Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : benessere

frantoi aperti 2018

FRANTOI APERTI 2018

E’ partito il 1 novembre e durerà fino al 25 FRANTOI APERTI 2018. L’iniziativa dedicata all’olio extravergine di oliva DOP Umbria giunta alla sua XXI edizione.

Frantoi Aperti 2018 si tiene nei quattro fine settimana del mese di novembre che è il mese della frangitura e dell’olio nuovo, e in queste giornate, i frantoi nel pieno della loro attività, rimangono aperti e visitabili con molte attività in programma sparse non solo per i frantoi, ma anche per i borghi, le piazze, gli uliveti e le aziende agricole.

Nel corso di Frantoi Aperti 2018 saranno inoltre visitabili anche luoghi speciali, musei, uliveti di raro prestigio, castelli e borghi nascosti, insomma un’occasione per trascorrere questi week end d’autunno tra le campagne della nostra regione e gustando un prodotto d’eccellenza, come l’olio extravergine, di cui l’Umbria va fiera.

Dopo la prima settimana, Frantoi Aperti 2018 continua in ogni parte dell’Umbria.

FRANTOI APERTI 2018 dal 10 all’11 novembre

Ad Assisi con UNTO 2018,  Arrone AMOR D’OLIO, Castel Ritardi FRANTOTIPICO, Passignano sul Trasimeno,OLIAMO 2018.

FRANTOI APERTI 2018 dal 16 al 18 novembre 

Ad Assisi con UNTO 2018, Magione OLIVAGANDO dal 17 al 18 novembre, L’ORO DI SPELLO con la Festa dell’Olivo e della Bruschetta a Spello dal 16 al 18 novembre, a Foligno con AUTUNNO A FOLIGNO, FRANTOI APERTI E MIELE IN UMBRIA. 

FRANTOI APERTI 2018 dal 24 al 25 novembre

Ad Assisi con UNTO 2018, a Collazzone COLLAZZOLIO, Giano dell’Umbria RIEVOCAZIONE DELLA FESTA DELLA FRASCA e a Spoleto con SAPOR D’OLIO.

Per il programma completo di ogni appuntamento si può consultare il sito della rassegna
FRANTOI APERTI.


Continue Reading
Ferragosto in Umbria

FERRAGOSTO IN UMBRIA

Ferie finite o non ancora iniziate? Nessun problema, il Ferragosto il Umbria  offre anche quest’anno tante cose da fare, feste, eventi, gite e itinerari. Tante idee per far sentire tutti un pò in vacanza.

FERRAGOSTO IN UMBRIA: COSA FARE?

Storia e musica insieme

Inizia il 4 agosto a Corciano e termina proprio il giorno di Ferragosto, Corciano Festival, una delle manifestazioni più importanti e tra le rievocazioni storiche più suggestive che vi immergerà tra il Medioevo e il Rinascimento. Mostre, cultura, arte, giochi medievali, sfide tra rioni e l’imperdibile Corteo del Gonfalone previsto per il 15 agosto alle ore 17:00.

Per gli appassionati delle rievocazioni ricordiamo che finisce a ridosso di Ferragosto un altro importante appuntamento, Il Palio dei colombiad Amelia. Si tratta di una rievocazione medievale nella magica atmosfera di questo borgo con il mercato e le taverne, da visitare se si può.

Stesso consiglio ci sentiamo di riservare alla Donazione della Santa Spina, la grande festa che si tiene al castello Arietano di Monte (tra i borghi più belli della regione) da sabato 11 a domenica 19 agosto. La rievocazione prevede sfide tra i rioni, cortei, rappresentazioni di vita medievale per festeggiare le gesta di Braccio Fortebraccio.

Ferragosto anche sulle rive del lago a Tuoro sul Trasimeno con il tradizionale Tiro della Biga alle ore 21:00 e la Notte Bianca Torreggiana a partire dalle prime ore del tramonto. Il lago e le sue isole sono e restano tra i posti più suggestivi per vivere il Ferragosto in Umbria!

