Speciale Denim OVS - Scopri l'offerta

Tag Archives : vacanze

Pasqua in Umbria

PASQUA IN UMBRIA

La Pasqua in Umbria, è ogni anno una festa molto sentita e celebrata in tanti modi. Grazie alle diverse iniziative sparse per la regione, ogni anno giungono qui molti visitatori e molti di noi disertano le vacanze pasquali fuori porta, proprio per godersi cosa offre la nostra Umbria.

Il clima, anche se ancora non caldo, è sempre piuttosto mite ed è l’ideale per visite e passeggiate nei borghi. Tuttavia in caso di maltempo c’è sempre qualche soluzione al coperto che mette d’accordo tutti.

PASQUA IN UMBRIA: COSA FARE

Feste della tradizione

Partiamo dalla tradizione e dalle manifestazioni più caratteristiche tipiche solo del periodo di Pasqua.

La Tocciata di pasqua

A Pietralunga (Pg), immancabile la mattina di Pasqua il gioco con le uova sode. Un gioco che arriva dalla tradizione contadina e che è così popolare che si dice non sia stato interrotto nemmeno durante le due guerre mondiali. Il giorno di Pasquetta, si continua a festeggiare con “LA CHIOCCIA“, passeggiata e pic nic sull’aia, per una vera Pasquetta.

Festa del lu ciuccittu

A Ferentillo (Tr), domenica 1 aprile e lunedì 2 aprile, come ogni anno una festa dal sapore tutto pasquale con protagonista le uova, ingrediente principale della tradizionale torta pasqualina o “Pizza di Pasqua”. La domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta il borgo di Ferentillo si anima per la gara dell’uovo. Nelle due giornate, animazioni, degustazioni e stand gastronomici.

Festa della ciuccetta

La stessa tradizione si celebra il 2 aprile alle ore 15:00, in Piazza del Comune a Montefalco. Tutti possono partecipare alla gara e ci si iscrive in loco!

Andare per fiere e mostre mercato

A Perugia, presso il centro storico, come ogni anno si terrà La Grande Fiera di Pasqua. Dal 30 marzo al 2 aprile, più di 50 stand tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00. Per i più piccoli dalle
ore 15:00 alle ore 18:00, laboratorio gratuito GIRA LA GIRANDOLA, per costruire insieme una coloratissima girandola di carta.

L’incantevole borgo di Città della Pieve, ogni anno per la Pasqua anima le sue vie con la Mostra Mercato di Pasqua. Qui troverete, dal sabato santo fino al lunedì di pasquetta, tanti stand di prodotti tipici agroalimentari, lo zafferano e il tartufo.

Mostra dell’ovo pinto

Ve lo ricordiamo ogni anno, perché questa mostra è tutta dedicata al simbolo per eccellenza della Pasqua: l’uovo. A Civitella del Lago (Tr) la mostra apre le porte il giorno di Pasqua dalle ore 10:00 alle 12:30 e dalle ore 16:00 alle 19:00. Uova di tutti i tipi, di tutti i colori, decorati in mille modi. La mostra è ogni anno legata al concorso di Ovo Pinto, dove centinaia di artisti si sfidano a chi decorerà o dipingerà l’uovo più bello. Quest’anno il tema del concorso richiama proprio l’Umbria ed uno dei suoi prodotti più caratteristici: l’olio e l’oliva.

Partecipare ad una caccia all’uovo

A Spoleto, presso il centro storico, l’appuntamento è per sabato 31 marzo alle ore 15:00. La città si trasformerà in un unico, grande campo da gioco dove i partecipanti, divisi in squadre, si sfideranno a suon di indovinelli alla scoperta delle bellezze artistiche e delle tradizioni gastronomiche spoletine.

L’avventura, rivolta a grandi e bambini, comincia alle ore 15:00 alla Rocca Albornoz per snodarsi fino a Piazza Garibaldi, lungo le vie del centro storico, che saranno animate da giochi di magia, bolle di sapone, musica e tanto altro. Per partecipare basta avere uno smartphone ed un profilo Instagram.
In palio squisite uova di cioccolato artigianali con tante sorprese.

