in più il “non sapere”, ci fanno sentire inadeguate al nuovo ruolo. Per affrontare tutto ciò e per non dimenticare la bellezza e la specialità di questo momento, perché non riderci su? Erika Mariniello l’ha fatto, ed insieme alla sua amica “la Cri” ha scritto un diario a quattro mani su questi sconvolgenti, ma indimenticabili nove mesi. Noi siamo andati a conoscerla per voi.

9 mesi: conosciamo le autrici

Ciao Erika, prima di raccontarci del tuo libro, parlaci un po’ di te come donna e come mamma. Come si amalgamano queste due figure?

Ciao Umbria for mummy e ciao a tutte le sue lettrici. Descriversi è sempre un po’ complicato. Per fortuna ci ha pensato la mia migliore amica (una delle due, lo sottolineo se no Emanuela si offende) Cristiana, la persona con cui ho scritto “9 mesi”. Sulla quarta di copertina del libro abbiamo pensato di descriverci a vicenda. Secondo Cristiana come donna sono una che ha carattere, sono curiosa e intraprendente. A questo aggiungo qualche difetto: sono una donna sempre iper impegnata, a volte un po’ troppo esigente e con un senso del dovere forse eccessivamente spiccato. Come mamma sono il contrario di quello che pensavo di essere: per nulla apprensiva, poco agitata e piuttosto paziente. E’ un ruolo in cui pensavo di calarmi completamente, invece, nonostante la nascita di mia figlia, ho ricercato fin da subito di riprendere in mano la mia vita e di non lasciar perdere le mie ambizioni e le mie passioni che mi caratterizzano da sempre. E’ d’obbligo parlare anche di Cristiana, mia amica dai tempi dell’università, giornalista di professione come me, spalla su cui negli anni ho riversato tutto, dalle preoccupazioni alle esperienze felici. Non potevo non condividere con lei anche i 9 mesi di gravidanza!

Come è nata l’idea del libro diario e perché hai sentito il bisogno di scriverlo?

Come tutte le belle idee, “9 mesi” è nato per caso. Alla base di tutto c’è una profonda amicizia come vi anticipavo. Con Cristiana, conosciuta sui banchi dell’Università, ho condiviso di tutto in circa 10 anni di intensa frequentazione. Appena sono rimasta incinta lei è stata la persona con cui ho condiviso dubbi, domande, momenti, perplessità. Vivere la gravidanza per una come me che pensa sempre troppo non è stato facile. Avere un compagno accanto come Simone, il mio fidanzato, è stato bellissimo, ma condividere questo momento con un’amica, non ancora madre, è stato il modo più facile per superare tante paure. Abbiamo iniziato a scriverci mail e messaggi, “9 mesi” è nato così, scritto a quattro mani proprio durante la mia gravidanza. Scritto in modo ironico perché io e “la Cri” (come la chiamo sempre io, da brianzola di nascita) amiamo scherzare sulla vita e prenderci poco sul serio.

Non vogliamo la trama completa per non rovinare la sorpresa, ma qualche anticipazione ce la dai?

Ovvio che sì. Vi anticipo che “9 mesi” è un diario a tratti anche illustrato e con qualche spazio per gli appunti delle “quasi” mamme o delle mamme che sono al secondo, terzo, quarto… figlio. E’ un insieme di pensieri veri, tutte esperienze realmente vissute e raccontate con il sorriso. Quaranta settimane e poco più di momenti vissuti e raccontati con ironia da due amiche, una “quasi” mamma alla sua prima esperienza da e una “quasi” zia, lontana anni luce dal pensiero di diventare madre.

Ci sembra che “9 mesi” sia un libro adatto a tutte, a chi mamma lo vuol diventare, a chi lo è appena diventata ed anche alle più veterane. Pensi che la maternità forse sia presa troppo sul serio?

La prima ad aver preso troppo sul serio la gravidanza forse sono stata proprio io. Ho aspettato 33 anni prima di provare a diventare madre e come specifico nel libro sono sempre stata molto, molto attenta. Poi quando sono diventata mamma ho capito di aver fatto benissimo a prendere questa cosa sul serio. La consapevolezza in un passo così importante è d’obbligo, ma come speriamo di trasmettere io e Cristiana nel libro, l’ideale è vivere i nome mesi che anticipano il vero cambiamento della vita, in modo semplice, sereno e divertente, come poi entrambe amiamo trascorrere la vita. Sì, hai detto bene questo libro è adatto un po’ a tutte: a chi sta per diventare madre queste pagine servono come accompagnamento in questo momento bellissimo; chi ha già vissuto l’esperienza può ricordarla leggendo questi “9 mesi”; chi ha fatto questo passo più volte o molto tempo fa, magari può tornare a pensarci su!