A Spoleto il Ferragosto Spoletino vedrà in piazza il tradizionale concerto e la tombola di Ferragosto.

Infine, presso il Cva di Rimbocchi, Animata Mente e Associazione Mirò organizzano un Ferragosto adatto anche ai più piccoli, con attività di Truccabimbi, giochi d’acqua, palloncini e tanto ancora. L’evento inizia alle 19:30 e termina alle 22 ed è completamente gratuito.

Piscine, acqua park e parchi avventura

Speriamo in un caldo Ferragosto e in questo caso un’ottima idea sarebbe passare la giornata in una delle piscine o degli Acquapark della Regione.

Se invece siete degli amanti dell’aria di montagna, allora i Parchi Avventura (Activo Park a Scheggino, Parco Avventura al Lago di Fiastra e Frasassi Avventura) fanno al caso vostro. Per chi invece vuole un’esperienza naturalistica tra gli animali c’è il Leo Wild Park a Todi, che per la giornata del 15 agosto sarà aperto in open day.

Picnic e scampagnate

Per ferragosto il picnic è un must. Per chi cerca un’occasione organizzata, suggerimento Pale Estate, con il suo pic nic di Ferragosto. Altrimenti la nostra regione offre tanti bellissimi luoghi, più o meno conosciuti, in cui passare una giornata in semplicità e spensieratezza. Ricordate che nella giornata di Ferragosto possono esserci fenomeni di sovraffollamento, e che in  ogni caso è bene tenere a mente pochi semplici accorgimenti per non rovinare i luoghi che stiamo visitando.


Continue Reading
Estate a Spello

ESTATE A SPELLO

L’Estate a Spello è formato famiglia e vi aspetta sabato 28 luglio e giovedì 2 agosto, con due appuntamenti a cura dell’Associazione degli Amici di Spello che ormai da diversi anni si adopera per animare le vie e le piazze di uno dei borghi più belli che abbiamo.

L’Estate a Spello con la MEZZANOTTE BIANCA

In Piazza della Repubblica dalle ore 18:00 fino a notte inoltrata, con Play Ground di basket allestito da Basket Spello Sioux, attività sportive per bambini, mini tornei, gonfiabili, animazione per bambini con i PJ Masks, artisti di strada, baby dance, dj set con Max Radio Energy che trasmetterà in diretta la serata. Negozi e musei aperti per tutta la durata della festa e ristoranti del centro storico per poter gustare i migliori piatti umbri.

Ospite speciale della serata Lux Arcana, finalista di Italia’s Got Talent con un memorabile spettacolo di fuoco. Da non perdere, inoltre, la visita guidata al buio alla città di Spello Sotto un’altra luce. E’ gratuita, basta prenotarsi a spello@sistemamuseo.it. Sarà disponibile un servizio navetta gratuito per il centro storico.

Vivi l’Estate a Spello è anche giovedì 2 agosto con la V GIORNATA DI EDUCAZIONE STRADALE oramai diventata una tradizione per la cittadina.

Si inizia dalle ore 18:00 ai Campi sportivi zona Osteriaccia, con il Triangolare di calcio.  In contemporanea sarà allestito uno Street Park, con esibizione di artisti da strada, gonfiabili, trucca bimbi, toro meccanico, giocolieri e animazione per bambini proprio in strada. La giornata si conclude in Piazza Kennedy dalle ore 20:00 con lo spettacolo della Nazionale dei Dj che farà ballare tutti, ma proprio tutti!


Continue Reading
le parole della montagna

FESTIVAL DEI BAMBINI A SMERILLO

Il Festival dei Bambini è ormai uno degli appuntamenti fissi della manifestazione Le Parole della Montagna che si svolge ogni anno a Smerillo, un piccolo comune in provincia di Fermo, nelle Marche. Le Parole della Montagna inizierà domenica 15 luglio e proseguirà fino a domenica 22. Il festival dei Bambini si svolgerà, invece, nella giornata di sabato 21 luglio.