I più piccoli saranno coinvolti in una tradizionale Caccia all’Uovo che si terrà sul prato del Chiostro di San Nicolò a partire dalle ore 17:00. Le attività sono completamente gratuite grazie al contributo del Comune di Spoleto.

Pasqua al Bosco di San Francesco

Se si pensa alla Pasqua in Umbria, forse la prima città che viene in mente è Assisi, perché nella città di San Francesco, questa festa assume un grande fascino e le rappresentazioni sono sempre molto suggestive. Uno dei luoghi simbolo di Assisi, è indubbiamente, il Bosco di San Francesco dove ogni anno per la Pasqua, si organizzano eventi a misura kids.

EVVIVA E’ PASQUETTA, lunedì 2 aprile dalle ore 10:00 alle ore 19:00.

Si inizia alle ore 10:00 con Caccia al Tesoro botanica, organizzata per adulti e bambini. Il ritrovo è preso l’ingresso superiore adiacente alla Basilica di San Francesco e da lì inizierà la “caccia”, attraverso quiz botanici nascosti nel bosco in compagnia di una giovane esperta e di simpaticissimi “Apprendisti ciceroni”. Il tesoro? Ma ovviamente un uovo!

Alle ore 12:00 per chi vuole pic nic nell’area attrezzata e nei prati limitrofi e Concerto di Primavera nel giardino di Santa Croce.

Il biglietto alla caccia al tesoro è di € 7,00 per gli adulti e € 5,00 per i bambini e per tutti gli iscritti al FAI. Il biglietto per il concerto invece è di € 10,00 per gli adulti e di € 8,00 se iscritti al FAI, mentre è di € 5,00 per i bambini. Per chi vuole è possibile approfittare dell’offerta Caccia al tesoro + concerto: adulti € 13,00, adulti iscritti al FAI € 10,00 e bambini € 8,00.

Non dimenticate che in questo fine settimana pasquale sarà anche possibile visitare diverse mostre, come Scoprendo tutta l’Umbria, Extiction a Gubbio o Gubbio Bricks art che apre proprio questo sabato e in cui ci saranno anche divertenti laboratori.

Continuate a seguire questo articolo, lo aggiorneremo man a mano che altre iniziative si aggiungeranno, anzi se ne conoscete qualcuna che non abbiamo menzionato, inviatecela!


Continue Reading
Mercatini di Arezzo

ATMOSFERE TIROLESI PER I MERCATINI DI AREZZO

Torna ad Arezzo questo fine settimana, e durerà fino all’8 gennaio 2018, l’appuntamento annuale con i mercatini natalizi dal tipico sapore tirolese. Piazza Grande sarà lo sfondo perfetto per assaporare la magia di queste feste proprio come se fossimo in alta montagna. Tutto, dall’oggettistica, al gusto e ai sapori, ci parlerà del Tirolo.

MERCATINI DI AREZZO: COSA FARE?

I mercatini di Arezzo sono ispirati alle tradizioni montane e potrete trovare dei regali originali da mettere sotto l’albero: dagli oggetti in lana cotta, alle candele, alle decorazioni più particolari. Negli stand gastronomici, prodotti culinari tipici: i formaggi, salumi, il vin brulè, la birra e l’immancabile strudel di mele. Al centro della piazza sarà allestita “La Baita”, con tanto di terrazzo, dove poter gustare un tipico pasto caldo tirolese.

Sempre in Piazza Grande, per la felicità di tutti i bambini, c’è da scoprire la Casa di Babbo Natale. Potranno entrare in una enorme palla di neve con orsi polari e divertirsi con attrazioni e giochi di Natale. Un percorso che prevede animazioni, giochi, laboratori, attività ludiche per i più piccoli con la presenza di Babbo Natale e dell’immancabile cassetta delle poste dove spedire la letterina.

Truccabimbi, palloncini, addobbi natalizi per i più piccoli con la possibilità di vedere tutte le stanze della Casa di Santa Klaus: pranzo, stanza da letto, cucina e laboratorio del barbuto più famoso del mondo. Un luogo magico per vivere un’esperienza di Natale unica!

Vi segnaliamo due date da non perdere:

  • domenica 19 novembre – Spettacolo Disney
  • sabato 25 novembre  Lancio delle Lanterne

Visitate il loro sito per tutte le news e gli aggiornamenti.


