Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : pasqua

albero di Pasqua

L’ALBERO DI PASQUA

A Natale è una tradizione ormai assoldata, ma l’Albero di Pasqua ancor poco si vede nelle case, molti non lo conoscono e pochi sanno come addobbarne uno. Insieme cerchiamo di scoprire qualcosa in più.

FACCIAMO INSIEME L’ALBERO DI PASQUA

La Storia

L’Albero di Pasqua è un’usanza che ci viene tramandata dai popoli del nord europa e simboleggia l’inizio della primavera, con le prime gemme sui rami e i primi fiori che spuntano; tuttavia  l’Albero di Pasqua ha anche un significato religioso, rappresentando la Vita e la Risurrezione.

Quale scegliere

La prima cosa da dire è che l’Albero di Pasqua può non essere un vero e proprio albero. Possono bastare anche un insieme di rametti o addirittura un unico ramo decorato in mille modi, per lo più con simboli pasquali. È possibile trovare anche delle soluzioni interrate di alberi d’ulivo e palme, ma se preferite usare dei rametti, perfetti sono quelli delle piante che iniziano ora a germogliare come i meli, i peschi o i ciliegi: ricordatevi, però, di aggiungere sempre almeno un rametto di ulivo.

Come addobbarlo

Per addobbare l’Albero di Pasqua la cosa indispensabile è la fantasia perché per il resto non occorreranno grandi cose. In genere si preferiscono i simboli pasquali, colorati e vivaci che fanno tanto “festa” mettendo allegria alla casa. Nel caso non decidiate per un albero interrato, posizionate i rametti della pianta prescelta  in un vaso, magari fissandoli bene con l’aiuto di una spugna da fioraio per dare più stabilità una volta decorati.

Perfetti come addobbi sono piccole uova colorate. Se ne trovano tante in commercio a pochissimo costo, ma potrete anche comprarne di bianche e divertirvi a decorarle insieme ai vostri bambini: un’attività che gli piacerà molto e che vi permetterà di passare qualche ora insieme. Per il decoro potete usare dei semplici pennarelli, ma se preferite una cosa più elaborata, buttatevi sui colori a tempera avendo l’accortezza di farli asciugare bene prima di usarli per l’addobbo. Un bellissimo effetto si può ottenere con i glitter. Perfetti come decoro sono anche gli ovetti di cioccolata…. attenzione però che l’albero non rimanga spoglio prima della pasqua!

Allo stesso modo potrete costruire dei coniglietti di cartone o appendervi delle mollettine canarino; potete usare delle palline di filo colorate o fiori di cartapesta. Con la carta potete realizzare praticamente ogni cosa, farfalline, coccinelle, piccoli origami. I vostri bambini vedrete si divertiranno un mondo.

Se volete cimentarvi tra i fornelli anche i biscotti decorati si prestano perfettamente come addobbi pasquali. Oppure se siete brave con ago e filo, il feltro sarà perfetto per realizzare i vostri addobbi.

Comunque deciderete di fare l’Albero di Pasqua, vedrete che averlo in casa renderà l’atmosfera di ancora più bella e poi, una volta realizzato, sarà lì sotto che faremo trovare le tanto desiderate Uova di Cioccolato.


Continue Reading
Laboratori Pasquali in Umbria

LABORATORI PASQUALI IN UMBRIA

Ogni anno per il periodo di Pasqua i nostri musei ci regalano una rassegna nutrita di laboratori pasquali a tema con l’imminente festa.

TUTTI I LABORATORI PASQUALI IN UMBRIA

MUSEO REGIONALE DELLA CERAMICA DI DERUTA 

Domenica 18 marzo, ore 15:00

EASTERLAB_1. Un laboratorio in cui si progetterà e poi si realizzerà un portauovo pasquale, prendendo ispirazione dalle forme e dai colori degli oggetti d’arte presenti nel museo. Il laboratorio, consigliato a bambini dai 5 agli 11 anni di età, avrà un costo di 3,00 euro. La prenotazione è obbligatoria al numero 075 97 11 000 o all’indirizzo mail deruta@sistemamuseo.it.

