Pigiama Party Kids OVS

Tag Archives : Gite fuori regione

una gita a Pioraco

GITE FUORI REGIONE: PIORACO E LE SUE ACQUE

Pioraco è un piccolo borgo nell’entroterra maceratese, velocemente raggiungibile dall’Umbria, caratterizzato dalla presenza di fiumi e torrenti che lo percorrono. Proprio l’acqua ha permesso lo sviluppo, come a Fabriano, delle cartiere che qui risalgono al medioevo.

Pur essendo un piccolo centro, Pioraco ha molto da offrire. Appena fuori si può ammirare la chiesa della Madonna della grotta: anche se la troverete come noi chiusa, il vederla da fuori incastonata ai piedi del monte roccioso vale sicuramente la pena. Anche il chiostro dove si trova il municipio è molto carino e richiama un po’ quello di Sassovivo, anche se più semplice. Infine non si può non visitare il ponte Mornone, di epoca romana.

Pioraco: il Sentiero Li Vurgacci

Ma il punto di forza di Pioraco sono i suoi sentieri naturalistici, alcuni adatti solo agli adulti o comunque a bambini grandi (come il Sentiero del Sole). Tra tutti, però, uno è decisamente a misura dei più piccoli: il Sentiero Li Vurgacci. Percorribile da aprile ad ottobre, il sentiero si snoda lungo e al di sopra il percorso del fiume Potenza, grazie a numerosi ponti in legno. Cascate, forre, fosse, gorghi: il fiume ha scolpito il territorio creando uno scenario magico, reso tale anche grazie alle incisioni della Fossa dei mostri.

Il sentiero Li Vurgacci è lungo circa 500 metri e non presensenta particolari difficoltà anche se non è adatto ad essere percorso con i passeggini, in quando sono presenti diversi tratti sterrati e diversi scalini. Può però essere affrontato anche da bambini piccoli, di 3/4 anni, purchè vi si acceda dal centro del paesino di Pioraco. Partendo dal ponte romano si prosegue per via Gramsci costeggiando il paese in direzione cartiera. Si può anche direttamente parcheggiare vicino alla cartiera per accedere al sentiero.

Con bambini più grandi o comunque abituati a camminare (noi lo abbiamo fatto con un bambino di 4 anni compiuti) è possibile passare per l’accesso al sentiero vicino alla Madonna della Grotta. Da qui potrete inerpicarvi sullo scoglio roccioso e godervi un panorama unico. Questo secondo percorso, anche se più impervio, si copre comunque in meno di 45 minuti, anche tenendo un’andatura molto contenuta.

Pioraco e i bambini

Il paese di Pioraco ha due aree giochi attrezzate per i bambini. La prima è presso i giardini Carduccci. Pur essendo piccola è molto carina, perchè vicino al fiume e al ponte. La seconda, molto più grande, si trova nella zona degli impianti sportivi, con l’accesso dal grande ponte in legno, poco oltre la Madonna della Roccia. Le sponde verdi del fiume, inoltre, possono essere usate nelle giornate più fresche per dei piacevoli picnic, grazie alla presenza di alberi. Nel sentiero Li vurgacci, invece, c’è una piccola area picnic, con due tavoli e le panche. Non ci sono però secchi per l’immondizia, per cui organizzatevi per non lasciare i vostri rifiuti!

Come si raggiunge Pioraco

Dall’Umbria Pioraco si raggiunge dalla SS 77, uscita Serravalle del Chienti (percorso consigliato soprattutto per chi viene da Foligno e dintorni, oltre alle zone a sud di Foligno), oppure dalla SS75 (percorso alternativo per chi viene da Perugia e nord Umbria)

Siete alla ricerca di luoghi da visitare a poca distanza da casa? Vi ricordiamo di dare un’occhiata alla nostra sezione sulle Gite fuori regione: percorsi semplici e vicino casa, per una domenica in famiglia diversa.

Continue Reading
Villa Lante

UNA GITA A VILLA LANTE E BAGNAIA

Anche oggi vi proponiamo una gita di nuovo nella vicina Tuscia: Bagnaia e Villa Lante. Bagnaia è una frazione di Viterbo, situata ai piedi del Monte Cimino, dotata di un centro storico, la cosiddetta città di dentro, molto caratteristico, con Villa Lante come gioiello, nella parte più alta del paese. Nel borgo antico di Bagnaia si trovano i monumenti più importanti dal punto di vista storico, la fontana rinascimentale nella piazza, la porta di ingresso al centro storico, la torre cilindrica che lo domina e il Palazzo della Loggia (o Palazzo dei Vescovi).

Il maggior punto di attrazione turistica è Villa Lante, preziosa ed elegante residenza nobiliare il cui giardino è stato votato nel 2011 come il Parco più bello d’Italia, e adatto anche ad una gita in famiglia.

VILLA LANTE CON I BAMBINI 

Villa Lante è una delle più belle realizzazioni cinquecentesche in Italia. Tutto intorno alla villa, costituita da due palazzine, Gambara e Montaldo, si estende un parco boschivo e un bel giardino all’italiana, caratterizzato da uno spettacoloare sistema di fontane e giochi d’acqua. Si accede alla villa da una grande scalinata, al termine della quale si estendono ampi prati, adatti per la grande presenza di ombra sia al gioco che ad un pic nic (non ci sono però aree attrezzate, ma solo alcune panchine). Tutto intorno, il parco boscato in cui scoprire delle bellissime fontane.

 

Sulla sinistra si apre l’ingresso del giardino all’italiana, sicuramente la parte più affascinante. Il giardino si divide in due parti: quella bassa con la bellissima fontana de Quadrato (o dei Mori), e la sequenza di terrazze su cui inerpicarsi, seguendo il percorso dell’acqua a ritroso. I giochi d’acqua, così come la cascata da cui prende il via tutto, sono molto attraenti per i bambini. La struttura della Villa però non permette la visita usando i passeggini (per la presenza dei gradini), anche se lo sviluppo tutto sommato contenuto della stessa permettono la visita anche da parte dei più piccoli, che difficilmente si stancheranno.

 

Il biglietto di ingresso alla Villa, che è aperta dalle ore 8:30 alle ore 16:30 (19:30 in estate), dal martedì alla domenica, è di € 5,00  (€ 2,50 il ridotto). Essendo parte del patrimonio statale, i cittadini EU minori di 18 anni e i nonni sopra i 65, entrano gratuitamente.

Bagnaia e Villa Lante: come raggiungerle

Bagnaia, e con essa Villa Lante, può essere raggiunta in treno, con la linea Viterbo – Roma Nord, con l’autobus dalla stazione di Orte attraverso le linee di collegamento, o con l’auto, uscendo allo svincolo Bagnaia-Montefiascone, della SS 675.


Continue Reading