Continue Reading
barbecue

DRITTE PER UN BARBECUE FACILE, SICURO E GUSTOSO

Fare un barbecue è un’esperienza veramente piacevole, specialmente in questa stagione quando basta una griglia all’aperto e qualche amico, per una cena allegra, spensierata e di sicuro molto gustosa.

La cottura alla griglia è anche un modo sano per cuocere i cibi e un barbecue può essere la soluzione per preparare tutte le pietanze di un pasto, dalle bruschette per antipasto, alla frutta grigliata come dessert. La cottura al barbecue è inoltre piuttosto semplice e alla portata di tutti: basta seguire alcuni accorgimenti per un risultato salutare e sicuro.

Consigli per un buon barbecue

Preferite la cottura di cibi non congelati

In caso contrario prima di porli sulla griglia verificare che siano scongelati del tutto, diversamente non cuoceranno dentro o diventeranno troppo duri fuori.

Utilizzare grill o griglia perfettamente puliti

Non servono prodotti, basta riscaldare la griglia e spazzolarla a secco. Fatelo ogni volta, anche quando la griglia è nuova.

Munitevi di pochi ma indispensabili attrezzi

Guanti e grembiule possibilmente ignifughi e i guanti lunghi abbastanza da proteggervi fino al gomito. Attizzatoio per smuovere le braci e ravvivare la fiamma e pinze per girare i cibi.

Scegliete la posizione giusta per il grill

Lontano da piante e fronde. Schermate se potete il manto erboso e rinunciate al barbecue nelle giornate ventose.

Qualche consiglio culinario

Praticare dei piccoli tagli sul bordo della carne

Questo per evitare che si arricci durante la cottura e non cuocia bene in alcuni punti.

Salare a fine cottura

Per la carne di vitello salare addirittura prima di mangiarla.

Non battere, ne bucherellare la carne

Usare le apposite pinze, diversamente si disperderanno i liquidi e perderà in sapore.

Ricetta per il condimento

MARINATURA CLASSICA

Cosa serve:

  • Olio, sale, pepe, aglio, prezzemolo ed erbe aromatiche.

Regolatevi sulle quantità a seconda del cibo che deve essere marinato.

Come si fa:

  • Unite all’olio, l’aglio schiacciato, il sale e il pepe in grani, il prezzemolo tritato e un mazzetto di erbe aromatiche intero. Lasciate che la carne si marini per due ore circa.

SPENNELLATURA ALLA BIRRA

Cosa serve:

  • Birra, aceto di mele, uno spicchio d’aglio e poca cipolla tritata.

Come si fa:

  • Unite tutti gli ingredienti in una bacinella, coprite e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora. Spennellate la carne con il liquido durante la cottura.

SALSA BARBECUE

Cosa serve:

  • 200 gr di salsa di pomodoro
  • 2 cucchiai di aceto
  • 2 cucchiai di salsa Worcestershire
  • 2 cucchiai di senape
  • cipolla, aglio, olio, sale, pepe, tabasco e zucchero

Come si fa:

  • Fate rosolare in un cucchiaio d’olio, aglio e cipolla tritati. Sfumate con l’aceto. Aggiungete il pomodoro e le due salse mescolando. Rifinite con un pizzico di zucchero e condite a gusto con sale e pepe

Continue Reading
Ferragosto in Umbria

IDEE PER FERRAGOSTO IN UMBRIA

Per tutti quelli che per le ferie devono attendere ancora un pò, per chi già le ha fatte e per chi invece non può partire: occorre qualche idea per passare il Ferragosto! Ma niente paura, perché chi vuol trascorrere Ferragosto in Umbria può scegliere tra molte opportunità, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

COSA FARE A FERRAGOSTO IN UMBRIA

Visitare il lago Trasimeno e le sue isole

Potete regalarvi un’escursione naturalistica all’Isola Polvese o una più monumentale e anche mondana all’Isola Maggiore. L’imbarco per l’Isola Polvese è al molo di San Feliciano mentre per l’Isola Maggiore ci si può imbarcare da Passignano, Castiglion del Lago e Tuoro. Vi consigliamo scarpe comode e fascia porta bebè visto che alcuni tratti escursionistici delle isole non sono facilmente percorribili con i passeggini.