Il Festival dei Bambini ogni anno propone un programma che segue il filo conduttore di una parola chiave e che è la stessa che ispira tutto il Festival, sviluppandola nelle modalità adatte ai bambini. La parola di quest’anno è RADICI e il Festival dei Bambini si chiamerà RADICI E ALI dalla citazione del Dalai Lama:

“dona a chi ami ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere”.

 

IL FESTIVAL DEI BAMBINI: IL PROGRAMMA

Si partirà sabato 21 alle ore 10:00 per una passeggiata nel bosco alla scoperta delle bellezze naturali, flora e fauna, radici e ali a cura di Alessandro Tossici, responsabile del CEA di Smerillo. Il percorso sarà caratterizzato da alcune soste con letture e racconti a tema curati da Elena Belmontesi, autrice di libri per bambini. La carovana dei piccoli verrà accompagnata nel cammino da Veronica Janise Conti, dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, che proporrà dei laboratori itineranti e, come strepitoso finale, gran divertimento con i giochi di magia e di illusionismo di “Frate Mago”, padre Gianfranco Priori!

Anche per i genitori la giornata offre numerosi eventi, potete cliccare QUI per consultare l’intero programma del Festival “Le parole della montagna”.


Continue Reading
Sere Fai d'Estate

SERE FAI D’ESTATE

Nel mese di giugno, illuminate le vostre serate con le SERE FAI D’ESTATE, appuntamenti notturni o quasi per ammirare i beni FAI sotto un’altra luce, quella che spunta al tramonto e scompare del tutto con la mezzanotte: la luce delle sere d’estate.

SERE FAI D’ESTATE AL BOSCO DI SAN FRANCESCO

Il Bosco di San Francesco è uno dei beni curato dal FAI, è aperto al pubblico e anche per quest’evento ha una serie di appuntamenti perfetti per scoprirlo e amarlo.

Sabato 2 giugno dalle ore 18:30 alle 21:30

PASSEGGIATA ORNITOLOGICA con Laura Cucchia – Direttore del Bosco di San Francesco – una passeggiata semi-notturna per osservare e ascoltare le voci della notte e le melodie della natura.

Bambini fino a 14 anni e iscritti al FAI, biglietto ridotto di € 6,00 – adulti € 8,00.

Sabato 9 giugno ore 21:00

LA VITA NOTTURNA DEGLI INSETTI Cosa fanno gli insetti di notte? Mentre la maggioranza delle specie riposa come noi, altre specie “notturne” mangiano, comunicano, si riproducono. Passeggiata nel bosco e lungo il torrente Tescio, dove apposite lampade permetteranno di attirare gli insetti presenti e studiarne il comportamento. Munirsi di torcia elettrica e abbigliamento comodo.

Bambini fino a 14 anni e iscritti al FAI, biglietto ridotto di € 6,00 – adulti € 8,00.

Domenica 10 giugno dalle ore 15:30 alle 19:00

PASSEGGIATA IN CARROZZA 

Bambini fino a 14 anni e iscritti al FAI, biglietto ridotto di € 5,00 – adulti € 6,50.

Sabato 16 giugno dalle ore 21:00

CONCERTO DELLA BUONANOTTE con arpa e flauto. Munirsi di plaid e cuscino.

Bambini fino a 14 anni e iscritti al FAI, biglietto ridotto di € 8,00 – adulti € 10,00.

Domenica 24 giugno dalle ore 16:00 alle ore 20:00

IN CANTO SULLE VIE DI SAN FRANCESCO Passeggiata naturalistica lungo il mistico sentiero di San Francesco.

Bambini fino a 14 anni e iscritti al FAI, biglietto ridotto di € 5,00 – adulti € 6,00.