MUSEO DELLA CITTA’ DI BETTONA

Domenica 25 marzo, ore 15:00

ESTERLAB_2. Laboratorio di decorazione di uova pasquali ispirato alle creazioni dell’orefice Carl Fabergé, autore delle famose uova d’oro e pietre preziose. I bambini potranno colorare e abbellire con perle, paillettes, stoffe e piccole applicazioni uova dorate che poi verranno poste su un piedistallo in modo tale da farne un vero e proprio “gioiello”. Il laboratorio, consigliato a bambini dai 5 agli 11 anni di età, avrà un costo di 3,00 euro. La prenotazione è obbligatoria al numero 075 98 73 47 o all’indirizzo mail bettona@sistemamuseo.it.

MUSEO DINAMICO DEL LATERIZIO E DELLE TERRECOTTE – MARSCIANO

Domenica 25 marzo, ore 16:00

ORIGAMI DI PASQUA. Per imparare a realizzare una sorpresa veramente originale per il nostro uovo di Pasqua. Il laboratorio, consigliato a bambini dai 6 agli 12 anni di età, avrà una durata di 2 ore ed un costo di 5,00 euro a bambino (gratis il genitore). La prenotazione è obbligatoria al numero 075 87 41 152.

POST DI PERUGIA

Giovedì 29 marzo, ore 15:30

UOVA ROBOTICHE. Innoviamo la tradizione con un pizzico di robotica: mattoncini LEGO, tablet, colori, fantasia e abilità tecnologiche per un pomeriggio dedicato alla decorazione di uova come non avete fatto mai! A cura di IdeAttivaMente, per bambini da 7 a 11 anni.
Durata: dalle ore 15:30 alle ore 18:00 (con merenda al cioccolato inclusa).
Costo: € 15,00 a bambino (N.B. non è necessaria la presenza di un genitore durante l’attività).
Prenotazione obbligatoria al numero 075 57 36 501.

Da venerdì 30 marzo a lunedì 2 aprile

CACCIA ALL’UOVO “TAKE AWAY”. Un’originale caccia all’uovo scientifica: supera prove, sfide di costruzioni, quiz da scienziati per conquistare tante uova di cioccolata… metti in scatola l’esperienza per continuare a giocare anche a casa. Laboratorio per bambini da 3 a 11 anni.
L’attività è libera e si svolgerà a ciclo continuo dalle ore 15:30 alle ore 19:00.
Costo: € 5 a bambino
Info al numero 075 57 36 501.


Continue Reading
caccia all'uovo

COME ORGANIZZARE UNA CACCIA ALL’UOVO

La caccia all’uovo è una tradizione pasquale ereditata dagli USA, ma che oramai è molto diffusa anche in Italia. Piace molto ai bambini e può essere praticata sia all’esterno che, in caso di maltempo, all’interno ed è perfetta per il rallegrare il giorno di Pasqua e Pasquetta.

Caccia all’uovo: ecco le dritte di U4M!

L’occorrente è molto facile da reperire e anche l’impegno per organizzarla è minimo: ciò rende questa tradizione alla portata di tutti e allo stesso tempo molto divertente.

Cosa serve

Ingrediente principale sono le uova. Potrete sceglierle secondo i vostri gusti: vere, sode, di plastica, decorate, di cartapesta, di cioccolato. Decidete in base all’esigenza e all’età dei bambini. Nel caso in cui optiate per quelle di plastica, potete decidere di mettere al loro interno piccole sorprese, per rendere la caccia ancora più accattivante; nel caso decidiate per quelle vere, ricordate che si possono rompere e, nel caso in cui non siano sode e siate all’interno, sporcare un pò.

Munitevi poi di piccoli cestini, dove i partecipanti potranno mettere le uova che troveranno. Nel caso non ne abbiate, possono andar bene anche delle piccole buste o delle scatoline di cartone. Di sicuro il cestino è il più rappresentativo e il più ambito dai bambini perché ricorda molto la primavera e un pic nic di pasquetta.

Come fare

Nascondete le uova, considerando l’età dei bambini che partecipano alla gara. Posti facili e intuitivi nel caso siano molto piccoli, un pò più complicati per i più grandicelli o addirittura con l’aggiunta di indizi come una vera caccia al tesoro. Alcune idee? Sotto il tavolo, dentro un vaso, attaccato con lo scotch sotto una sedia, coperto da dei cuscini, mimetizzato tra l’erba: insomma, basta guardarsi intorno e lasciar andare la fantasia.

