Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : colpo di calore

estate-al-mare

IL COLPO DI CALORE E L’ERITEMA SOLARE

L’estate e le vacanze estive portano con sé un inevitabile cambiamento delle abitudini quotidiane. A questo spesso si associa qualche “disturbo di stagione”, specialmente per i più piccoli, dovuti al troppo sole, come il colpo di calore Con alcune accortezze possiamo cercare di prevenirli o affrontarli senza grandi drammi.

IL COLPO DI CALORE

È purtroppo molto frequente in questo periodo. Le alte temperature, l’umidità e la mancanza di ventilazione, possono impedire al nostro corpo di termoregolarsi e causare un repentino innalzamento della temperatura. La conseguenza sarà un improvviso e intenso senso di malessere generale con mal di testa, vertigine e senso di svenimento. La prima cosa da fare è cercare di abbassare i valori della temperatura, spostandosi in un luogo fresco e ombreggiato e reidratando l’organismo sorseggiando acqua non fredda. Nel caso in cui la persona abbia perso conoscenza, in posizione supina, tamponare il corpo partendo dagli arti, con un asciugamano bagnato in modo da far scendere la temperatura. Nei bambini non è raro il manifestarsi della febbre ma non è necessario somministrare antifebbrili.
Per prevenire il colpo di calore bastano pochi accorgimenti dettati dal buon senso:
non esporsi al caldo nelle ore centrali della giornata,
coprirsi con cappellini e occhiali,
preferire ambienti areati e freschi e reidratare continuamente il corpo, bevendo acqua a piccoli sorsi senza dover attendere lo stimolo della sete.

L’ERITEMA SOLARE

È causa delle esposizioni solari non protette adeguatamente, e a soffrirne sono maggiormente le persone con la pelle chiara. L’eritema solare si manifesta con arrossamenti, prurito e spesso dolore bruciante alla parte arrossata.
Non è raro il formarsi di bollicine e poi di vescicole bianche. I bambini sono maggiormente esposti al rischio di eritema solare in quanto la loro pelle è più delicata e facilmente attaccabile dai raggi ultravioletti e per loro è molto importante prevenire nel modo più corretto. L’esposizione al sole deve essere moderata e fatta con criterio, evitando le ore centrali della giornata e applicando un adeguato filtro di protezione anche nel caso di cielo nuvoloso. Se nonostante gli accorgimenti l’eritema si presenta lo stesso, la prima cosa da fare è allontanare il bambino dal sole, rinfrescare la parte ustionata e applicare uno strato abbondante di idratante o soluzione lenitiva. Nel caso di comparsa di piccole bollicine, il pediatra potrebbe anche consigliare l’applicazione di preparati cortisonici.
Caldo, umidità e molti altri fattori, quali la frequentazione di piscine e luoghi pubblici, può invece essere terreno fertile per l’insediamento di FUNGHI E VERRUCHE. L’utilizzo di ciabatte nei luoghi pubblici e di scarpe traspiranti per tutta la stagione calda, insieme alle normali norme d’igiene, sono utilissimi per la prevenzione nel caso in cui la micosi si formi ugualmente è bene rivolgersi al proprio medico che prescriverà crema più adatta.

Continue Reading
troppo-sole

TROPPO SOLE: E ORA?

Si può prendere troppo sole? Ebbene si, e lo sappiamo bene noi grandi. Ma se succede ai piccoli di casa?

Tre sono le possibili non simpatiche conseguenze: ustioni, colpi di sole e colpi di calore.

Come affrontare le scottature

Le ustioni, o scottature, sono degli arrossamenti più o meno estesi e più o meno intensi della pelle, accompagnati o meno da bolle acquose. È la risposta della pelle, che maltrattata da un’esposizione non corretta si ribella. Che fare? Nei bambini si devono evitare, proteggendoli adeguatamente. Ma nel caso che una giornata nuvolosa e ventosa ci abbia tratto in inganno dobbiamo rimediare. Innanzitutto: la pelle è irritata, trattiamola sempre con le mani pulite. L’unico rimedio della nonna utilizzabile è il ricorso ad acqua fredda. Nei casi più gravi, però, sarà bene rivolgersi al proprio medico, alla guardia medica ed anche al pronto soccorso. Assolutamente non apporre preparati casalinghi strani: niente olio, patate o altro.

Come affrontare l’insolazione

Il colpo di sole, o insolazione, è dovuto ad un’eccessiva esposizione diretta al sole. Solitamente si abbina anche ad un’ustione lieve della pelle. Eritemi, occhi lacrimosi e rossi, pelle sudaticcia e debolezza sono tutti sintomi tipici. Nel caso arrivi anche la febbre, che può salire molto velocemente, occorre andare prontamente al pronto soccorso. Negli altri casi è bene spostare il bambino in un punto fresco ed ombreggiato, possibilmente farlo mettere steso ma con la testa alzata. Bagnature con pezze d’acqua possono essere di aiuto a far passare la sensazione di malessere, così come somministrare abbondanti liquidi, meglio se integrati da sali.

Come affrontare il colpo di calore

Il colpo di calore è certamente l’inconveniente più pericoloso. In questo caso non è direttamente il sole il colpevole ma il caldo eccessivo specie se umido. In questi casi il corpo non riesce tramite la sudorazione a termo regolarsi e la temperatura sale. Per questo i bambini piccoli, specie sotto i 2 anni, sono a rischio, avento una scarsa capacita di regolazione termica. Crampi, stanchezza, una sete intesa, fino alla comparsa della febbre e alla perdita di conoscienza sono i sintomi tipici. Come per il colpo di sole è bene idratare e raffrescare chi è stato colpito. Ancora più importante recarsi in pronto soccorso se a seguito dell’idratazione non si hanno miglioramenti. La disidratazione nei bambini è sempre molto periocolosa.


Continue Reading