Tag Archives : Musei in Umbria

musei aperti

Umbria post- covid: Musei Aperti!

Torna quasi alla normalità il sistema museale umbro. I musei aperti in regione sono oramai diversi, nel rispetto delle disposizioni ministeriali. Ancora non riprese, invece, le attività per i bambini, come i laboratori, che richiedono una maggior organizzazione, mentre in alcuni casi è possibile effettuare visite guidate. Speriamo di potervene dare presto notizia!

MUSEI APERTI A MISURA DI BAMBINO

Tra i musei aperti non possiamo non iniziare con uno veramente a misura di bambino: il Museo della Marionetta. Situato in corso Cavour a Perugia, l’esposizione raccoglie l’enorme patrimonio di marionette, burattini e ombre utilizzate dal teatro di figura in 40 anni di attività. Il museo è visitabile solo su prenotazione, con visita guidata, un solo nucleo familiare alla volta, muniti di mascherina. Se volete passare un’ora diversa con i vostri bambini telefonate al numero 075 57 25 845!

Il nostro secondo consiglio non è proprio un museo, ma una mostra. A Gubbio è stata riaperta la mostra Extinction, il sabato e la domenica con orario continuato dalle 10:00 alle 19:00. Può accedere alla mostra un nucleo familiare alla volta, ogni 5 minuti, avendo cura di rispettare le regole previste per la visita e riportati nel sito. Sono possibili anche visite guidate, previa prenotazione (340 46 90 268; gubbio@dinosaurincarneossa) per un massimo di due nuclei familiari alla volta.

MUSEI APERTI… ALL’ARIA APERTA

I parchi archeologici, rispetto ai musei normali, hanno, in una situazione come quella attuale, una marcia in più. Infatti, sono dei musei all’aperto! Il Parco archeologico di Carsuale è sicuramente il luogo da recuperare se non si era ancora visitato. Magari in abbinamento ad una visita alle vicine Cascate delle marmore. Controllate prima di partire, però, che ci siano posti ancora disponibili visto che l’ingresso al percorso delle cascate è contingentato. Sono previsti anche dei percorsi guidati per bambini e famiglie.

MUSEI APERTI: STORIA E ARTE

Chiudiamo questa piccola rassegna di musei che riaprono segnalandovi la piena operatività della Galleria Nazionale dell’Umbria. Quello che è certamente il museo regionale più importante, riapre con precise norme di sicurezza: obbligo di mascherina e di sanificazione delle mani prima dell’uso degli armadietti, misurazione della temperatura all’ingresso. Per il momento non è possibile l’uso delle audio guide.

Segnaliamo infine la riapertura di alcuni musei e realtà più piccole della Galleria, ma sicuramente di pregio. Come la Villa dei Mosaici a Spello, per esempio, che ora è di nuovo visitabile con un percorso obbligatorio per aumentare la sicurezza. O il museo di Archeologico di Amelia, visitabile solo il sabato e la domenica con ingressi contingentati (si raccomanda di prenotare). Stessa situazione anche a Palazzo Eroli, il Museo di Narni, che è aperto dal venerdì alla domenica con ingressi limitati.

Continue Reading
invasioni-digitali

INVASIONI DIGITALI

Concludiamo oggi la nostra rassegna di iniziative che si terranno per il ponte del 25 Aprile dandovi un’alternativa al coperto. Parliamo dell’iniziativa dei musei del Circuito Terre & Musei dell’Umbria (Amelia, Bettona, Bevagna, Cannara, Cascia, Deruta, Marsciano, Montefalco, Montone, Spello, Trevi, Umbertide): Invasioni Digitali.

Chi sono gli invasori digitali? Sono tutti coloro che visiteranno uno dei musei del circuito partecipando alle visite guidate a tema e che condivideranno selfie e foto con l’hashtag #EmozionidArte. L’idea è quella di far diventare partecipativi e social anche i luoghi culturali.

Invasioni digitali è un progetto nazionale, a cui aderisce Terre & Musei dell’Umbria, rivolto alla promozione e diffusione della cultura attraverso il mondo digitale, per favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio del paese. I musei del circuito hanno creato visite legate dal fil rouge delle emozioni: ogni visita si focalizza su una sola di esse. Dodici emozioni per altrettanti musei: passione, sorpresa, incanto, meraviglia, curiosità, forza, amore, piacere, ispirazione, libertà, commozione, benessere. Una gamma di sensazioni, colori, gesti e sintonie inaspettate. Le visite si terranno durante le giornate del 24 e 25 aprile, questo fine settimana, e sabato 30 aprile, e saranno totalmente gratuite. Ecco il programma città per città.

Vi segnaliamo, inoltre, che presso il museo di Amelia, lunedì 25 aprile, su due turni, alle ore 11:00 e alle 16:00 si terrà un’attività creativa per bambini dai 4 ai 10 anni presso l’Archeospazio del museo archeologico:  ogni fiore… un capriccio!
(Per prenotazioni: amelia@sistemamuseo.it, telefono: 0744.978120).

Per finire ricordiamo che in tutti i musei del Circuito Sistema Museo è possibile effettuare la visita formato famiglia con il Kit Fai da Te.

SCOPRI GLI ALTRI APPUNTAMENTI IN UMBRIA PER IL WEEK END DEL 25 APRILE


Continue Reading
Museo Archeologico Nazionale di Spoleto

#DOMENICALMUSEO: MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI SPOLETO

Conoscete l’iniziativa #domenicalmuseo? Ne avete mai approfittato? Sapete quali sono i musei che aderiscono in Umbria?

Noi di U4M vi vogliamo accompagnare a conoscere, uno per uno, tutti i musei che partecipano all’inizitiva ministeriale che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche statali nella prima domenica del mese. Ovviamente, nel parlarvene avremo un occhio di riguardo per le famiglie.

Iniziamo questa settimana con il

Museo Archeologico Nazionale di Spoleto.

Il Museo Archeologico Nazionale di Spoleto è un piccolo museo situato nel centro di Spoleto, nell’ex Monastero di Sant’Agata (via Sant’Agata 18/A), nell’area del teatro romano, che è visitabile unitamente al museo. Pur essendo sviluppato su più piani il museo è facilmente visitabile con i passeggini: tranne l’ingresso alle sale espositive, che presenta 4 gradini piuttosto alti ma facilmente affrontabili, è tutto perfettamente accessibile grazie alle passerelle e alla presenza di un comodo ascensore. I reperti esposti comprendono il periodo tra il IV millennio a.C. e il IV secolo d.C., sono per ciò particolarmente adatti per la visita con bambini del primo ciclo della scuola primaria. La presenza del Teatro Romano e la dimensione ridotta, però, lo rendono adatto anche alla visita con i più piccoli: noi lo abbiamo visitato con un cinquenne che non ha fatto in tempo ad annoiarsi. Inoltre, la presenza di tanti reperti locali, sia relativi alla storia della città che provenienti dal val Nerina, lo rendono molto interessante anche per le mamme e papà del territorio.

L’orario del museo è dalle 8:30 alle 19:30 tutta la settimana, ed il biglietto di ingresso, se decidete di andare non nella prima domenica del mese, è di 4 euro intero; 2€ ridotto, incluso l’accesso all’anfiteatro romano. Gli unici giorni di chiusura sono Natale e Capodanno.


Continue Reading