Per il programma completo delle SERE FAI D’ESTATE, cliccate QUI


Continue Reading
Un, due, tre... Bosco

RASSEGNA UN, DUE, TRE BOSCO!

Continua con la RASSEGNA UN DUE TRE…BOSCO!, il ricco programma primaverile al Bosco di San Francesco (Assisi). L’iniziativa è ormai giunta alla sua quarta edizione e si terrà tra lo spazio del bosco e quello dell’affascinante Complesso Benedettino di Santa Croce, nell’orto e nel giardino, palcoscenico naturale per queste giornate dedicate alla scoperta dI Q. Tre sono gli appuntamenti di maggio e uno quello di giugno, ma ecco i dettagli del programma.

UN, DUE, TRE… BOSCO! IL PROGRAMMA

ANIMAL FOREST

Sabato 13 maggio ore 16:00

Si tratta di una passeggiata nel bosco in lingua inglese, in compagnia di madrelingua alla scoperta delle piante e degli animali che popolano il Bosco. Costo a bambino € 10,00.

IL FANTASTICO MONDO DELLE API

Domenica 20 maggio ore 15:30

Siete pronti per un pomeriggio in compagnia di esperti apicoltori alla scoperta del mondo dell’alveare e delle loro piccole abitanti? Bene allora questo è l’appuntamento per voi. Costo del laboratorio per gli adulti: € 7,00; per i bambini € 5,00.

LE OLIMPIADI DEI GIOCHI DIMENTICATI

Domenica 27 maggio dalle ore 10:00 alle ore 18:00

Un’intera giornata per scoprire i giochi di un tempo! Basta la fantasia per divertirsi: siete pronti? Costo per gli adulti € 5,00 e per i bambini € 7,00.

SIGNORI…IN CARROZZA! ALLA SCOPERTA DEL TERZO PARADISO COMODAMENTE SEDUTI IN CARROZZA

Domenica 10 giugno dalle ore 15:30 alle ore 19:00

Una passeggiata speciale chiude il programma di Un, due, tre bosco: a cavallo fino al terzo paradiso!
Biglietto adulti € 6,50 – biglietto bambino € 5,00.

Per maggiori info consultate la pagina sul sito FAI.


Continue Reading
ciaspolata ai Sibillini

CIASPOLATA AI SIBILLINI

Fare una ciaspolata ai Sibillini significa scoprire uno dei luoghi naturalistici più belli della nostra Umbria e farlo camminando in mezzo alla neve. Un modo unico per esplorare in tutta sicurezza, le vette imbiancate e vivere delle passeggiate di grande fascino. Concedersi una ciaspolata ai Sibillini significa anche vivere e scoprire la montagna in modo diverso, divertente e rilassante.

COSA SONO LE CIASPOLE?

Le ciaspole sono delle racchette da neve che indossate, permettono di spostarsi facilmente sulla neve fresca e “galleggiare” su di essa. Non richiedono impianti di risalita e per questo sono adatte più o meno a qualunque età e ne permettono l’uso anche ai “principianti” e a chi non ha mai avuto esperienze con gli sport sciistici invernali.

Ciaspolare è un’attività salutare e poco costosa che può essere praticata anche dai bambini, ovviamente scegliendo sentieri adatti alla loro età ed esperienza. Non dimenticatevi che ciaspolare alla fine significa “camminare” pur se in modo diverso. Per quanto breve, una ciaspolata (andata e ritorno o percorso ad anello), dura almeno un paio d’ore.

Ciaspolare con i bambini: cosa serve?

In primo luogo occorre l’equipaggiamento adatto. Un abbigliamento da neve termico e degli scarponcini impermeabili. Ovviamente occorrono le ciaspole che sono noleggiabili in tutte le località dove è possibile praticare quest’attività. Le ciaspole sono regolabili e quindi bambini di già 7/ 8 anni potranno usufruire del modello da adulti opportunamente adattato al loro numero. Per bambini più piccoli esistono invece le mini ciaspole.

