Tag Archives : strutture ospedaliere

supporto-allattamento

GRUPPO DI SUPPORTO ALL’ALLATTAMENTO A MAGIONE E FALSI MITI SULL’ALLATTAMENTO

Allattare è il primo gesto di amore e accudimento che una mamma può compiere nei confronti del suo bambino, è il primo legame che s’istaura dopo che lui/lei ha lasciato il ventre materno, è il prolungamento di una storia “d’amore” iniziata nove mesi prima, è cura e dedizione, sguardi ed emozioni.
 
L’allattamento al seno è un gesto naturale che permette di cementare ancor di più, il legame mamma/bambino e far si che questo diventi sempre più unico e speciale…. tuttavia “naturale” non è sinonimo di “facile” e troppi sono i luoghi comuni che gravitano intorno all’argomento. Molti i miti da sfatare e spesso, i consigli non richiesti e fuorvianti, lasciano la neo mamma in una situazione di solitudine e d’impaccio, tanto da rendere difficile il gesto più naturale del mondo.Via la convinzione che “Non ho abbastanza latte”.
A parte rari casi e patologie specifiche, ogni donna produce una quantità di latte sufficiente per la crescita del proprio bambino, fidarsi di se stesse e del proprio corpo, è il primo passo per una buon avvio dell’allattamento: il resto verrà da se.
Altro falso mito “dopo sei mesi, il latte diventa acqua”.
Il latte materno è un alimento completo e perfetto anche se cambia da poppata a poppata e in considerazione della crescita del proprio bambino. E’ sempre un alimento nutrizionale completo e oltre alle componenti nutritive, questo prezioso alimento, porta con sé anche principi antibatterici e anticorpi specifici, utilissimi nella crescita del bambino e a proteggerlo dalle infezioni.
Sfatiamo anche l’idea che un parto cesareo impedisca l’allattamento.
Malgrado qualche difficoltà iniziale in più nel caso di parto cesareo, occorrono più giorni per la discesa del latte, ma con un maggior aiuto e supporto alla neo mamma per un corretto attaccamento al seno e per aiutarla ad affrontare le difficoltà che un’intervento chirurgico comporta.Allattare al seno è un diritto della mamma e del bambino e per questo, timori, dubbi e ansie devono essere spazzati via per lasciare il posto a quello che di meraviglioso un momento così, ci può regalare a noi e al bimob/a. Ciò non vuol dire che non ci siano difficoltà: ogni percorso nuovo ne ha, ma sta a significare semplicemente che queste sono superabili se accompagnate da un supporto competente ed adeguato e da un sereno stato d’animo in cui la coppia genitoriale si deve dare una grande mano. Di sicuro non abbiate paura a chiedere aiuto: il confronto con gli altri/ le altre, l’aprirsi al dialogo e l’appoggio di figure professionali di riferimento come le ostetriche a tale scopo preparate, è importante. Specie quando le difficoltà prendono il sopravvento, capire che non si è sole, in un momento così importante, può fare la differenza. Per questo ospedali, consultori e gruppi di sostegno dopo la nascita sono determinanti e auspicabili. Lo stesso pediatra può essere una figura di riferimento cui appoggiarsi per chiedere aiuto e consigli ma l’ostetrica e la madri con esperienza e formazione specifica sono certo le persone più disponibili e raggiungibili in ogni momento, quando non vi è patologia ma bisogno di supporto competente.
Nasce proprio su quest’ottica il Gruppo di supporto all’allattamento aperto da più di 5 anni presso il Consultorio di Magione e poi i punti di ascolto e sostegno individuale anche ai Consultori di Città della Pieve e Tavernelle e Castiglione del Lago.
Ostetriche, pediatri, ginecologhe e mamme ma anche padri e nonne/i s’incontrano insieme in queste due mattinate oltre che durante gli IAN (8 INCONTRI di Accompagnamento alla NASCITA), allattano assieme mentre si scambiano pareri, informazioni, consigli pratici (come usare le fasce diverse per tenere in bimbo, i pannolini riciclabili…), e creano così un punto di riferimento specifico per le coppie in puerperio, dove trovare l’appoggio pratico, esperto e anche il ”sostegno  morale”che serve a continuare l’allattamento e che non è facile avere altrove. Spesso si finisce assieme in pizzeria o al Cinema per mamme o a fare una passeggiata con i carrozzini….Noi di Umbria for mummy siamo andate a conoscerle nella loro sede di Magione ed ecco cosa abbiamo trovato: un ambiente colorato, dedicato e a misura di mamma e bambino, fasciatoio, poltrone, cuscini per l’allattamento e tutto ciò che serve per rendere perfetto un momento così importante. Ostetriche, ginecologhe, mamme, padri … lavorano insieme e collaborano per supportarsi a vicenda facendo sì che le difficoltà di avvio e proseguimento dell’allattamento al seno, siano facilmente superabili e affrontate con serenità e consapevolezza.“Un ambulatorio per l’allattamento al seno ma non solo”, come dice il loro slogan, anche “ascolto, aiuto e consiglio”.Sotto la guida delle Ostetriche Anna Mortali e Nadia Billi, ogni venerdì, l’ambulatorio è completamente a disposizione delle mamme anche non residenti, dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, è aperto su appuntamento, sempre gratuito.E’ stato aperto anche un Gruppo Fb “SOSTEGNO ALL’ALLATTAMENTO-CONSULTORIO MAGIONE” dove poter confrontarsi con altre mamme, scambiare esperienze e condividere consigli anche via web.
Per info:
c/o Consultorio Centro Salute di Magione
P.za Simoncini n° 8
Tel. 075/8477815/6/7
Ostetrica Anna Mortali 348.250.45.11
Ostetrica Nadia Billi 348.250.46.42
Dott.ssa Marina Toschi marina.toschi@gmail.comGruppo Fb: https://www.facebook.com/groups/106650819498057/