Per rendere la caccia all’uovo più divertente, potete anche decidere di nascondere uova di colore diverso, assegnarne uno ad ogni squadra o ad ogni bambino, che dovrà cercare solo le uova del colore assegnato, oppure scrivere su ogni uovo un numero e vincerà chi avrà totalizzato il punteggio più alto.

Si può anche stabilire un premio finale, non solo per il vincitore, ma da condividere: un uovo speciale, un dolce pasquale, dei disegni da colorare … a voi la scelta e BUONA CACCIA ALL’UOVO A TUTTI!


Continue Reading
Pasqua in Umbria

PASQUA E PASQUETTA IN UMBRIA

Ultima settimana prima delle tanto attese vacanze pasquali. Ci siamo: è il arrivato il momento in cui decidere cosa fare a Pasqua e Pasquetta! Per chi volesse passarlo in giro per la nostra incatevole regione, vi consigliamo una visita alla nostra sezione dedicata agli Itinerari per famiglie (e nel caso di tempo incerto alle famiglie al Museo).

Per chi cerca, invece, eventi ed iniziative pensati per le famiglie, ecco i nostri suggerimenti per Pasqua 2017.

MOSTRA CONCORSO NAZIONALE OVO PINTO  a Civitella del Lago (Tr) dal 16 aprile al 1 maggio presso il museo in Piazza Mazzini. Perché visitare la mostra? Perché ci sono oltre 500 opere esposte, uova dalle strane decorazioni, dai mille colori, dipinte o scolpite di tantissime specie.

A Castiglione del Lago, presso il Borgo, mercatino dell’artigianato il 15 e il 16 Aprile, a cui si aggiungerà la FIERA DEL FIORE, il giorno di Pasquetta. Sempre in zona lago Trasimeno, a Panicale, dalle ore 15:00, si terrà  PASQUETTA IN PIAZZA. Oltre alla possibilità di degustare tante tipicità locali del periodo, si potrà assistere al Gioco del Formaggio, per le vie del centro storico.

A Ferentillo (Tr), come ogni anno si tiene la GARA DE LU CIUCCITTU, dove tradizioni contadine e eccellenze culinarie, vi porteranno a scoprire i sapori della Pasqua umbra. Se siete in zona Perugia non perdetevi la similare gara della TOCCIATA DI PASQUA a Pietralunga; oppure appuntamento a Montefalco, lunedì 17 aprile, in Piazza del Comune alle ore 15:00, con LA CIUCCETTA, e ricordate: la partecipazione alla gara è aperta a tutti!

Non dimenticate a LA GRANDE FIERA DI PASQUA, di cui vi abbiamo già parlato e che animerà le vie del centro storico di Perugia nelle giornate del 15-16-17 aprile e che sabato 15 si arricchisce con il consueto appuntamento di BORGOBELLO IN FIERA in Co.so Cavour.

Ad Amelia sarà possibile visitare, a partire dal sabato di Pasqua, la Torre Dodecagonale della chiesa Cattedrale. La visita (solo guidata), sarà poi possibile il sabato e la domenica, nonchè durante i festivi, alle ore 10:45. La visita alla torre si aggiunge alle altre possibilità offerte dal Museo e dalle cisterne, di cui vi avevamo già parlato.

Ad Assisi presso il Bosco Fai di San Francesco, lunedì 17 aprile dalle ore 10:30 alle ore 13:00, si festeggia Pasquetta con la CACCIA ALLE UOVA, lungo il sentiero e nei dintorni del bosco.

Il week end di Pasqua è poi di sicuro un’ottima occasione per visitare IL MUSEO DEL GIOCATTOLO a San Marco di Perugia.


Continue Reading
dinosauro

UOVA DI DINOSAURO IN SALOTTO

La Pasqua si avvicina, è tempo di preparare qualche lavoretto a tema! Vi va di realizzare delle uove di dinosauro da mettere in salotto o da usare come posto tavola?  Allora cominciamo!
Per prima cosa servono delle uova di dinosauro originali. Se non le trovate, ci possiamo accontentare di uova di gallina (meglio ancora di papera, ma sono difficili da reperire!). Le uova vanno per prima cosa svuotate, con la tecnica del doppio buco ed una grande dose di fiato. Svuotati e lavati, i gusci possono essere decorati. Per facilitare le decorazioni la tecnica migliore è utilizzare i bastoncini lunghi per gli spiedini, in modo da maneggiarli facilmente. Procuratevi anche una scatoletta di cartone (lo stesso involucro delle uova è perfetto!) da usare come base. A questo punto vi servono solo i colori. Vanno bene quelli che avete incasa: acrilico, tempera, olio, son tutti giusti!  Le uova di dinosauro a casa nostra sono blu, rossi e verdi. Potete usare un pennello per fare le striature oppure potete mettere del colore in un piattino, mescolarlo e rotolarci sopra le uova. Se mischiate un po’ di brillantini al colore verrano ancora più belle.