Visitare il lago significa anche fermarsi tra i suoi borghi, Corciano, Panicale, Castiglion del Lago, per la XXXX edizione della Rassegna Internazionale del Folklore e per il Capodanno d’Estate in programma la sera del 14 agosto, con spettacolo pirotecnico a partire dalla mezzanotte. Senza dimenticare Città della Pieve, dove è in corso in quei giorni Il Palio dei Terzieriuna rievocazione storica in costume molto suggestiva e che attira ogni anno moltissimi turisti. E’ prevista proprio per il 15 di agosto, l’appuntamento clou della manifestazione, Il lancio della sfida, ma nel corso di tutta la manifestazione si potrà assistere a spettacoli e duelli in costume, visitare le botteghe artigiane e il mercato rinascimentale.

Cultura, musica e buon cibo

Di feste paesane ce ne sono praticamente in ogni angolo della regione. Vi diamo qualche spunto, segnalandovi le più particolari, per un Ferragosto in Umbria davvero per tutti i gusti.

A Corciano, dal 5 al 20 agosto, è tempo di Corciano Festival, una rievocazione storica che si ripete ogni anno e che vede proprio nella giornata del 15 agosto la sfilata in costume del corteo storico del Gonfalone.

Festa di San Bartolomeo (Foligno), che per il 15 agosto organizza passeggiata con colazione sulle colline e pranzo di Ferragosto presso il bosco del Convento.

Ferragosto a Quadrelli (Terni), un paese che per l’intera settimana del Ferragosto, propone il miglior folklore umbro con un programma molto ricco per il visitatore e carico di atmosfera.

Finisce il 13 agosto ad Amelia (Terni), Il Palio dei colombi, una rievocazione medievale nella magica atmosfera di questo borgo.

A Massa Martana, Festa del Gelato, dal 6 al 15 agosto e notte bianca il 14 agosto.

Nello splendido borgo di Torgiano, 34esima edizione dei Vinarelli, con spettacoli musicali e taverne aperte per il borgo.

Piscine, acqua park e parchi avventura

Speriamo in un caldo Ferragosto e in questo caso un’ottima idea sarebbe passare la giornata in una delle piscine o degli Acquapark della Regione.

Se invece siete degli amanti dell’aria di montagna, allora i Parchi Avventura (Activo Park a Scheggino, Parco Avventura al Lago di Fiastra e Frasassi Avventura) fanno al caso vostro. Per chi invece vuole un’esperienza naturalistica tra gli animali c’è il Leo Wild Park a Todi, che per la giornata del 15 agosto sarà aperto in open day, mentre il 13 e il 14 e il 19 e 20 agosto, su prenotazione.

Scoprire la cascata delle Marmore

Per tutto il week end di Ferragosto e per i giorni 15 e 16 agosto, il Parco rimarrà aperto dalle ore 09:00 alle ore 22:00 e l’apertura delle acque della cascata sarà dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 22:00.

Potete scegliere tra due tipologie di visite:

La cascata in 100 passi – Visita breve della durata di 30 min circa, su un percorso corto e facile. Adatto a chi ha bambini piccoli, perché fornisce un’idea comunque completa di questa bellezza regionale, ma in poco tempo e senza stancare. Consultate qui il calendario degli orari.

I segreti del parco – Si parte dal Belvedere inferiore per addentrarsi all’interno del Parco e scoprire le caratteristiche più curiose ed interessanti di flora e fauna che vi abitano. La passeggiata ha la durata di 1 h e 30 min. circa ed è consigliata per chi ha bambini più grandicelli, visto la lunghezza, pendenza e discontinuità del percorso. E’ consigliato abbigliamento comodo e scarpe da trekking. Qui gli orari.


Continue Reading
L'oro dei Molini

L’ORO DEI MOLINI, DALLA TERRA IL PANE

Da venerdì 4 a domenica 8 agosto a Molini di Sellano (Pg), si celebra il grano, da sempre la materia prima più preziosa per il sostentamento della popolazione, con la manifestazione L’Oro dei Molini, dalla terra il pane.

