Tag Archives : regali di Natale

Un libro sotto l'albero

UN LIBRO SOTTO L’ALBERO

Che Natale sarebbe se non ci fosse un libro sotto l’albero? Leggere è magia, volare con la mente verso mondi lontani e speciali avventure, e quale momento migliore se non Natale per farlo?

E’ nostra abitudine consigliarvi per lo più libri per bambini, libri che noi per prime abbiamo letto e che sappiamo aver riscosso successo presso i nostri figli e che speriamo piaceranno anche ai vostri. Qualche tempo fa vi abbiamo consigliato dei pop up straordinari, che valgono il loro prezzo. Oggi vi diamo qualche dritta per un libro sotto l’albero formato mamma e papà, perché, come dicevamo all’inizio: senza un libro sotto l’albero, che Natale è?

UN LIBRO SOTTO L’ALBERO: I NOSTRI CONSIGLI

Per chi vuole emozionarsi

IL PANE SOTTO LA NEVE di Vanessa Navicelli

Ve l’avevamo presentata lo scorso anno, parlandovi del suo libro Mina e il Guardalacrime, che inaugurava la collana delle Fiabe Bonbon. Fiabe “buone”, di nome e di fatto.

Oggi la ritroviamo invece con qualcosa di diverso, non una fiaba per bambini, ma un romanzo per tutta la famiglia, perché è di famiglia che si parla. Un romanzo popolare ambientato in un paesino emiliano agli inizi del 900. Una famiglia con tanti sogni e la voglia di farcela. La saga di una famiglia contadina, ai tempi delle guerre mondiali, che ha costruito la propria felicità sulle piccole cose.

Vanessa ci dice “Questo romanzo me lo sono immaginato come una di quelle storie che si raccontavano una volta attorno al fuoco, tutti insieme. Bambini compresi….. Una coppia giovane, due figlie, un paesino, degli amici, tante difficoltà e la voglia di farcela.
Sembra una storia di oggi. Invece… è ambientata nella prima metà del Novecento”

Romanzo finalista nazionale al Premio Letterario RAI “La Giara”, non potete non averlo sotto il vostro albero.

Facciamo un salto indietro nel passato anche con

C’ERA UNA VOLTA UNA CASA DI RINGHIERA  di Annamaria Pizzinato

Il mondo degli anni 60 visto attraverso gli occhi di una bambina. Un mondo molto diverso da quello di oggi, ma neanche tanto. Un mondo dove bisognava far quadrare i conti, dove c’era da arrangiarsi, grandi e piccoli, dove non c’erano tante comodità, ma dove potevi trovare la felicità anche nel sapore di una focaccia cotta a legna. Un mondo forse da rimpiangere un pò.

DODICI RICORDI E UN SEGRETO di Enrica Tesio

Un nonno, una bambina, sua nipote, che di lui non vuol perdere le tracce e con coraggio e determinazione diventa la custode della sua vita e di quella di altre persone che ha incontrato. Un romanzo autentico ma ironico, scritto alla maniera di Enrica Tesio che noi adoriamo. Della stessa autrice LA VERITA’ VI SPIEGO SULL’AMORE.

Per chi vuole riflettere

SONO PURI I LORO SOGNI – LETTERA A NOI GENITORI SULLA SCUOLA di Matteo Bussola

Quand’è che abbiamo smesso di essere genitori di…? e ci siamo improvvisati insegnanti esperti? Negando l’autorità delle maestre e dei professori e prendendo le difese dei nostri figli sempre e comunque? Senza ritegno né motivazione e cosa peggiore con risultati drammatici, per tutti e più che altro per loro.

Per chi ama viaggiare

LE MARCHE CON I BAMBINI di Silvia Alessandrini, Vissia Lucarelli e Lucia Paciaroni

Perché ve lo consigliamo? Perché amiamo viaggiare e ancor di più amiamo farlo con la nostra famiglia. Tuttavia sappiamo che spostarsi con i bimbi al seguito può non essere semplicissimo, specialmente se non si conosce bene dove si va e cosa il posto ci offre. Silvia, Vissia e Lucia hanno avuto un’idea strepitosa: mettere in una guida tutto quello che c’è da sapere sulla loro regione, le Marche. Consigli, mete, dritte per godersi una gita formato famiglia. Consigliatissimo perché è ad un passo da qui, e un’ottimo vademecum per delle gite fuori porta.


Continue Reading
giochi di legno

GIOCHI DI LEGNO SOTTO L’ALBERO

Cosa mettere sotto l’albero? Che ne dite dei giochi di legno?