Continue Reading
culla-per-la-vita

LA CULLA PER LA VITA

La fine del mese di Luglio ha visto l’inaugurazione presso il Centro Chianelli, adiacente all’Ospedale S.Maria della Misericordia di Perugia, della CULLA PER LA VITA.

La cronaca è purtroppo generosa di storie di neonati abbandonati dopo essere stati partoriti, una crudeltà che è difficile da ascoltare e comprendere ma che è spesso lo specchio di tristezza e miseria che porta a gesti estremi.

La culla per la vita nasce proprio per questo. Un luogo sicuro per poter accogliere neonati che le madri non possono tenere con se.

La culla per la vita è aperta 24h su 24 ogni giorno dell’anno ed è collegata con il Pronto intervento che viene allertato ogni volta che la culla verrà aperta.

Le modalità di funzionamento garantiscono a chiunque il totale anonimato e l’intervento del personale sanitario avverrà solo successivamente all’allontanamento di chi ha accompagnato il neonato.

Scrivere quest’articolo per me non è facile, sono madre e non riesco proprio a comprendere come sia possibile un gesto così estremo che di sicuro genera un dolore lancinante ed una ferita impossibile da rimarginare, tuttavia noi di Umbria for mummy, riteniamo di dover pubblicizzare il servizio perché certe storie di cronaca sono più orrende di qualsiasi abbandono.


Continue Reading
pediatra-scelta

LA SCELTA DEL PEDIATRA: COME, QUANDO E PERCHE’

Ecco è nato.

Dopo nove mesi, con una pancia “fuorigioco”, finalmente stringete tra le braccia un fagottino “nuovo di zecca” che, ancora non lo sapete, ma cambierà la vostra vita in maniera totalizzante, rendendola più complicata ma al tempo stesso più piena e soddisfacente. Ci sarà da ricalcolare i ritmi e riscrivere la lista dei bisogni e delle priorità, di certo la più importante, sarà prendervi cura di lui, regalandogli l’ambiente migliore dove crescere sereno, forte e sano..
Dopo le dimissioni, e una volta a casa, oltre agli aspetti morali ci sarà da occuparsi di alcune questioni burocratiche e anagrafiche, una di queste, da fare entro pochi giorni dalla nascita,  è la nomina del Pediatra di Libera scelta (PLS).Da quel momento, sarà lui  il principale referente per la salute del vostro bambino, si occuperà dei bilanci di salute e di seguirlo obbligatoriamente per i primi sei anni di vita, dai sei ai quattordici si potrà poi scegliere, alternativamente, tra Pediatra e Medico di Base di Famiglia mentre successivamente ci si potrà avvalere unicamente delle prestazioni di quest’ultimo a meno che, particolari situazioni, non rendano necessaria un ulteriore appoggio pediatrico. L’assistenza pediatrica è totalmente a carico del Servizio Sanitario Nazionale e la scelta del medico va effettuata presso l’Anagrafe Sanitaria (Asl) del comune di residenza, tra quelli che saranno indicati come pediatri disponibili, ovvero che non abbiamo raggiunto il limite max consentito di assistiti.L’iscrizione è fondamentale per il rilascio del libretto sanitario del bambino e può essere effettuata da uno dei due genitori.Documenti necessari sono il CERTIFICATO DI NASCITA e il CODICE FISCALE del bambino.Una volta effettuata la scelta, questa può essere modificata in qualsiasi momento, seguendo la stessa procedura.
Ciascun pediatra assicura il ricevimento in un apposito ambulatorio medico con giorni e orari stabiliti e fornisce prestazioni completamente gratuite ad eccezione del rilascio di alcuni certificati particolari (es. attività sportive) o di visite domiciliari richieste fuori orario.Scegliere il pediatra è un atto molto importante perché per essere ottimale, quello perfetto per voi e il vostro bambino,  richiede l’istaurarsi di un feeling e clima di fiducia tra lui e voi.La sua funzione di medico ma anche di guida nella prevenzione, è fondamentale e la sintonia che si crea è il terreno migliore per garantire la salute.Per una scelta consapevole è bene valutare diversi aspetti: possibilità di visite a domicilio, consulenza telefonica, orari di visita compatibili,  maè di certo l’impressione positiva che se ne ricava al primo contatto, a essere fondamentale e di sicuro l’esatto metro del valore su cui basarsi.