L’Oro dei Molini con i bambini

Nel corso di tutto il week end, si potrà assistere a tutte le fasi di lavorazione del grano: mietitura, trebbiatura, molitura e panificazione e ci si potrà immergere nel modo rurale del 900, nei mestieri e nelle tradizioni popolari contadine.

Le attività principali si svolgeranno nelle giornate di sabato e domenica.

Sabato 5 agosto e domenica 6 agosto, dalle ore 11:00, potrete gustarvi una PASSEGGIATA IN CARROZZA per le vie del paese e per i più piccoli PASSEGGIATE CON GLI ASINELLI.

Potrete visitare la mostra dei mestieri, degli attrezzi e degli oggetti del MONDO RURALE DEL 900, oppure IL PICCOLO MONDO ANTICO, esposizione di oggetti dell’epoca in miniatura.

Ed infine assistere alla rappresentazione di SCENE DI VITA QUOTIDIANA CONTADINA.

Non mancate poi una visita al vecchio mulino di Orsano: saranno organizzate delle visite guidate e per adulti e bambini il laboratorio IMPARIAMO A FARE IL PANE; sicuramente una bella occasione per passare del tempo con i propri figli e riscoprire i segreti del “cibo per eccellenza” alla base della nostra alimentazione.

Saranno allestiti infine degli stand gastronomici aperti sia a pranzo che a cena e un mercatino di prodotti tipici e artigianali per le vie del paese.

Per ulteriori informazioni potete scrivere alla mail procamorro.orsano@libero.it o chiamare direttamente il numero 327 95 11 027.


Continue Reading
piscina in giardino

AFA ESTIVA? METTI UNA PISCINA IN GIARDINO

Quando il caldo si fa insopportabile, ma non potete rinfrescarvi con una gita al mare, in montagna o al lago, la piscina è di sicuro un’ottima alternativa. Già vi abbiamo parlato delle piscine e degli Acqua-park che potete trovare qui in Umbria, ma se siete tra quei fortunati che hanno uno spazio esterno a casa, sufficientemente ampio, ottima è l’idea di istallare una piscina in giardino, per avere una piccola oasi di relax e la dose quotidiana di refrigerio, proprio a portata di mano.

Piscina in giardino

Una vera comodità se si hanno bambini. Potete passarci le calde giornate dei week end o organizzarci addirittura un compleanno o una festa d’estate: nessuno dirà di no ad un invito in piscina e sarà come ritagliarsi una piccola vacanza in giardino.

Le piscine da giardino ne esistono di tanti tipi, dalle più complesse e costose, che richiedono professionalità nell’istallazione e una manutenzione accurata, a quelle fuori terra sicuramente più semplici da gestire; o addirittura alle piscine gonfiabili, acquistabili con pochi euro, con un montaggio semplice e una manutenzione alla portata di tutti. Basterà scegliere in base alle proprie esigenze e all’età dei bambini e non dimenticare mai la parola d’ordine: sicurezza, perché scegliere consapevolmente è molto importante quando riguarda i più piccoli.

La piscina in giardino più usata

Le piscine per bambini più usate sono quelle pieghevoli e quelle gonfiabili; vanno benissimo per piccoli spazi e per essere usate sia per rinfrescarsi che per piccoli giochi, più che per nuotare. Da evitare in questi casi il tuffo, perché la leggerezza dei materiali e la stabilità non ottimale potrebbero far ribaltare la piscina stessa e causare incidenti. Tra le piscine gonfiabili, ne esistono dei modelli molto carini e divertenti, capaci di accogliere anche più bambini. Modelli con scivolo e giochi d’acqua. Per i più piccoli sono perfette le piscine gonfiabili con coperture e paraventi, per proteggerli dal sole.

Le piscine pieghevoli invece sono in genere molto basiche ed anche il loro costo è contenuto. Le dimensioni non sono mai grandi: basti pensare che la piscina pieghevole, una volta che si è finito di usarla, si chiude in una praticissima sacca per essere trasportata da un luogo a un altro (ad esempio è perfetta per essere portata in spiaggia e far giocare i piccolissimi sotto l’ombrellone).