Cosa servirebbe oggi ad una mamma per vivere il suo ruolo in maniera più spontanea e, permettimi il termini, anche più spensierata?

Per me servirebbe non sentirsi troppo mamme. Non me ne voglia nessuno, ma essere mamma non preclude o esclude la possibilità di essere donna, compagna, di avere dei sogni e di perseguirli. Recentemente un’amica, Marzia, mi ha detto una cosa bellissima, più o meno così: “sei un esempio, nonostante tu sia madre porti avanti comunque i tuoi sogni, fai bene! Da quando sono diventata madre non ho smesso un attimo di lavorare, di realizzarmi. Sono una giornalista e mi occupo principalmente di viaggi e turismo e nonostante non sia facile, ho sempre cercato e cerco tutt’ora di fare quello che mi rende felice, anche viaggiare per lavoro ed essere impegnata. La spensieratezza è fondamentale per vivere bene i momenti che si riescono a passare coi figli. Anche se sembra una frase fatta vi assicuro che non lo è, l’importante secondo me è curare la qualità del tempo in cui si è madri e in cui si è donne. Essere donne è fondamentale nello stesso modo dell’essere madri, mogli o compagne.

Da quando sei mamma quali sono le aspettative che avevi e su cui ti sei dovuta ricredere?

Come dicevo prima mi sono riscoperta tutta un’altra madre rispetto a quella che pensavo di essere. Devo dire la sincera verità essere madre è difficile, faticoso e a volte molto più complicato delle aspettative, soprattutto con pochi aiuti e un lavoro da freelance. Nonostante tutto mi sento talmente appagata e felice di questa esperienza che la fatica e le preoccupazioni passano in secondo piano. Forse l’ideale, come in tutte le cose, sarebbe non farsele proprio le aspettative. Vada come vada rimane comunque il ruolo più bello da vivere nella vita.

Ora ti chiediamo un messaggio tutto per le nostre lettrici. Cosa vorresti dire alle nostre mamme?

Vorrei dirvi di sorridere, di vivere la gravidanza in modo felice. Non è vero che vi mancherà la pancia (lo dicevano sempre a me e in realtà sto benissimo senza). Non è vero che i dolori del parto si dimenticano (anzi, eppure superarli fa sentire davvero delle grandi donne). Quello che vorrei dire alle mamme è: “sentitevi importanti, camminate a testa alta e cercate di pensare al meglio per i vostri figli ma anche per voi stesse. Avete partorito o lo farete presto, non c’è niente di più bello e di più entusiasmante; sentitevi  forti ma non prendetevi troppo sul serio, anche e soprattutto come madri potete e dovete sbagliare”.

Aggiungo che vorrei ringraziare di cuore Cristiana, autrice insieme a me di “9 mesi”. La ringrazio per esserci sempre e per avermi accompagnato nella scrittura di questo libro che dà grandi soddisfazioni. Sono contenta anche che Simone Giaconi, editore marchigiano che non conoscevo, ci ha permesso di far diventare questa idea una realtà concreta e tangibile. Poi, se posso, ringrazio anche Simone che mi ha permesso di diventare madre e la mia di madre perché se non fosse stato per lei e per il suo sostegno forse “9 mesi” sarebbe ancora chiuso in un cassetto.

Se volete conoscerla meglio e saperne di più, Erika presenta il suo libro venerdì 24 febbraio a Gubbio, ore 18:15 presso la Biblioteca Comunale, Sala ex Refettorio, in Via Fonte Avellana 8.

Potete acquistare il libro di Erika  sul sito dell’editore e su Amazon.

Post scritto in collaborazione con Mammemarchigiane.


Continue Reading
mamma

QUELLO CHE A UNA MAMMA NON PUO’ MANCARE

Festa della mamma alle porte e ok, non siamo noi a doverci fare il regalo, però non è mica sbagliato donarci qualche coccola extra? E a tutti i papà qualche consiglio per non sbagliare dono… perché, secondo noi, ci sono cose che una mamma deve assolutamente avere.

Partiamo dal fatto che quello che sogna una mamma è sempre principalmente utile e pratico. Un oggetto capace di alleviarci qualche ingrato compito e che ci doni pure del tempo in più, tempo per noi, per quella passeggiata che rimandiamo da tanto, per il caffè con l’amica, per un libro sul divano, per un bagno rilassante o anche per non far assolutamente nulla. Non c’è mamma che non voglia con tutte le sue forze qualcuno che l’aiuti nelle faccende domestiche, in mancanza di volontari, un’aspirapolvere fai da te può rivelarsi un regalo prezioso. Tu lo carichi e lui gira per casa pulendo pavimenti, non cade dalle scale e schiva gli ostacoli. Non ha ne sacchetti ne ricambi ed occupa pochissimo spazio e a noi non resta che sederci sul divano con un buon libro in mano.