Continue Reading
dentista-dei-bambini

IL DENTISTA DEI BAMBINI: UN CENTRO D’ECCELLENZA

Da questa settimana, per ogni mercoledì dei mesi di luglio e agosto, vi riproporremo alcuni dei nostri migliori articoli: i più seguiti, i più utili, quelli che è un bene, avere sempre alla portata per risolvere un problema o per trovare un servizio. Vi racconteremo dei fiori all’occhiello della nostra Regione, delle migliori opportunità e di tutto quello che kids friendly, offre in questo felice periodo estivo. Tutto ciò con aggiornamenti dell’ultimo minuto, perché il nostro scopo è dare informazioni che siano precise puntuali caratteristiche essenziali affinché siano anche utili.

Oggi torniamo a parlarvi del DENTISTA DEI BAMBINI, della sua equipe e  divertente CASA DEI DENTINI, presso il Polo Unico di S.M. della Misericordia a Perugia.

Avere dei bambini con problemi dentali purtroppo non è cosa rara. Abitudini alimentari sbagliate, igiene praticata in modo scorretto e addirittura una predisposizione ereditaria, possono rendere i denti da latte, molto fragili e terreno fertile per carie e batteri. Affrontare un problema dentale su bambini così piccoli poi, non è di certo una passeggiata, e il processo di guarigione è spesso lungo e complesso, per fortuna però, la convinzione che i denti da latte non abbiano  bisogno di cure, è oramai superata, ed essere dei genitori consapevoli di questo, è di sicuro il primo passo per garantire ai propri figli, la migliore delle prevenzioni. Avere una buona e sana dentizione decidua ora, permetterà un’ottimale dentizione definitiva poi, e preparerà il terreno migliore perché i succedanei crescano forti e sani. Igiene e corrette abitudini alimentari, in questo, sono il binomio di successo su cui puntare per far si che vostro figlio, non debba aver mai problemi dentali. Quando però tutte le regole di buon senso non sono sufficienti a evitare il problema, è necessario e opportuno, ricorrere alle cure ortodontiche in un centro specializzato a misura bimbi dove personale attento e formato, sarà in grado di trattare questi piccoli pazienti con calma e sensibilità. Occorre scegliere bene e con attenzione, perché se sono molti gli studi a offrire prestazioni pediatriche, poi non tutti sono in grado di farlo al meglio. Non è qui possibile fare una valutazione specifica e dettagliata dei casi, ma vi consigliamo comunque di prestare attenzione all’approccio che il personale medico ha con vostro figlio. La prima impressione, dice molto e fondamentale è il clima di fiducia che si deve istaurare tra voi e loro. Perugia in questo vanta un Centro d’eccellenza in odontoiatria pediatrica: CENTRO ODONTOSTOMATOLOGICO UNIVERSITARIO diretto dal Prof. Stefano Cianetti e operativo presso il Polo Unico di S.M. della Misericordia.