Sia per le piscine gonfiabili che per le pieghevoli, gli esperti del settore consigliano di cambiare l’acqua ad ogni utilizzo.

Piscina in giardino fuori terra

Se si cerca invece una soluzione più complessa, da installare e non rimuovere più per tutta la stagione estiva, allora si può optare per una piscina fuori terra. Anche qui ne esistono di diversi tipi e altrettanti prezzi. Si parte da un’altezza di 70 cm circa, per arrivare anche a 1 metro e 30 ed oltre. In questo caso oltre alla piscina, sarà necessario munirsi di filtro per l’acqua e di prodotti per il suo trattamento. Per il corretto mantenimento di un’acqua sana e pulita sarà necessario anche pulire con regolarità le pareti della piscina, le cartucce ed il filtro stesso.

Sia che si opti per una piscina gonfiabile o pieghevole, sia che si preferisca una soluzione più complessa, importante è scegliere bene il piano dove poggiarla, utilizzando teli o tappetini, nel caso in cui si tratti di pavimento scivoloso o dal fondo irregolare.

É importante scegliere anche un luogo lontano da spigoli, finestre e altre zone pericolose che potrebbero minare la sicurezza dei nostri bambini.

Lasciare infine che la temperatura dell’acqua raggiunga un livello piacevole prima di immergersi e poi a tutti un BUON BAGNO!!!


Continue Reading
Civita di Bagnoregio

CIVITA DI BAGNOREGIO: “LA CITTA’ CHE MUORE”

Continua il nostro viaggio tra i borghi più belli del nostro paese. Oggi parliamo di Civita di Bagnoregio, in provincia di Viterbo: un angolo di paradiso dove il tempo sembra essersi fermato e dove potrete godere di un atmosfera veramente surreale. Da sempre conosciuta come la città che muore, è situata sulla vetta di un colle formato da tufo e argilla: un terreno in continua erosione che porta la cittadella a scendere inesorabilmente di altura.

Inviata speciale per questa gita fuori porta (ma ad un passo da qui) è Valentina, una mamma umbra, che insieme alla sua famiglia ha deciso di passarci una giornata di festa: seguiamola nel suo tour e scopriamo insieme a lei questo bellissimo borgo.

Civita di Bagnoregio: il racconto di Valentina

“Civita di Bagnoregio è un piccolissimo borgo, abitato da una manciata di persone, raggiungibile solo a piedi, percorrendo un lungo ponte, particolarmente ripido nel suo tratto finale. Il ponte è percorribile con i passeggini, ma un pò di fatica mettetela in conto e a tutti consiglio bottigliette d’acqua e scarpe comode.

Potete lasciare l’auto in uno dei parcheggi di Bagnoregio e da li proseguire a piedi. La zona del Belvedere è in assoluto la più vicina dove poter parcheggiare.

L’ingresso al borgo è a pagamento per gli adulti € 1,50 mentre gratis per i bambini. Insieme al biglietto d’ingresso è possibile acquistare anche un ticket degustazione per assaggiare le specialità culinarie locali.

Lo storico arco vi da il benvenuto, dopodiché il paesino è un reticolato di vicoli, cortili e piazzette, tutte da scoprire perché Civita di Bagnoregio è un vero museo a cielo aperto, un luogo suggestivo da dove poter ammirare panorami mozzafiato. Se seguite la via principale, arriverete velocemente alla piazza più grande, dove potrete ammirare la chiesa di San Donato che è visitabile al suo interno.

Merita di sicuro un passaggio la Grotta di San Bonaventura, di origine etrusca, dove si dice che il piccolo San Bonaventura fu miracolato da una malattia incurabile, proprio da San Francesco. Poi potrete gustarvi un pasto speciale in uno dei deliziosi ristorantini o perdervi in qualche negozio di souvenir. Potete dare alla visita l’aspetto che più vi piace: storico, naturalistico, culinario e goliardico.

Civita di Bagnoregio ha tante facce, tutte bellissime e a noi non è sembrata affatto una città che muore”.

Vuoi far parte anche te del team di Umbria for Mummy? Contattaci tramite la nostra pagina Fb o scrivici a info@umbriaformummy.com e dicci quale luogo o itinerario ti piacerebbe raccontare ad altre mamme come te!