A proposito di libri, lasciando perdere manuali e manualetti che vogliono darci le istruzioni sul mestiere, vi consigliamo qualche titolo per riderci su, perchè sarà anche vero che “mamma” significa tante cose e nessuna di questa è facile, però lo è altrettanto non prendersi troppo sul serio, aiuta.

Manuale di sopravvivenza per neo mamme, piccoli trucchi, accorgimenti e tecniche per sopravvivere ai primi mesi del bambino: ingrediente base, l’ironia.

Mammabollita. Bolle di buonumore per mamme imperfette, le situazioni più esileranti su cui tutte, e dico tutte, siamo capitate almeno una volta.

I papà vengono da Marte, le mamme da venere, perchè se riusciamo a capirli meglio, comunichiamo di più e se comunichiamo di più tutto diventa più facile, da non dimenticare che siamo entrambi sulla stessa barca.

E se poi qualcuna di voi, presa dai mille impegni quotidiani, dal tetris giornaliero, si chiedesse come si fa a far tutto? Può trovare le risposte che cerca nell’omonimo libro di Allison Pearson Ma come fa a far tutto?

Tutti questi libri, per le amanti della tecnologia, potete trovarli in formato ebook;  ovviamente serve un Kindle Paperwhite  e per voi abbiamo scelto il migliore in circolazione.

Per mamme fashion e in attesa…

Maglietta premamam con coccinella e cuore

Maglietta premamam tetris piedini

Maglietta premamam per due gemelli


Continue Reading
tisana

DEPURARSI CON LA TISANA

Passate le feste di Natale, iniziato l’anno nuovo, salutata la Befana, è il momento dei buoni propositi e dei programmi.

Noi mamme amiamo programmare, ne abbiamo quasi un bisogno fisiologico. Dobbiamo pianificare. Sapere in anticipo cosa accadrà domani, la prossima settimana, il prossimo anno, ci permette di incastrare perfettamente i mille e uno impegni che abbiamo. Per questo programmiamo e facciamo propositi.

Il proposito più gettonato dell’anno nuovo è di certo la remise in forma, dopo le abbuffate intorno al tavolo e i sensi di colpa galoppanti, stiliamo un piano capace di farci sfilare sulle passerelle. Abbiamo poca pazienza è vero, e per questo usiamo soluzioni estreme per risultati veloci. Purtroppo non è così che funziona, non sarà un programma alimentare da fame e sedute sfiancanti in palestra, a toglierci quella fastidiosa pancetta o quel rotolino di troppo. Per essere efficace qualsiasi programma alimentare ha bisogno di costanza e tempo e anche noi mamme dobbiamo metterlo in conto. 

Un’alimentazione ricca di cibi sani, piatti unici, zuppe, tanta verdura, carne bianca e pesce. Un aiuto per i piccoli disturbi che l’alimentazione squilibrata delle feste ha portato, ci arriva dalle tisane, depuranti, drenanti, riequilibranti. Ce n’è per tutti i gusti e i preparati che si trovano in commercio, ci permettono di prepararle in pochi minuti. Noi donne, sempre attente alla linea e in perenne lotta con l’odiosa cellulite, ameremo senza dubbio LA TISANA ALLA BETULLA, dalle proprietà drenanti e anti/infiammatori. Efficace alleato per sgonfiare e prevenire il ristagno dei liquidi. Coadiuvante dei regimi alimentari disintossicanti e cura d’urto della cellulite. Basta lasciare in infusione qualche foglia di betulla in acqua calda, senza zuccherare. Utilissima per sgonfiare è anche LA TISANA AL CARCIOFO che si ottiene lasciando in infusione alcune foglie di carciofo. Per un maggior gusto è possibile aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna o di miele. La tisana al carciofo è utilissima per sgonfiare la pancia. Anche la combinazione MENTA E LIQUIRIZIA ha un effetto depurativo. Oppure il FINOCCHIO e TARASACCO. Un’erboristeria esperta saprà prepararvi la miscellanea giusta e indicarvi le quantità da bere a piccoli sorsi nell’arco della giornata. 


Continue Reading
baby-blues

BABY BLUES: SINTOMI, CAUSE E RIMEDI.

La nascita di un figlio è un evento straordinario, uno dei più importanti della vita di una donna e di certo il più sconvolgente. Come accade per tutti gli avvenimenti speciali, un carico di emozioni così nuove e di stati d’animo così intensi può essere difficile da gestire. Non è raro per questo, specialmente nei primi giorni dalla nascita del bambino, essere preda di sentimenti contrastanti e sentirsi travolte da uno stato d’animo malinconico. Essendo una condizione molto frequente, e che riguarda la maggior parte delle neo mamme, non deve destare particolare preoccupazione ed è importante sapere che fa parte di un processo del tutto naturale e che tenderà a risolversi man a mano con il passare del tempo.