Da valutare sempre lo sforzo e la sollecitazione dell’articolazione, per cui si raccomanda sempre di considerarlo quando s’intende ciaspolare con i bambini così piccoli, limitandosi a piccole prove e passeggiate brevi. In ogni caso, oltre all’abbigliamento giusto, occorre scegliere percorsi e durata adatti.

Le ciaspolate in genere portano alla scoperta di percorsi segreti e piuttosto isolati, pertanto è importante munirsi di uno zainetto dove riporre acqua e altre bevande (magari calde) e qualche barretta di cioccolato. Gli esperti del settore raccomandano sempre di non avventurarsi in lunghi percorsi che richiedono molto tempo e con pendenze impegnative quando si ciaspola con i bambini. Occhio al meteo.

CIASPOLARE AI SIBILLINI

Già vi abbiamo parlato di dove poter sciare in umbria. Negli stessi luoghi potete anche agevolmente ciaspolare e, il Parco dei Monti Sibillini, in diversi versanti, è un ottimo scenario per una passeggiata sulla neve.  La stazione Bolognola Ski nel cuore del parco, permette di praticare quest’attività. In loco il noleggio di attrezzature e possibilità di lezioni e guida privata. Anche nel comprensorio di Sassotetto Santa Maria Maddalena (Sarnano) nel versante marchigiano è possibile concedersi l’esperienza di una ciaspolata. Mentre non sono praticabili i sentieri ad Arquata del Tronto, Ussita, Norcia a causa del sisma del 2016. Nel versante nord del Parco, ciaspolate sono possibili lungo il Lago di Fiastra. Quest’ultimo per l’assenza di dislivello e la lunghezza, è particolarmente adatto per i bambini; purtroppo però, spesso non è praticabile per assenza di neve.


Continue Reading
disintossicarsi dopo le feste

DISINTOSSICARSI DOPO LE FESTE

Disintossicarsi dopo le feste è uno degli obiettivi più gettonati del nuovo anno.

Archiviati panettoni, pandori e dolci natalizi, ma anche paté, tortellini e parmigiana, è il momento della bilancia e del suo triste verdetto. Un paio di chili in più sono quasi assicurati, ma è più che altro il sentirsi appesantiti a non farci stare in forma e magari a rallentare la ripresa di tutti gli impegni di routine quotidiana.

DISINTOSSICARSI DOPO LE FESTE

Perche’ è importante

Prima di pensare ai chili di troppo e ad un regime alimentare dietetico, disintossicare l’organismo da tossine e grassi è di certo un ottimo passo da compiere per il nostro benessere e la nostra forma.

Disintossicare significa infatti, eliminare i liquidi in eccesso, sgonfiare i punti critici e riequilibrare tutto l’organismo, appesantito dagli eccessi alimentari delle feste. Il benessere che se ne ricava è generale e influisce pure sull’umore e sulla soglia di attenzione. Inoltre può avere anche un ritorno in termini di peso ed essere d’aiuto per eliminare quei chili in più accumulati in così poco tempo.

COME FARE

Non vogliamo proporvi una dieta, non siamo dei medici e diffidiamo noi per prime in chi propone rimedi miracolosi con pochi sacrifici. La perdita di peso è qualcosa su cui non scherzare: solo un regime alimentare studiato in base ad esigenze personali, da seguire con costanza, e una regolare attività fisica possono permettere una modifica del nostro peso e della nostra shilouette, senza rischi per l’organismo.

Disintossicare significa più che altro “scegliere i cibi giusti”, quelli ricchi di acqua, di fibre, ma anche di vitamine e sali minerali. Mettere in atto comportamenti giusti, abitudini e gesti quotidiani, che ci aiuteranno nella nostra opera di disintossicazione e che, se applicate con costanza, saranno benefiche in tutto l’arco dell’anno.