Continue Reading
Giornate Medioevali

OTRICOLI: GIORNATE MEDIOEVALI 2017

Eccoci già a metà luglio e questo terzo week end del mese  si veste della magia delle Giornate Medioevali di Otricoli. Per tre notti, si tirerà l’alba rivivendo un passato che non sembrerà poi così lontano, in una vera e propria festa medioevale. Ovunque artisti, artigiani e personaggi pittoreschi, che vi accoglieranno tra musica, canti e balli e ancora antichi giochi,  duelli in costume, sbandieratori, falconieri,  il mercato e le osterie.

Le Giornate Medioevali per i più piccoli

Piacerà di sicuro a voi e ai vostri bimbi per l’atmosfera di altri tempi, i costumi e le scenografie. I giochi, gli spettacoli acrobatici con il fuoco e le sfide tra le contrade animeranno le serata: sarà come giocare per una sera a fingersi antichi messeri. Nei punti più suggestivi del borgo verranno offerti gli antipasti, le zuppe, gli arrosti, i dolci, i biscotti tradizionali. I forni sforneranno fino a notte inoltrata una focaccia che sarà la migliore che voi abbiate mai assaggiato; le bevande offerte dalle cantine dei vini e dalla Birreria dei Frati, accompagneranno le pietanze all’antica che avrete mangiato nella Taverna dei Sapori e in quella delle Grigliate;

I visitatori potranno entrare dall’unico accesso offerto dalle mura a ridosso del castello e lì dovranno barattare il denaro di oggi con la moneta dell’epoca. Sarà inoltre disponibile un servizio navetta per il castello.  Arrivando nel pomeriggio, potete abbinare alla festa la visita al borgo. Le cinta murarie, la rocca ed il panorama che si può vedere da lassù, valgono la pena di arrivare in anticipo.


Continue Reading
indispensabili per il mare

GLI INDISPENSABILI PER IL MARE

Cosa mettere in valigia prima di partire per le vacanze? Oltre a costumi e parei ci sono oggetti che, in vacanza, potrebbero semplificarvi la vita e per cui vale la pena trovare un posticino.

Gli indispensabili per il mare

PER ESSERE SEMPRE AL TOP!

State per uscire, avete appena completato il look, siete strepitose e pronte a godervi la vostra giornata al mare o la vostra serata d’estate? E poi spunta lui, un pelo, là proprio dove non dovrebbe esserci e si vede così bene da rovinarvi l’umore. Niente panico VEET SENSITIVE PRECISION fa al caso vostro. Ritocca e definisce le parti più sensibili del corpo, in una sola passata. Veloce e delicato, è proprio quello che ci vuole in estate per i ritocchi veloci, ma è così piccolo che si può portare ovunque, persino in borsetta.

PER ESSERE SICURI IN ACQUA

Una novità assoluta per quest’estate e perfetto per mare, lago e piscina: BRACCIALETTO ANTI ANNEGAMENTO. Per i ragazzi che fanno le loro prime esperienze in autonomia in sport acquatici, per i “nuovi” nuotatori, o semplicemente per chi in acqua non si sente sicuro. Si tratta di un semplice braccialetto da mettere al polso il cui funzionamento è molto semplice. All’occorrenza, un piccolo gesto attiverà la boa di galleggiamento rendendo la permanenza in acqua molto sicura.

PER LA TUA COMODITÀ

In spiaggia stendiamo il telo, per poi trovarlo dopo neanche un minuto pieno di sabbia; così ci rialziamo lo puliamo e lo stendiamo di nuovo. Dopo neanche un minuto siamo al punto di partenza e specialmente se abbiamo bambini, alzarsi per pulirlo di nuovo è del tutto inutile. Il TELO ANTISABBIA è di un tessuto “setaccio” che spazzerà via la sabbia senza che ve ne accorgiate. Nel caso in cui la quantità di sabbia fosse elevata, basterà semplicemente una passata della mano e il telo tornerà pulito.

E perché non regalarci anche la comodità di un LETTINO GONFIABILE? Poco ingombrante e leggero, sta in una semplice sacca zaino e all’occorrenza diventa un divano, un lettino per la spiaggia e anche un materassino galleggiante per il mare.