Quali sono i sintomi?
È da ritenersi del tutto normale per esempio, specialmente nei giorni successivi alla nascita, sentirsi travolte da un’insolita malinconia, e da un sentimento d’inadeguatezza nei confronti del piccolo e del nuovo ruolo di mamma. Essere preda di crisi di pianto e momenti di sconforto e ansia senza che sussista un apparente motivo.

Da cosa dipende?
Le cause sono molteplici e questo stato d’animo può dipendere sia dai naturali scompensi ormonali, sia dalla stanchezza fisica sia un parto porta con sé ed anche la separazione dal bambino che è ora un’entità staccata dalla madre, gioca un ruolo fondamentale.

Cosa posso fare?

È importante per questo cercare fin da subito aiuto e conforto nelle persone vicine, il partner prima di tutto ma anche parenti e amici possono essere un prezioso aiuto per la neo mamma che potrà appoggiarsi a loro per un aiuto pratico ma anche per essere semplicemente ascoltata e capita. Non chiudersi in se stessi e non sentirsi in colpa per questi sentimenti che spesso, e inappropriatamente, vengono giudicati “strani” e “negativi”.
Anche se per i primi periodi il nostro tempo sarà assorbito quasi interamente dal bambino, inoltre, è di grande conforto, riuscire a trovare dei momenti per se, anche solo per un bagno rilassante in santa pace, o per una passeggiata in solitaria.

Quanto dura?
Questo stato che comunemente viene chiamato “baby blues”, costituisce una fase transitoria e tende a risolversi, in maniera quasi naturale man a mano che si entra sempre più nel ruolo di mamma e man a mano che si costruisce il legame con il bambino. Qualora i sintomi siano persistenti e non trovino sollievo o giovamento, da alcun tipo di appoggio o conforto, non esitate a parlarne con il vostro medico ginecologo che saprà indirizzarvi verso la migliore soluzione e ricordate che non si è deboli se si chiede aiuto, anzi è questo il primo passo per sentirci subito meglio.


Continue Reading
rimedi-anticellulite-home-made

RIMEDI ANTICELLULITE HOME MADE

Con l’inizio dell’anno inizia il conto alla rovescia: la prova costume! Anche e, se non siamo tra le fortunate che escono dall’inverno senza cm di troppo sparsi qua e là, è sempre l’ora di rimettersi in forma, con un’alimentazione sana equilibrata, un po’ di sport e qualche cura extra per il corpo, magari mirata a combattere il rilassamento cutaneo e la tanto odiata cellulite.

In commercio si trovano senza dubbio tanti prodotti di ogni fascia di prezzo, ma noi vi vogliamo proporre qualcosa di molto naturale, a bassissimo costo e tutto home made.
Il primo passo da compiere è preparare la pelle a ricevere i trattamenti e uno SCRUB AL COCCO, è quello che ci vuole.
Vi occorre qualche cucchiaio di zucchero bianco mescolato ad altrettanto olio di cocco, dalla profumazione veramente estiva, e qualche goccia di limone per rendere omogeneo il composto. Massaggiate lo scrub su tutto il corpo insistendo un po’ sui punti critici e sciacquate. Il risultato sarà una pelle morbida, rinnovata e pronta a ricevere i successivi trattamenti.
Efficace da provare, una volta a settimana, è l’IMPACCO SNELLENTE AL CAFFE’. Quello che vi serve sono dei normalissimi fondi da caffè che dovrete conservare in frigorifero, chiusi all’interno di un barattolo. Al momento del loro utilizzo, scioglieteli in poca acqua calda e aggiungete qualche goccia di olio essenziale (menta, rosmarino, limone, mandarino, ginepro) tutti perfetti per combattere l’odioso inestetismo. Spalmate l’impacco sui punti critici e avvolgeteli con la pellicola trasparente che usate abitualmente in cucina. Lasciate in posa per mezz’ora circa, quindi risciacquate.
Completate il trattamento di bellezza con l’applicazione di un OLIO ANTICELLULITE. Procuratevi olio di riso e oli essenziali adatti come anticellulite, la dose è ogni 30 gr di olio di riso, 30 gocce di olio essenziale, ad esempio 10 gr di olio di rosmarino, 10 gocce olio di limone, 10 gocce olio di menta.
Massaggiate l’olio, dopo la doccia sulla pelle ancora umida, gambe, glutei e addome, con dei movimenti circolari dal basso verso l’alto e pizzicottando leggermente fino a che non si sia completamente asciugato.
Se volete, potete aggiungere l’olio così ottenuto alla vostra abituale crema idratante per renderla più ricca e potenziarne gli effetti.

Continue Reading