Le buone abitudini disintossicanti

Portare in tavola quindi tante verdure: carciofi, finocchi, asparagi, cipolle, barbabietole, fagiolini e cavoli di bruxelles, anche sotto forma di frullati, zuppe o vellutate.

Tra i legumi, le lenticchie sono ottime per un piatto bilanciato e disintossicante. Potete anche prepara una zuppa alla perugina, ma nella sua versione light senza salsiccia.

Anche la frutta è un fedele alleato per disintossicarsi. In questa stagione potete trovare l’ananas, l’arancia, il limone, il pompelmo, le mele e i mirtilli che sono anche degli ottimi antiossidanti.

Stop al sale e via libera alle spezie e agli aromi: curcuma e zenzerolimone, aglio, rosmarino, alloro, prezzemolo.

Niente alcol e bere almeno 1 lt e mezzo di acqua nell’arco della giornata, the verde o tisane disintossicanti.

Oltre a scegliere i cibi giusti, la disintossicazione dell’organismo passa anche attraverso l’attività fisica. Anche una passeggiata di 30 minuti a passo spedito, o un pò di cyclette, sono ottimi rimedi per riattivare la circolazione e aiutare lo smaltimento di tossine.


Continue Reading
sciare in Umbria

SCIARE IN UMBRIA E DINTORNI

Ma chi l’ha detto che sciare in Umbria non si può? Per gli amanti della neve, degli sport invernali, ma anche di una semplice giornata o week end da passare in montagna, il centro Italia ha molto da offrire e anche la nostra regione e le zone limitrofe, ci riservano luoghi incantevoli e paesaggi innevati. Volete sapere dove?

SCIARE IN UMBRIA E DINTORNI

L’Appennino magari non eguaglierà le Alpi, ma di sicuro garantisce ottime soluzioni formato famiglia per passare una o più giornate in montagna e sulla neve. Ce n’è per tutti i gusti, sia per chi ama praticare sport, sia per chi preferisce le salutari passeggiate per respirare aria buona, sia per chi invece vuole coccolarsi nelle calde baite, assaporando i prodotti tipici del posto e della stagione. Purtroppo rimangono chiuse anche per quest’anno la Stazione delle Forche Canapine e del Monte Bove a Ussita, ma basta spostarsi di poco per trovare tante soluzioni per sciare in Umbria e dintorni.

MONTE CUCCO E PIAN DELLE MACINARE

Presso Monte Cucco e il Pian delle Macinare si pratica lo sci di fondo, magari non adatto ai bambini più piccoli, ma che può  piacere ai più grandicelli e che è di sicuro un’ottima occasione per ammirare stupendi panorami. Si possono trovare anelli per tutte le difficoltà, semplice, media e alta e sul luogo è presente il campo scuola Pian delle Macinare. Sicuramente è un itinerario adatto per una domenica sulla neve.

MONTE AMIATA

Al confine con la Toscana, il Parco del Monte Amiata è gettonatissimo da chi vuol passare una giornata sulla neve.  Qui si possono trovare piste per lo sci alpino, piste per lo sci nordico e pure uno snow park. La neve caduta in questi giorni assicura un’ottima praticabilità delle piste e l’impianto di innevamento programmato presente, permetterà il mantenimento anche nelle prossime settimane. Gli aggiornamenti in tempo reale e web cam su Amiataneve sono l’ideale per essere certi di cosa si troverà.

MONTE TERMINILLO

In provincia di Rieti, come l’Amiata, è perfetto per una giornata o un weekend fuori. I km di pista non sono tanti, ma le piste sono facili e adatte ai bambini, anche a quelli che tentano per la prima volta un’esperienza sulla neve. Qui trovate gli aggiornamenti sugli impianti di risalita e sulla situazione delle piste.