Le finalità del centro sono: ottimi servizi e prezzi contenuti,

Le prestazioni offerte sono accessibili a tutti, dietro pagamento di contenuto ticket ma con una via preferenziale che spetta alla fascia d’età 0-14. La struttura accoglie poltrone odontoiatriche in ambienti a misura bambino, con giochi e disegni alle pareti che rendono l’atmosferica simpatica e rilassante. A proposito, e per favorire l’aspetto educativo nell’igiene e nella cura dei denti, tutte le mamme con bambini in cura fino agli anni 6, possono accedere in maniera agevolata a tali servizi, per loro stesse e i loro bisogni e rafforzare così il clima di fiducia percepito dal bambino, che vede il genitore curato dallo stesso medico e sulla stessa poltrona.

Il Direttore del Centro, Prof. Stefano Cianetti, è una persona di grande spessore, dai modi gentili e affabili, privo di ogni orpello inutile, capace di non porre nessuna distanza o barriera tra lui e il suo paziente: ACCOGLIENZA E FIDUCIA, le parole chiave. Il centro è inoltre, una risposta assistenziale che fornisce non solo un servizio di cura ma che è anche un punto di riferimento volto a diffondere la cultura della prevenzione nella cura e nell’igiene dentale del bambino.

Unica pecca del centro riguarda i tempi di attesa, piuttosto lunghi, per una prima visita. Il Prof. Cianetti ci dice, che purtroppo la carenza di personale  non permette di aumentare il numero di visite e la loro frequenza e in questo vogliamo far appello alla Direzione Ospedaliera, affinché ci sia più collaborazione per far funzionare al meglio, un centro che già di per se è ottimo, e che necessita di personale formato e da formare nonché di tutte le tecniche più all’avanguardia per poter svolgere nel migliore dei modi il servizio di cura a cui è predisposto.

La procedura per accedere ai servizi del centro è molto semplice: muniti di impegnativa pediatrica, occorre prendere appuntamento mediante il servizio CUP, specificando che si tratta di una richiesta per il COU (Centro Odontostomatologico Universitario), lo sportello n° 6 è a questo dedicato e potete accedervi senza fila, oppure, per maggiori informazioni, chiamare il nr. 075/5853518.

Come arrivare: Il centro si trova presso il Polo Unico dell’Ospedale Silvestrini, S.M.della Misericordia, dietro il padiglione distaccato dell’Università di Medicina e Chirurgia, riconoscibile facilmente anche dall’esterno , per la scritta che compare sul fronte di  CENTRO DIDATTICO, in direzione del parcheggio Gamboni, svoltare a destra della rotatoria.

 

Continue Reading
bollini-rosa

OSPEDALI PER LE DONNE: COSA SONO I BOLLINI ROSA

L’O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) si occupa da sempre del benessere femminile in ambito sanitario, in tutte le sue varianti. Dal 2007 l’O.N.Da. premia gli ospedali italiani più attenti alla salute delle donne. Gli ospedali vengono valutati in base ai servizi che offrono relativamente a prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie che coinvolgono la donna, considerando soprattutto la qualità dello stesso e l’attenzione verso le pazienti. La classifica, per il biennio 2014-2015, prende in considerazione i 230 ospedali del nuovo network: gli ospedali che possiedono i requisiti richiesti ricevono uno o più Bollini Rosa. Tra questi, anche 8 ospedali umbri sono presenti. Spicca l’Azienda Ospedaliera di Perugia che è l’unica ad aver ottenuto tre stelle, il massimo. Tutte le altre strutture ne ottengono due. I criteri utilizzati sono tre, ognuno basato su diverse variabili più dettagliate. I criteri sono: la presenza di Unità Operative che curano patologie femminili specifiche; l’appropriatezza del percorso diagnostico terapeutico e il posizionamento del paziente al centro delle cure.

I vantaggi di un sistema del genere, totalmente volontario, sono sia per gli ospedali aderenti, che per esempio possono consolidare la loro reputazione e potenziare la domanda di servizi da parte della popolazione, che per la popolazione femminile, che è così maggiormente informata riguardo alle singole strutture. Ovviamente, i servizi offerti dai punti nascita sono molto importanti per la valutazone delle singole strutture.
Chi volesse più informazioni può visitare il sito dell’Osservatore e il sito dedicato all’iniziativa. Per chi volesse, è disponibile anche il rapporto sulla situazione degli ospedali umbri della rete. Tenete d’occhio i vostri ospedali rosa: realizzano tante iniziative tutte utili per la salute delle donne, soprattutto in occasione degli H Open day, giornate dedicate a specifiche tematiche riguardanti il benessere sanitario femminile.


Continue Reading