Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : Terme

terme con i bambini

TERME CON I BAMBINI: DOVE ANDARE?

Le terme sono un posto per anziani, coppie in fuga romantiche o per famiglie? Scelte bene, è possibile vivere una bella esperienza alle terme con i bambini, divertendosi e rilassandosi allo stesso tempo! Non tutte le acque termali sono adatte ai bambini, vuoi per la composizione che per la temperatura. Per questo siamo qui noi a dirti dove andare. Abbiamo selezionato una serie di terme facilmente raggiungibili dall’Umbria e adatte per un relax di famiglia. Non troverete consigli sulle stazioni termali e le cure, che sono sicuramente indicate per i bambini, ma sulle piscine termali. Prima di iniziare, però, ecco alcune regole per andare alle terme con i bambini.

TERME CON I BAMBINI: POCHE REGOLE

Alle terme è bene ricordare che le acque termali non sono piscine come quelle di un parco acquatico. I lunghi bagni tanto amati dai bambini possono essere pericolosi per la loro pelle delicata. Per questo è bene evitare di farli rimanere in acqua oltre i 20 minuti di seguito, facendo passare almeno 10 minuti tra un bagno e l’altro. Evitare le cascate e i getti di acqua con i bambini più piccoli e anche con i più grandi non sostare oltre i 10 minuti perché sotto i getti le concentrazioni dei gas disciolti nelle acque è massima.

TERME CON I BAMBINI: DOVE?

Le Piscine termali Theia (Chianciano Terme)

Partiamo con una meta super family frindly: le Terme di Chianciano, con le Piscine Termali Theia. La struttura presenta una zona dedicata alle famiglie con bambini, con una vasca interna a profondità ridotta, uno spazio gioco con la vasca di palline e perfino una sauna pensata per i più piccoli, con caratteristiche modificate rispetto a quella per i grandi.

Terme di Saturnia

Altra meta toscana: le Terme di Saturnia, a poca distanza da Grosseto. In questo caso, non è presente un settore organizzato come per le Theia, ma spazi molto ampi nello stabilimento che permettono ai bambini una certa libertà di azione. Inoltre, sono presenti a Saturnia anche delle pozze termali ad ingresso gratuito. Le pozze sono molto basse, accessibili a tutti e molto calde: tenete a portata accappatoi per coprire subito i bambini all’uscita dall’acqua! Il livello dei servizi è ovviamente più limitato, ma è possibile comunque accedere ai bagni e alle docce a pagamento. L’unico vero rischio è legato alla presenza di troppe persone, visto il gran successo di queste terme.

Terme dei papi

La città di Viterbo offre tante opportunità, tra cui le terme. La grande vasca termale esterna con le sue acque calde è adatta anche ai bambini piccoli, di pochi mesi. La vasca è veramente grandissima e la temperatura di 33/34 gradi permette il bagno anche in pieno inverno: la presenza di un piccolo corridoio coperto tra la vasca e gli spogliatoi permette un passaggio agevole anche con il freddo. Nella bella stagione, inoltre, il parco intorno alla vasca, con l’ampio prato è particolarmente adatto ai bambini.

Valle D’assisi Resort

In Umbria non esistono strutture termali vere e proprie adatte ai bambini. Vi segnaliamo la possibilità permessa dalla Valle d’Assisi Resort, che è un hotel con Spa, perché c’è la possibilità di accedere alla piscina anche da parte dei bambini. Inoltre, è presente un servizio di baby sitter a pagamento: insomma l’ideale per una breve fuga romantica per mamma e papà, vicino casa!


Continue Reading
Piscine termali Theia

PISCINE TERMALI THEIA: UN FAMILY RELAX

Andare alle terme è tra le esperienze più piacevoli e rilassanti che ci possano essere. Questo lo sappiamo tutti. Che questo però si possa coniugare con l’essere una famiglia può sembrare impossibile. In effetti solitamente le strutture termali non prevedono degli spazi specifici per famiglie con bambini. Per fortuna qualcuno ci ha pensato: le Piscine Termali Theia a Chianciano Terme. Abbiamo avuto il piacere di provare la loro area family frindly ed ecco come è andata.

PISCINE TERMALI THEIA

Le piscine devono il loro nome a Theia,  “colei che splende fin lontano”,  madre di Selene, cioè la Luna  nella mitologia etrusca. In tutto sono costituite da quattro piscine esterne e tre interne, tutte collegate per oltre 600 metri quadri, alimentate dall’acqua della sorgente Sillene, dalle proprietà antinfiammatorie per il sistema muscolo scheletrico e con effetto benefico sulla pelle. La temperatura dell’acqua è compresa fra i 33 e i 36 gradi per cui tutte le piscine, anche le esterne, sono utilizzabili in ogni stagione; la profondità è un metro e trenta. In una delle piscine coperte è presente il percorso Kneipp caldo freddo, ottimo per la circolazione delle gambe. All’interno delle piscine è presente anche un Centro benessere, per una coccola ulteriore.

Il plus delle Piscine termali Theia, però, è la sua area bambini: una vera e propria zona termale riservata, adatta anche ai più piccoli, sotto i tre anni. L’area dedicata alle famiglie e ai bambini è composta di due piscine, una al coperto e una all’aperto, vicine ma separate dalle vasche principali. Oltre alle piscine, sono presenti altri ambienti per avvicinare all’ambiente termale i piccoli ospiti. Si tratta della Grotta secca e della Grotta umida, adatte a bambini dai 6 anni, in cui, con temperature opportune e vapori, sotto la supervisione di un adulto si può sperimentare cos’è una sauna o un bagno turco. La piscina coperta presenta tre livelli di profondità: questo permette sia di poter lasciare i bambini da soli in acqua, con un adulto fuori a controllare, sia di fare il bagno tutti insieme.

PISCINE THEIA: COSA CI E’ PIACIUTO

L’area bambini delle Piscine termali Theia è unica. Permette ai genitori non solo di condividere un momento di gioco con i bambini, ma, alternandosi, è possibile per mamma e papà anche godere del relax di un bagno nelle piscine principali. L’area è inoltre studiata e pensata proprio per i più piccoli: dalle decorazioni con i personaggi della giraffa Theiamilla e dell’ippopotamo Ippoltrone, ai bagni adatti ai bambini, dalla vasca con le palline, ai fasciatoi. La presenza del personale quasi costante, inoltre, è particolarmente utile per evitare che l’entusiasmo dei bambini più grandi possa disturbare i più piccoli, oltre a garantire condizioni di sicurezza, pulendo costantemente il piano vasca, per esempio, e riducendo gli scivoloni.

Noi abbiamo visitato le piscine con più famiglie con bambini dai 2 ai 7 anni. Sia i più grandi che i più piccoli si sono molto divertiti, ma anche i genitori hanno avuto modo di rilassarsi, sia alle terme che nel centro benessere (il cui accesso è a pagamento). Essendo andati di sabato pomeriggio, in alcuni momenti le vasche erano affollate, ma comunque sempre godibili.

Interessante anche la tariffazione formato famiglia. I bambini più piccoli (sotto i 3 anni) non pagano, e sono previsti ticket per famiglie con uno o due bambini a prezzi convenienti. Per le modalità di accesso e gli orari aggiornati, si consiglia sempre di consultare il sito www.termechianciano.it.


Continue Reading