BOLOGNOLA-SKI

È una stazione sciistica sul Parco dei Sibillini, con 17 piste che si sviluppano in circa 10 km per un totale di sei impianti. Punti ristoro, noleggio attrezzature, scuola sci e kinderland completano l’offerta. Ci sono piste per tutti i livelli ma, per la maggior parte, adatte alle famiglie con bambini perché di difficoltà media-facile, larghe e soleggiate. Per tutte le info, aggiornate in tempo reale, per la situazione delle piste, l’apertura impianti e il meteo, potete consultare il sito Bolognola Ski, molto completo e sempre aggiornato, con web cam sulle piste. Per chi invece riesce a spostarsi un pò di più, in Abruzzo, i promontori di Roccaraso e Campo Felice offrono servizi che non hanno nulla da invidiare alle Alpi. Vista la distanza ve lo consigliamo per un un weekend lungo o anche per una vera e propria settimana bianca.

ROCCARASO E CAMPO FELICE

Roccaraso con i suoi 100 km di piste è una delle stazioni più grandi del centro Italia. Qui potete passare non solo uno weekend, ma anche un’intera settimana. I servizi, gli impianti e le attività recettive sono molte e all’avanguardia. Per le famiglie sono numerose le offerte e addirittura in alcuni periodi si potrà usufruire della promozione Zerododicigratis-Vacanze senza spese per i bambini. Più piccola, ma non da meno, è la Stazione di Campo Felice, con alcuni impianti rinnovati e molti servizi a misura di bambino. A loro sono dedicati degli spazi adatti per imparare a sciare, la Fun Kids Area e il parco Snow Tubing.

E allora cosa aspettate? Approfittate di questo inverno ricco di precipitazioni nevose per qualche giorno tutto bianco e se avete dei dubbi sullo sci praticato dai bambini e non sapete se e come farli provare, leggete SCI E BAMBINI: QUANDO INIZIARE?


Continue Reading
haloterapia

CURARSI CON L’HALOTERAPIA: LA CLINICA DEL SALE A PERUGIA

In vista dell’inverno, delle influenze, delle allergie e dei problemi respiratori che caratterizzano la stagione fredda e che sono il cruccio di genitori e bambini, oggi parliamo della Terapia del sale. Ormai praticata in moltissimi centri, è una terapia di successo per combattere i malanni di stagione ed aiutare i nostri piccoli a star meglio nei periodi più freddi. Un alleato sicuro contro raffreddori, influenze e il tanto temuto broncospasmo, utilissimo come coadiuvante per le tonsilliti e per i bambini che soffrono di adenoidi.

Ci siamo informati, abbiamo parlato con chi ne sa più di noi: personale competente, pediatri, otorini, istituti di allergologia ed anche con chi questa tecnica la pratica e la offre con successo, da anni. Siamo andati a visitare la Clinica del Sale di Perugia ed abbiamo fatto una chiacchierata con la titolare, Daniela Rossi: ecco cosa abbiamo scoperto.

L’Haloterapia a Perugia

Partiamo dalla base: l’Haloterapia che cos’è?

E’ un trattamento naturale che sfrutta le proprietà benefiche del sale, attraverso il quale vengono inalate le particelle di cloruro di sodio con un effetto estremamente benefico per l’apparato respiratorio perché, una volta inalato, il sale favorisce l’idratazione delle mucose e la fluidificazione del muco. E’ un pò come portare i benefici del mare in una stanza. Importantissimo, specialmente per chi come noi, vive in una regione dove il mare non c’è.

Quando e a chi è consigliato ricorrere a delle sedute di Haloterapia?

Questo trattamento è perfetto in presenza di bronchiti, sinusiti, ma può aiutare moltissimo anche in caso di asma e allergie e inoltre ha un effetto depurativo e benefico per la pelle, tanto che è molto consigliata per trattare l’acne giovanile.

Qual’è il periodo migliore per praticare questo trattamento?

Di sicuro il periodo autunnale è il più indicato per “prevenire”, ma l’utilizzo del trattamento nella stagione invernale, è di certo un grande alleato per “combattere” tutte le patologie legate a questo periodo e a cui specialmente i bambini sono molto esposti.