Scegliere il regalo giusto, ma soprattutto azzeccato, per Natale non è detto che sia cosa semplice: ricordate, ne parlammo qualche tempo fa, il gioco dei bambini è roba seria, come fosse un lavoro, e il giocattolo, per questo, va scelto con cura.

A Natale, presi dalla frenesia dei mille regali, dalle corse e spesso dalla mancanza di tempo, si finisce per scegliere quel che capita, e dopo l’eccitazione del momento, ritrovare il dono abbandonato in un angolo o peggio ancora, usato in modo improprio.

I giochi di legno che vi proponiamo stimolano e sviluppano la voglia di scoprire, le capacità del bambino e le sue attitudini. Lo fanno in maniera intelligente ed essendo giochi di legno, oltre che bellissimi da vedere, sono praticamente indistruttibili.

I giochi di legno sono pensati per far acquisire tutte quelle abilità che poi potranno essere utilizzate nella vita pratica di tutti i giorni, e aiutano inoltre, nello sviluppo del linguaggio e nella risoluzione di problemi.

GIOCHI DI LEGNO SOTTO L’ALBERO: LE NOSTRE SCELTE

Giochi per i primi approcci all’alfabeto

SPLASH- LAVAGNA DA MURO

Perché ci piace? Perché è una lavagna magnetica con 26 lettere da attaccare, ma ha anche la versione con i pennarelli cancellabili e quella con i gessetti. Si appende al muro, occupa poco spazio ed è adatta già a partire dai 3 anni.

KUBIX – 40 CUBI

Perché ci piace? Perché è una confezione gioco con tappeto attività, con 40 cubi di lettere e numeri, facile da utilizzare e trasportare adatto anche ai bambini di 2 anni.

Giochi di ruolo e primi approcci al sociale

STORY BOX POMPIERE e STORY BOX FATTORIA

Perché ci piacciono? Perché permettono al bambino più piccolo di calarsi nei panni di qualcun’altro e di ricostruirne gli ambienti. Ottimi per i primi approcci ai giochi di ruolo.

BUONA EDUCAZIONE – L’AMBIENTE

Perché ci piace? Perché in maniera semplice spiega i comportamenti giusti da tenere per proteggere l’ambiente.

Giochi di movimento 

CHAMPIONS – CALCETTO DA TAVOLO

Perché ci piace? Perché stimola la coordinazione e il ragionamento di prevedere le mosse dell’avversario e pianificare le proprie e poi è il primo sport amato dai maschietti, è colorato, resistente e poco ingombrante.

CHAMPIONS – FLIPPER DA TAVOLO

Perché ci piace? Perché non è il classico flipper, ma con la nuovissima modalità di gioco-calcio, permette di sfidare chi vogliamo. Perfetto per le giornate di festa.


Continue Reading

UN LIBRO SOTTO L’ALBERO: MINA E IL GUARDALACRIME

Vanessa Navicelli già la conoscete, è sua la storia di Un Sottomarino in Paese che vi abbiamo raccontato lo scorso Natale. Un libro che parla di guerra ai bambini in modo semplice e non artefatto spiegando, però, quanto questa sia inutile per risolvere i problemi. Ve lo siete perso? Non ve lo ricordate? Cliccate qui per rimediare. Anche per questo Natale abbiamo voluto ospitare Vanessa tra di noi, perché quello che esce dalla sua penna ci piace e non potevamo perderci questa sua nuova storia: Mina e il Guardalacrime!

Mina e il Guardalacrime

Mina e il Guardalacrime ci racconta di Mina, una lacrima in fuga perché stanca di fare la lacrima e di portare dolore a tutti. Vorrebbe essere qualunque cosa, ma non una lacrima, convinta com’è di essere la causa del dolore di molta gente. In questa sua fuga Mina incontra tanti personaggi bizzarri, ma non sembra trovare conforto al suo dramma e quando sta per buttarsi in una pozzanghera, dove affogare il suo triste destino, incontra il saggio Guardalacrime e…

Non possiamo dirvi di più, ma vi consigliamo sinceramente di leggerlo ai vostri figli e insieme ai vostri figli, perché attraverso la storia di una lacrima triste racconterete loro le emozioni e la loro importanza.