Una volta colorate, una spruzzatina di lacca farà brillare di più le vostre uova. Una volta asciutte non dovete far altro che decidere come e dove utilizzarle. Basta un cestino per creare un centro tavola pasquale!


Continue Reading
ciaramicola

CIARAMICOLA: DOLCE DI PASQUA

Ed eccoci alla Pasqua e, con lei, le sue belle tradizioni di festa.
L’aspetto religioso, il senso di comunione, la possibilità di avere qualche momento in più da dedicare alla famiglia e agli amici e l’immancabile tavola imbandita.
Le feste si sa sono anche questo: pancini che si riempiono e che lo fanno con gusto. Le ricette per festeggiare questa giornata sono veramente tante, tutte da leccarsi i baffi e la tavola, specialmente a Pasqua, è più ricca che mai.
Ognuno ha le sue tradizioni e, anche all’interno del nostro territorio, esistono differenze tra una zona e l’altra. Di sicuro però comune a molti è lei: la Ciaramicola, dolce coloratissimo che si affianca al tradizionale Uovo Pasquale, per questo abbiamo chiesto ad Amy di cucinarla per noi, lo ha fatto e ce ne riporta il risultato.

CIARAMICOLA

INGREDIENTI:
1/2 Kg di farina
5 uova
2 bicchieri di zucchero
125 g di burro
1 bicchiere di Alchermes
Mezzo bicchiere di Rosolio di cannella
2 bustine di lievito per dolci

ESECUZIONE BASE:
– Separare gli albumi dal tuorlo.
– Mettere due albumi a parte ( serviranno per la glassa finale) e montare gli altri a neve.
– Unire i tuorli, zucchero, burro (ammorbidito a temperatura ambiente), farina, lievito, Alchermes, Rosolio e gli albumi montati a neve.
– Amalgamare il tutto con il frullatore fino ad ottenere una discreta densità.
– Cuocere a 180° con forno ventilato per circa 30/40 minuti.

ESECUZIONE GLASSA:
– Portare ad ebollizione un pentolino d’acqua, poi toglierla dal fuoco.
– Posizionare sopra il pentolino un recipiente fondo con i due albumi e 200g di zucchero, più alcune gocce di limone.
– Iniziare a montare con frullatore fino a quando non si raggiunge una consistenza piuttosto corposa.
– Far riscaldare di nuovo il forno a 180° e poi spegnerlo.
– Spalmare la glassa con una spatola sopra il torcolo raffreddato e decorare con palline colorate.
– Informare di nuovo (a forno spento) fino a quando la glassa non sarà indurita (ma non bruciata), bastano pochi minuti.

La ciaramicola si sa, è un dolce un po’ ostico… non tanto per la base ma più che altro per la glassa, che poi è ciò che la rende speciale. Pertanto abbiamo chiesto ad Amy alcune dritte per una riuscita che sia ottimale ed abbiamo scoperto che: “Il segreto per una glassa bella e spumosa sta nel “come” e “per quanto tempo” vengono montati i tuorli dell’uovo. Prima di tutto consiglio la frusta elettrica, dopodiché lavorare il composto per almeno un quarto d’ora, in modo da raggiungere una consistenza piuttosto cremosa e densa. Non bisogna montare i tuorli a neve ferma, perché l’aggiunta dello zucchero non lo permette, ma occorre cercare un risultato del composto che sia piuttosto corposo e che permetta alla crema di stendersi senza colare. Lo strato di crema che dovrete stendere sopra la base prima di infornare è di qualche centimetro, tuttavia, visto che la glassa della ciaramicola è, oltre che buona, pure l’elemento decorativo del dolce, se volete per renderla più gonfia potete aggiungere 1 o due tuorli in più senza modificare la preparazione della base”.


Continue Reading