Quali benefici ci si devono aspettare da una seduta di Haloterapia?

L’Haloterapia porta ad un miglior funzionamento dei bronchi e dei polmoni, porta alla riduzione delle infiammazioni delle vie respiratorie e alla purificazione dei seni nasali e della pelle, soprattutto se praticata con costanza. Io consiglio sempre un ciclo di 10/12 sedute e spesso chi lo prova si porta dietro i benefici per tutto l’inverno.

Come si svolge una seduta di Haloterapia?

In realtà è un momento molto piacevole, perché il trattamento consiste semplicemente nell’entrare in una stanza completamente ricoperta di sale e lì rilassarsi per 30 minuti.
E’ di sicuro anche un’ottima occasione per stare insieme ai propri bambini e passare con loro del tempo di qualità e per di più salutare. La nostra struttura è pensata per accogliere tutti e dentro la nostra stanza, i più piccoli avranno a disposizione secchielli e palette per giocare proprio come se fossero su una spiaggia o guardare un cartone animato. Oppure si potrà leggere un bel libro o semplicemente chiudere gli occhi e godere dei benefici del mare, comodamente sdraiati nelle nostre poltrone ergonomiche.
Il relax e la privacy è inoltre garantita da un accesso limitato di persone a ogni seduta, in modo che ci sia posto sufficiente per tutti e che tutti possano godere della mezz’ora in perfetta comodità.

L’Haloterapia è un trattamento medico?

L’Haloterapia è un trattamento che non sostituisce la medicina convenzionale, ma è complementare ad essa. Possiamo dire che a oggi è una terapia che avvicina molti medici, soprattutto dopo che in molti congressi pediatrici è stato portato il risultato dell’unica sperimentazione italiana su bambini, effettuata presso il policlinico di Bari su l’haloterapia. Una sperimentazione effettuata proprio con il nostro dispositivo e la nostra cabina Aerosal che è un dispositivo medico secondo le direttive Europee 93/42 CEE. A tal proposito l’autorevole rivista scientifica International Jornal of Pediatric Otorhinolaryngology ha pubblicato tale studio proprio in virtù dei risultati ottenuti e cioè riduzione dell’ipoacusia e anche l’ipertrofia adenotonsillare. Visitando il nostro sito potrete trovare tutti i documenti che riguardano questi studi.

L’Haloterapia è sicura?

Assolutamente sì se effettuata in centri con certe caratteristiche. Nella nostra struttura impieghiamo un erogatore salino a secco, Aerosalmed, che è un dispositivo medico riconosciuto, registrato e conforme alle normative. Il suo utilizzo, insieme alla camera salina (ovvero alla stanza dove parete e pavimento sono completamente coperte di sale), ha poteri disinfettati, purificanti e fluidificanti. L’utilizzo di queste due tecniche abbinate, inoltre, fa sì che i nostri trattamenti siano svolti in un ambiente secco e non con erogatori nebulizzanti che possono generare muffe e portare al prolificare dei batteri. Solo in caso di certe patologie, che noi elenchiamo sempre ai nostri clienti, c’è la necessità di informarsi dal proprio medico prima di iniziare i trattamenti. Oltre a questo possiamo affermare con totale sicurezza che le sedute di Haloterapia del nostro centro sono del tutto sicure e possono essere praticate per questo da tutti.

Ecco, da mamma vi dico che, in vista dell’inverno e di tutti i problemi che questo porta con se, un ciclo di Haloterapia per noi e per i nostri bambini, non può che farci bene e la Clinica del Sale è il posto giusto e sicuro dove praticarla.
Visitate il loro sito per avere tutte le informazioni che vi servono e contattateli per conoscere i convenienti pacchetti e tutte le promozioni in atto.

 

Clinica del Sale di Perugia
Il Mare in una stanza
Via Campo di Marte 8/p/4
Perugia
Tel. 075/3723379
mail: info@clinicadelsaleperugia.it

Continue Reading