Tag Archives : cascate delle marmore

Lago di Piediluco

LAGO DI PIEDILUCO: UNA GITA INSIEME

Il lago di Piediluco si trova proprio a ridosso del confine Umbria-Lazio, a poca distanza da Rieti, e dopo il Trasimeno, è il più importante della regione. Il suo nome significa ‘ai piedi del bosco sacro’. Il lago è infatti circondato da colline ricoperte appunto di alberi. Molto vicino alle cascate delle Marmore, con cui condivide il Nera, il lago di Piediluco è l’ideale per una gita in famiglia, anche con i bambini. Meno turistica di altre mete vicine, è un luogo, però, da non mancare.

Lago di Piediluco: la gita in famiglia

Il lago è navigabile e la breve traversata delle sue acque è consigliata, soprattutto con i bambini. L’ecobattello ha due punti di partenza, presso i giardini e l’Hotel Miralago. Dallo specchio lacustre si potrà ammirare il verde che lo circonda. I bambini si divertiranno a sentire l’eco prodotto dalla confermazione delle colline. Le rive del bacino sono abbastanza attrezzate, con numerose piccole spiagge a pagamento. Alcune sono anche dotate di zone per pic nic.

In prossimità del circolo dei canottieri (ricordiamo che il lago di Piediluco è stato scelto dalla Federazione Italiana Canottaggio come sede del Centro Nazionale Federale: ecco perchè è pieno di piccole boe che indicano le distanze di gara), sul lungo lago, sono presenti anche delle strutture gratuite adatte ad un pranzo di famiglia. Ci sono dei giochi adatti ai bambini, ma purtroppo non c’è alcuna ombreggiatura, per cui in piena estate, o comunque nelle giornate calde, non sono utilizzabili. Gli ampi prati, anche ombreggiati grazie agli alberi lungo le rive, invece, sono ideali per una bella partita a pallavolo o a calcio.

Il paesino di Piediluco è molto piccolo e fa parte dell’associazione Borghi d’Italia. Meno caratteristico di altri presenti in regione, vale comunque una visita, per i bei giardini ombreggiati e la chiesa. Da non perdere la vista dal punto panoramico che sovrasta il lago.


Continue Reading
Carsulae

CARSULAE – PARCO ARCHEOLOGICO

Il Parco archeologico di Carsulae è ciò che rimane dell’antica omonima città romana che sorgeva lungo la via Flaminia, tra Terni e San Gemini, un piccolo tesoro da scoprire.

I primi insediamenti nella zona sono in realtà precedenti al periodo romano e negli scavi è presente anche la chiesa dedicata ai Santi Damiano e Cosma di epoca medievale. La città si è sviluppata nei periodi repubblicano e imperiale di Roma e lega la sua storia alla via Flaminia. La presenza delle Terme, dell’arco di San Damiano, porta di accesso alla città, e i tanti resti presenti fanno subito immergere il visitatore nell’epoca romana. Tra i punti di forza dell’area sicuramente il teatro e l’anfiteatro. Quest’ultimo è particolarmente ben conservato e viene utilizzato tutt’ora per concerti e spettacoli. La visita può essere effettuata anche con i pelosetti di casa: i cani sono ammessi all’area archeologica.

Gli scavi nell’area sono ripresi recentemente nell’area nord est. Si spera di porter comprendere meglio l’evoluzione temporale della città. Ogni giovedì è possibile partecipare a visite guidate all’area di scavo, alle ore 10:00 (per info: 0744 33 41 33).

Carsulae: la visita in famiglia

Carsulae è molto spesso luogo di gite scolastiche, ma è anche un luogo adatto ad una gita familiare domenicale. Essendo un area aperta, i periodi ideali per visitarla sono la primavera e la tarda estate. In questo modo si evita il troppo caldo e il brutto tempo. Gli ampi prati e la presenza delle rovine da scoprire, rendono Carsulae un’ottima meta a partire dai 5 anni. Con i bambini piccoli e i passeggini la visita è più complessa. L’ampio parcheggio è abbastanza distante dal centro visita e dall’ingresso. Una volta entrati, il terreno sconnesso rende l’accesso con i passeggini poco pratico. Altro punto di forza è la zona gioco posta al piano terra del centro visite, adatta anche ai bambini molto piccoli. Al piano interrato un’ampia stanza è dedicata alle attività laboratoriali che vengono realizzate principalmente durante il periodo scolastico. Inoltre nei bagni è presente anche il fasciatoio.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito dell’area archeologica.


Continue Reading
cascate delle marmore

CASCATE DELLE MARMORE & CARSULAE, BINOMIO PERFETTO

Oramai è quasi estate, il sabato e la domenica non si può stare in casa, soprattutto se si ha la fortuna di vivere in una regione che offre tante possibilità di gita all’aria aperta. Per questo o per i prossimi week end vi proponiamo un itinerario pieno di storia e natura vicino a Terni: le Cascate delle Marmore e Carsulae.