Mina e il Guardalacrime  inaugura la collana delle Fiabe Bonbon. Fiabe “buone”, di nome e di fatto. Piccole e dolci come i bonbon. Magia, poesia e tenerezza (a volte un pizzico di umorismo) sono le caratteristiche di queste storie, che possono far leva anche su lettori più adulti. Si sa: un bonbon tira l’altro. Ecco perché a questa prima fiaba ne seguiranno molte altre. Sarà una grande avventura. E i lettori ne faranno parte.

Consigliato dai 4 anni e a tutti quelli che hanno un cuore aperto alla magia. Il libro è accompagnato da 8 tavole a colori illustrate a mano ed illustrazioni a computer: insomma, perfetto per stare sotto l’albero.


Continue Reading
materiale montessoriano

MATERIALE MONTESSORIANO: IDEE PER NATALE

Tutta l’educazione della prima infanzia deve essere informata a questo principio: aiutare il naturale sviluppo del bambino” (Maria Montessori, La scoperta del bambino, Garzanti).

Stimolare, affinare i sensi, provare: queste le parole d’ordine nella visione montessoriana per aiutare il bambino a crescere. Attraverso i sensi, il movimento e l’esplorazione dell’ambiente il bambino acquisisce competenze ed idee operative che gli permetteranno poi di sviluppare il pensiero astratto.
Ecco allora che attraverso materiali montessoriani costruiti appositamente si può contribuire a stimolare la crescita fisica e la capacità intellettiva dei bambini. Soprattutto nella fascia prescolare (3 – 6 anni) lo stimolo è fondamentale.

La scelta di giochi in grado di guidare correttamente il bambino diventa allora fondamentale. In vista del Natale, abbiamo deciso di selezionare del materiale montessoriano che possa essere facilmente utilizzato anche a casa. Ve lo proponiamo diviso a seconda dei sensi che sono stimolati grazie ad esso. Per i genitori che vogliano approfondire la tematica, invece, vi consigliamo questo testo.

TATTO

Le Tavolette del liscio e del ruvido consistono in 6 o più paia di tavolette uguali tra loro, ma con grado diverso di ruvidità, a partire dal liscio. Questo tipo di materiale prevede diverse serie: carte lisce di varia grammatura, carte smerigliate di varia grana, stoffe. Vi segnaliamo, per i più grandi, due giochi che sono un’evoluzione di questo materiale e che permettono di scoprire numeri e lettere.

I Solidi Geometrici sono costituiti da una serie di oggetti in grado di introdurre i bambini alla geometria solida. Il materiale è pensato per permettere ai bambini di esplorare le forme con il tatto, permettendogli di riconoscere ad occhi chiusi le diverse geometrie.

VISTA: COORDINAMENTO OCCHIO – MANO

La Torre Rosa è forse la più famosa tra i materiali montessoriani. Si tratta di una serie di cubi in legno, verniciati in rosa, che vanno da 1 a 10 centimetri di lato. È una rappresentazione ingigantita del concetto di piccologrande. Nel costruire e disfare le mani toccano i pezzi e l’occhio si allena a cogliere le differenze, ad ordinare dal grande al piccolo. L’utilizzo classico è la costruzione della torre, ma che rimanga in piedi!

Gli incastri solidi sono una serie di 4 blocchi di legno, che permettono di sperimentare le dimensioni. Piccolo e grande, basso e alto, fino e grosso, largo e basso. Può essere considerato il materiale di base, tant’è che solitamente è il primo che viene offerto al bambino.

VISTA: I COLORI

Le Spolette colorate sono un materiale montessoriano che permette, attraverso appaiamenti e gradazioni, di associare i colori ai loro nomi, ma anche di lavorare con i colori. Il loro nome deriva dal fatto che riprendono nella forma le spolete per i fili di seta. Le spolete colorate sono divise in tre scatole. La prima contiene i tre colori primari, la seconda ha 11 colori da appaiare e  la terza contiene ben 9 colori, ognuno in 7 sfumature.

UDITO

I Cilindri dei rumori sono 6 coppie di cilindri che contengono oggetti di diversa natura, che scossi producono suoni diversi. Il loro fine è quello di stimolare l’attenzione alla gradazione dei rumori. Il più leggero emette un suono quasi impercettibile mentre gli altri producono suoni via, via più forti. I cilindri possono essere poi riempiti con altri materiali da parte degli stessi bambini.

OLFATTO

Le boccette per l’odorato sono costituite da due serie di 6 bottigliette non trasparenti che contengono coppie di sostanze varie da appaiare. Il bambino viene invitato a odorare le bottigliette ed ad abbinare gli odori.


Continue Reading