Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : Palazzo Eroli

MISTERO A PALAZZO EROLI

Arriva il mistero a Palazzo Eroli! Tante le novità in serbo per andare alla scoperta di un Museo “insolito” fatto di luci e ombre, di enigmi e leggende, di luoghi inaspettati e da riscoprire. Bellezza, arte, tradizione e un pizzico di mistero alla portata di tutti. Grandi e piccini sono invitati a partecipare! Ecco gli appuntamenti, tutti dedicati al mistero!

MISTERO A PALAZZO EROLI

 Museo In Black: l’arte del mistero e il mistero nell’arte

Due appuntamenti per piccoli detective in erba. Domenica 8 aprile, alle ore 17:30 si terrà NOIR: visita al buio per detective in erba – Mister Nero e il museo dell’arcobaleno. L’appuntamento è per i bambini e le bambine dai 3 ai 6 anni. La prenotazione è obbligatoria e deve avvenire entro il 01/04. I più grandi, dai 7 agli 11 anni, hanno appuntamento domenica 22 aprile, sempre alle 17:30 a Palazzo Eroli, per NOIR: visita al buio per detective in erba – Misteri, “fattacci” e casi irrisolti al museo di Narni. Il laboratorio deve essere prenotato entro il 10 di aprile.
Entrambi i laboratori hanno un costo di € 3,00 per bambino. Per maggiori info e prenotazioni: 0744 71 71 17, narni@sistemamuseo.it.

Le ombre del Medioevo

Adatta ad ogni età è la visita presso il Circuito ambienti medievali in chiave NOIR. Un viaggio insolito tra i segreti ed i misteri dei secoli “più oscuri”. La visita si terrà il 2 giugno alle ore 17:00 ad un costo di € 5,00, i bambini sotto i 6 anni non pagano. La prenotazione è gradita: la visita si attiva con un minimo di 8 partecipanti. Per maggiori info e prenotazioni: 0744 71 71 17, narni@sistemamuseo.it.

Per gli adulti, invece, segnaliamo la Cena con delitto che si terrà sempre a Palazzo Eroli il 30 giugno alle ore 20:00. Si tratta di La salsa fatale – Un caso per il Marchese Giovanni Eroli. Lo spettacolo è in collaborazione con ‘Cene con delitto: Terni’. La prenotazione è obbligatoria entro il 23 giugno. Per maggiori info e prenotazioni: 0744 71 71 17, narni@sistemamuseo.it.


Continue Reading
Narnia

ALLA SCOPERTA DI NARNIA

Sapevate che Le cronache di Narnia si chiamano così perchè l’autore, Clive Staples Lewis, aveva trovato questo nome su un vecchio atlante e trovava piacevole il suono? Il nome Narnia era stato inventato dai romani, che cambiarono il vecchio nome dato dagli umbri ispirandosi al vicino fiume Nera.

I segreti e la bellezza della cittadina umbra, a metà strada tra Roma e Spoleto, non finiscono qui. Tantissime le bellezze che giustificano una visita, come la Rocca Albernoz, un’antica fortezza in cui vissero prodi cavalieri e potenti papi, visibile arrivando lungo la strada Flaminia. Oltre al valore storico dell’edificio, la rocca presenta anche al suo interno, nel cortile, il primo parco a tema Medioevo in Umbria, in cui è stato ricostruito un vero villaggio trecentesco, teatro di spettacoli di sbandieratori, di concerti e danze storiche, commedie e gare di tiro con l’arco. Anche il Ponte di Augusto, ultimo arco rimasto del ponte romano del I secolo a.C. che univa i monti Corviano e Santa Croce, merita una visita per la sua maestosità. Nel centro storico c’è solo l’imbarazzo della scelta. Vi raccomandiamo la visita a Palazzo Eroli, con il suo museo a misura di bambino di cui vi avevamo già parlato. Semplicemente passeggiando per il centro potrete ammirare tre bellissime porte: Porta Romana, Porta delle Arvolte e Porta del Votano. Anche Palazzo dei Priori, con la torre civica e la loggia e il Palazzo del Podestà sono due edifici di notevole bellezza architettonica.

La Narni Sotterranea

Ma è la visita alla Narni sotterranea che vi consigliamo, come itinerario affascinante ed unico. La storia incredibile della scoperta del vecchio convento benedettino, di cui si era persa completamente la memoria storica, l’atmosfera misteriosa che si respira durante la visita, nonchè la possibilità di avere come guida uno dei fortunati scopritori: vi basta per farvi incuriosire? Non vogliamo svelarvi troppo, perchè la scoperta dei segreti del luogo fa parte della bellezza della visita. La Narni Nascosta si può visitare con bambini piccoli, preferibilmente in marsupio o fascia visto che la visita dura circa un’ora e quarantacinque minuti. Se il bambino cammina con una sufficiente autonomia (dai 18 mesi in su all’incirca), può valere la pena lasciare il passeggino: pur essendo possibile portarlo, il suo uso è disagevole considerati, i seppur pochi, gradini da salire e scendere e non giustificato dalla scarsa distanza da percorrere. La visita è particolarmente adatta con bambini a partire dai 5 anni: noi l’abbiamo fatta con uno di 5 e uno di 1!


Continue Reading
palazzo-Eroli

UN MUSEO A MISURA DI BAMBINO: PALAZZO EROLI A NARNI

Palazzo Eroli, nel cuore del centro storico di Narni, ospita il Museo della città e del territorio e la sua ampia esposizione, che spazia dalla preistoria ai romani, al medioevo, alla pittura dal XIV al XVIII secolo. Un spazio aperto alla cultura, in cui è spesso possibile anche godere di mostre fotografiche, incontri, approfondimenti e attività didattiche.

La stessa location del Museo vale una visita: Palazzo Eroli era una ricca residenza di una famiglia nobiliare narnese, e lo sfarzo della vita passata è ancora visibile nei soffitti decorati, che sono ognuno un’opera d’arte. Il Museo è diviso in due sezioni: l’archeologica, che comprende reperti dalla preistoria all’epoca medievale, e la Pinacoteca. Tra le opere più interessanti troviamo l’Incoronazione della Vergine di Domenico Ghirlandaio e l’Annunciazione di Benozzo Gozzoli.

Palazzo Eroli: la visita formato famiglia

Il Museo di Narni è un museo a misura di bambino; anzi meglio: ad altezza di bambino! Lungo il percorso museale sono presenti tre punti di approfondimento e gioco pensati appositamente per i visitatori più piccoli, uno per ognuna delle sessioni più rappresentative nella mostra: i romani, il periodo medievale e la pinacoteca. Le attività sono contenute in totem-cassettiere che, sfruttando le diverse altezze dei cassetti, propongono attività creative e divertenti per vivere la storia raccontata dal museo. Colorare, costruire, ricostruire, toccare: le proposte sono veramente moltissime e calibrate per l’età del bambino, anche per i piccolissimi.

L’allestimento del museo è piuttosto recente, ed anche per questo è perfettamente accessibile. Nei bagni è presente un fasciatoio e all’interno del museo è anche presente una caffetteria, il “CaffEroli”. Di grande fascino per i più piccoli la presenza della mummia e del sarcofago egizio arrivati in modo curioso a Narni e le grandi zanne del nonno del mammut, trovate  nella zona.

Noi abbiamo effettuato la visita con un bambino di 5 anni e uno di 1: museo approvato!


Continue Reading