Visitare le Cascate delle Marmore

Le Cascate delle Marmore sono costituite da tre salti per un totale di 165 m: il fiume Velino si unisce al sottostante Nera, in località Marmore. La cascata è a flusso controllato: significa che avvengono dei rilasci di acqua ad orari predefiniti. Fino a maggio gli orari di apertura dell’acqua sono 10:00-13:00 e 16:00-21:00; a partire da maggio e per tutta l’estate il pomeriggio vengono aperte delle 15:00 alle 22:00. Lo spettacolo delle cascate è meraviglioso di per sè, ma è possibile rendere la visita ancora più bella percorrendo uno o più dei sentieri escursionistici del sito. In totale sono presenti 5 percorsi. Di questi due (il n. 2 e il 3) sono particolarmente facili e percorribili anche con bambini (suggeriamo dai 3 anni). Lo scrosciare delle acque, la possibili di vedere da vicino il fiume: emozioni bellissime e fortissime per i nostri piccolini! Gli altri tre percorsi sono percorribili con bambini più grandicelli: a nostro giudizio il n. 1, il percorso storico e l’unico che permetta di raggiungere il belvedere superiore a partire dall’inferiore, è adatto a partire dagli 8 anni. Ovviamente, mamma e papà sapranno valutare anticipi o posticipi conoscendo la resistenza dei propri figli. Vengono organizzate su prenotazione visite guidate a misura di bambino in compagnia del folletto Gnefro (costo 4.5 € a bambino per gruppi di 20 bambini min).

All’interno della struttura è presente un’area pic nic ben attrezzata: suggeriamo di portare panini e palla per un attimo di relax (per i genitori) e di gioco (per i bambini). Il punto ristoro interno non è molto attrezzato per i bambini: ottimo per la merenda, non lo è per il pranzo. Portare i panini da casa, oltre ad essere una soluzione economica, sarà anche funzionale.

Cosa portare? Le cascate spruzzano: una mantellina anti-pioggia è necessaria in primavera, non in estate se è molto caldo. Capellino e scarpe comode completeranno l’attrezzatura.

Per ulteriori dubbi: infopoint Cascate delle marmore:

tel. 0744 62982
fax 0744 362231
e-mail cascatamarmore@libero.it

Visitare Carsulae

La visita alla Cascate delle Marmore può essere abbinata, in due giorni o anche nella stessa giornata spezzando mattina e pomeriggio, ad un’altra presso l’area archeologica di Carsulae. Il sito si trova a breve distanza dalle cascate ed è un’antica città di età romana, sita lungo la strada Flaminia, abbandonata a causa di una predisposizione agli smottamenti. Da aprile ad ottobre è possibile visitarla dalle 8:30 della mattina alle 19:30. Nel sito è presente anche un centro documentale.

Per maggiori informazioni:

telefono e Fax: +39 0744 334133

e-mail info@carsulae.it


Continue Reading
parchi-umbria

A SPASSO NEI PARCHI

La Regione Umbria possiede otto aree protette regionali oltre ad essere interessata dal Parco dei Monti Sibillini. Nei parchi sono presenti tante attività ed eventi, soprattutto durante la bella stagione. Ve ne proponiamo alcune per questo week end, così che sia l’occasione per conoscere una realtà non sempre ben conosciuta in regione.

Nel parco di Colfiorito, il più piccolo tra le realtà regionali, va in scena A bug’s life- Vita da insetti, mostra fotografica di Lelio Vecchi, che termina proprio questo fine settimana. L’allestimento è presso la sede del Parco, in via Adriatica (area ex Casermette). Con l’occasione di essersi recati a Colfiorito, si potrebbe poi  approfittare per recarsi al MAC, il Museo Archeologico di Colfiorito e partecipare sabato alle 16:00 al laboratorio gratuito La natura in uno scatto. Per tutto il mese di agosto sono previsti molti appuntamenti, nel programma del Sun MAC 2.0.

Il Parco del Trasimeno vede, invece, la conclusione del Palio delle Barche, con la gara e la premiazione. Tutto il lungo lago di Passignano sul Trasimeno verrà chuso e reso pedonale. Tutta l’area sarà interessata da attività collaterali al Palio e di Animazione.

Nel Parco del Nera, invece, le attività sono per lo più presso la Cascata delle Marmore. Domenica 27 si potrà alle 12 o alle 16 effettuare la Fanta passeggiata con lo gnomo Gnefro (4,5 euro a bambino, genitori gratis), mentre fino a fine mese si potrà approfittare della visita guidata in notturna (partenza ore 20:45) nei sentieri 2 e 3. Visitando le cascate nel week end, infine, si potrà anche approfittare del tour in battello del lago di Piediluco (durata 45 minuti, bambini fino a 5 anni gratis).

Infine, questo fine settimana è ricco di eventi anche il Parco dei Sibillini. Tra le tante attività vi proponiamo la passeggiata dedicata alle famiglie organizzata dalla mulattiera, con tanto di pizzata finale. Tutto a dorso di asino! Ricordiamo che recandosi nel Parco dei Sibillini è ancora possibile vedere la fioritura che interessa meravigliosamente la Piana di Castelluccio.


Continue Reading