PER DIVERTIRSI

Sotto l’ombrellone, nelle ore più calde, che ne dite di una partita a UNO? Gioco divertentissimo che piace a tutti e adatto ai bambini dai 6 anni in su. Per il mare e la piscina esiste anche la versione impermeabile del gioco, UNO H2O.


Continue Reading
Presepe Vivente

IL PRESEPE VIVENTE IN UMBRIA

L’Umbria è la regione che da sempre celebra, nel periodo natalizio, la tradizione del Presepe Vivente.
In moltissimi borghi, città, ma anche piccoli paesi si rivive la natività nel modo più antico che ci sia, voluto per la prima volta dallo stesso San Francesco, che nel 1233 a Greccio, creò il primo presepe vivente in una piccola grotta. Oggi la scelta di presepi viventi nella nostra regione è vastissima ed ogni anno si arricchisce sempre di più, tanto che in molti casi, si tratta di vere e proprie rappresentazioni teatrali con centinaia di figuranti e altrettante scene.

Il Presepe Vivente in Umbria

Regalatevi questa esperienza magica, per voi e per tutta la vostra famiglia.

PRESEPE VIVENTE DI MARCELLANO.

In un antichissimo borgo medioevale, tra Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, un presepe vivente che trasforma il paese di Marcellano nella Betlemme dei tempi, con tantissimi figuranti e decine di scene recitate ed i mestieri dell’epoca messi in mostra. Fuori delle mura del borgo, in una vecchia stalla viene messa in scena la Natività. Da vedere almeno una volta, ma attenzione: le date sono “solo”  25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio 2017 con l’inizio delle rappresentazioni previsto per le 17:30 circa.

PRESEPE VIVENTE DI BETTONA.

In un percorso recintato con visite guidate di 40 minuti circa e con ingresso gratuito a partire dalle ore 17:30. Quando? Il 26 dicembre e 1,6,7,8 gennaio. Nel corso delle stesse date, assaporate l’atmosfera natalizia in piazza, con i mercatini, animazione ed eventi collaterali.

PRESEPE VIVENTE DI ARMENZANO.

Un vero e proprio presepe nel presepe, per la bellezza di questo antico borgo arroccato sui monti di Assisi. Il 26, il 29 dicembre e il 1 gennaio a partire dalle ore 16:30.

PRESEPE VIVENTE DI SAN GREGORIO DI ASSISI.

Una rappresentazione che viene ogni anno rivista e arricchita sia in figuranti che in scenografie, dentro e fuori le mura del castello di San Gregorio. Uno spettacolo molto evocativo. Queste le date: 25 e 26 dicembre e 1 e 6 gennaio dalle ore 17:30 alle ore 19:00. Ingresso gratuito e servizio navetta.

PRESEPE VIVENTE DI PETRIGNANO D’ASSISI.

Ai piedi del Monte Subasio, in questo piccolo borgo, tra le vie del suo Castello e sulla riva del fiume Chiascio, una rappresentazione che si rinnova da circa 40 anni; che raccoglie ogni volta migliaia di visitatori e in un percorso facilmente accessibile a passeggini e carrozzine. Le date: 25 e 26 dicembre e 1 e 6 gennaio dalle ore 17:15 alle ore 19:30. Sfilata dei Re Magi per le vie del paese nell’ultimo giorno di rappresentaazione.

PRESEPE DI ALLERONA (TR).

Il 26 dicembre dalle ore 17:30  presso questo suggestivo borgo, tutto da scoprire.

PRESEPE VIVENTE DI ACQUASPARTA (TR).

All’interno dello storico Palazzo Cesi, per l’occasione alla visita. Rappresentazioni a ciclo continuo, botteghe artigiane e degustazione prodotti tipici. Il 26 dicembre, il 1 e il 8 gennaio 2017, a partire dalle ore 16:30. Offerta libera.

PRESEPE VIVENTE A COPPE (TR).

Una sacra rappresentazione della natività giunta alla sua VI edizione. Il 26 dicembre alle ore 17:00 e il 30 dicembre e il 5 gennaio alle ore 21:00. Punto ristoro.


Continue Reading